Scelta della batteria

Salve a tutti, non so quale batteria usare per il mio progetto. Sto facendo una specie di aspirapolvere robot, per questo ho bisogno di una batteria che duri a lungo e che sia ricaricabile, ma la richiesta più "strana" che vi faccio è se è possibile mettere una batteria che si ricarichi come la batteria degli s6 cioè con un caricabatterie "a contatto" (non so se si chiami così ma è l'unica parola che mi è venuta in mente per poterlo definire) in modo tale che il robot si possa ricaricare da solo senza dover inserire spinotti ma solamente facendolo appoggiare su una base collegata alla corrente. Vi chiedo se tutte le batterie possono essere ricaricate a questa maniera e quale batteria mi consigliate per questo tipo di lavoro. Grazie mille in anticipo. Cordiali saluti Luca.

La trasmissione di energia wireless è indipendente dal caricabatterie ... puoi applicarla come ingresso a qualsiasi circuito di ricarica purché il voltaggio sia compatibile.

La corrente fornita (... restando nei prodotti di categoria amatoriale) NON è moltissima (a secondo dei modelli tra i 500mA e i 1000mA a 5V).

Per le batterie ... se non ci dici le tensioni in gioco, gli assorbimenti e la durata che ti interessa raggiungere come pensi che possiamo capire cosa consigliarti ? ? ? :o

Guglielmo

Come dice Guglielmo la corrente di ricarica wirless non sarà molta se non investi parecchi soldi. Solitamente si impiegano contatti esterni, il robot si allinea con i contatti, cosi da creare un circuito fisico. Questa soluzione la dobbiamo escludere?

Perche non metti nella postazione di riposo 2 contatti per trasmettere l' alimentazione per la ricarica delle batterie.

Ciao Uwe

Un modulo potrebbe essere questo:

... si, quello è uno di quelli minimi da 500mA ... QUI c'è una più vasta scelta.

Parliamo comunque di oggetti che danno 5V e massimo 1500mA ... come dicevo.

Guglielmo

rockykinotto:
Salve a tutti, non so quale batteria usare per il mio progetto. Sto facendo una specie di aspirapolvere robot, per questo ho bisogno di una batteria che duri a lungo e che sia ricaricabile

La migliore tipologia possibile di batteria sono le LiPo, facilmente reperibili nei negozi di modellismo in varie configurazioni e capacità.
Per la ricarica wireless lascia stare, a meno che non vuoi aspettare moltissime ore prima che la ricarica sia finita e impegnare circa 10 volte l'energia caricata sotto forma di energia presa dalla rete, questo perché i caricatori wireless sono poco efficienti, in fin dei conti sono dei trasformatori ad induzione in aria, più di tanto non possono fare.
Molto più semplice usare un sistema con contatti a molla, tipo quello delle batterie dei cellulari per capirci, il robot non deve fare altro che entrare nella base di ricarica, realizzata con forma opportuna per obbligarlo a posizionarsi correttamente (una specie di imbuto), e spingere delicatamente sul fondo, non appena il caricabatterie, onboard sul robot, rileva la tensione dell'alimentatore, su i contatti, inizia la ricarica.

Astro però devi riconoscere che ricaricare wireless ha il suo fascino.

Sono incuriosito anche io, quindi vi chiedo:

Se come da scheda tecnica:
Ricevitore:

  • tensione di uscita: 5 Vdc
  • corrente di uscita: 500 mA

Che circuito serve per ricaricare una lipo come questa ?
http://www.ebay.it/itm/BATTERIA-LIPO-TURNIGY-NANO-TECH-950-MAH-1S-25-50C-LIPO-3-7-V-walkera-/121460366567?hash=item1c479a1ce7:g:9ScAAOSwcu5UPOB8

Zamundo:
Astro però devi riconoscere che ricaricare wireless ha il suo fascino.

Questo non toglie che è un sistema, con l'attuale tecnologia, sciupone e costoso, del resto questa metodologia di ricarica esiste da molti anni, non ha mai attecchito, salvo pochi casi isolati, proprio per i problemi tecnici legati alla tecnologia utilizzata.

Se come da scheda tecnica:
Ricevitore:

  • tensione di uscita: 5 Vdc
  • corrente di uscita: 500 mA

Che circuito serve per ricaricare una lipo come questa ?

Intanto tocca verificare le reali caratteristiche operative di quel sistema, mi sa tanto che sono riferite a condizioni ottimali con i due avvolgimenti praticamente a sfioro tra loro.
Per caricare una singola cella LiPo serve una circuiteria in grado di fornire una tensione massima di 4.2V con limitazione della corrente massima erogata, esistono vari IC dedicati per la ricarica delle LiPo, funzionano tranquillamente con 5V in ingresso.
In pratica, per quella batteria, ti bastano 5V come tensione però il tempo di ricarica dipende dalla massima corrente erogabile, con 500 mA reali ci metti poco più di due ore per la ricarica completa partendo dalla condizione di scarica massima.

Perfetto, ci puoi mostrare uno schema da saldare... tipo questa scheda, ma senza il miniUSB ?

... scusa, ma a quel link ... c'è lo schema e i files Eagle ... te li scarichi, elimini il connettore USB, metti il connettore che vuoi e ... hai fatto :smiley:

Guglielmo

gpb01:
.. te li scarichi, elimini il connettore USB, metti il connettore che vuoi e ... hai fatto :smiley:

+1 :smiley:

Non fa una piega.
Faremo così !!!!!!!

Grazie

Un salutone

Scusatemi se rispondo solamente adesso ma non ho avuto la disponibilità di connessione in questi giorni. La possibilità di ricaricare il robot facendolo allineare con dei contatti non è da escludere come soluzione solo che non ho idea di come poterlo realizzare. Per quanto riguarda le esatte caratterische di cui ho bisogno non ne ho la più pallida idea per il fatto che il robot è sempre in fase di costruzione e man mano che lo costruisco trovo sempre cose nuove da aggiungere quindi non ho ancora idea di quanta batteria mi serva e di quanto sia il consumo effettivo. Vi chiedo se poteta aiutarmi sul fatto di far rientrare il robot alla base e farlo allineare con i contatti per caricare la batteria. Grazie a tutti per le vostre risposte. Cordiali saluti Luca.