Scheda a basso consumo per progetto StandAlone

Ciao a tutti,

ho necessità di un informazione.

Devo realizzare un progetto piuttosto elementare.

Sensore di luminosità, quando la luce scende sotto una certa soglia, parte un motore. Quando la luce torna ad esserci parte lo stesso motore nel senso opposto.

Per quanto riguarda i componenti , dovendo il motore spostare una lastra di alluminio con una corda, ho pensato ad un motore DC economico. In quanto a potenza, considerato che la lastra peserà al massimo 300gr, che potenza serve?

Il motore lo doterò di alimentazione autonoma.

Per quanto riguarda la scheda invece, dovrà gestire il motore attraverso il sensore crepuscolare.
Il problema e' che dovendo essere posizionata in un luogo senza corrette elettrica diretta, mettendo un Arduino ho letto in giro che il consumo della scheda alimentata a pile è decisamente eccessivo.

Cosa consigliate in questi casi?
Grazie mille

Ti invitiamo a presentarti qui: Re: Presentazioni nuovi iscritti, fatevi conoscere da tutti! - Generale - Arduino Forum
e a leggere il regolamento: [REGOLAMENTO] Come usare questa sezione del forum - Italiano - Arduino Forum

Grazie mille!

Presentato e stò navigando nei vari link suggeriti

Ma se comunque devi alimentare il motore, e da arduino al motore 2 fili devi tirarli per controllare il motore, non puoi prendere la corrente da dove alimenti il motore verso arduino ?

Dal titolo parli di standalone, sai che puoi fare un progettino senza scheda Arduino ma solo con la MCU Atmel328 ?

Si tirare due fili non sarebbe un problema.

Nella mia scarna conoscenza ho visto che i motori posso alimentarli con delle semplici pile. Devono fare 2 volte al giorno un semplice movimento e breve.

Però documentandomi sull'assorbimento di Arduino ho visto che con una pila 9V e la scheda in stand-by consumi una batteria in circa 4 ore!

Ora , o questo dato era errato, oppure devo trovare una strada alternativa.

Ecco immaginavo di poter fare qualcosa senza Arduino, che utilizzerei per progettare il sistema e testare il codice, ma non sapevo con che scheda fare tutto cio'.
Già una grande informazione!

Sul forum puoi cercare Arduino standalone, c'e' una bella guida del prof. Menniti
http://www.michelemenniti.it/vhd/Elettronica/Guida%20Programmazione%20ATMEL%20con%20Arduino.pdf

Secondo me però dovrebbe essere un passo successivo, soprattutto se non conosci Arduino, programmazione MCU ed elettronica.

No, conosco ben poco.

Attualmente ho fatto alcuni test del Learning di Arduino, ma imparare non è un problema. La volontà c'è e il tempo lo troviamo (di notte).

Mi serve giusto uno spunto per partire. Essendo questo sistema piuttosto semplice, lo avrei sfruttato come test.

Ora comunque mi guardo quel manuale che hai linkato

Grazie mille

Se vuoi imparare allora usa Arduino ma se hai problemi di consumo hai pensato ad un banale interruttore crepuscolare? In rete ci sono un sacco di schemi.

Però documentandomi sull'assorbimento di Arduino ho visto che con una pila 9V e la scheda in stand-by consumi una batteria in circa 4 ore!

un po' di piu', visto che Arduino consuma sui 50mA, diciamo un 8 ore

Ecco immaginavo di poter fare qualcosa senza Arduino, che utilizzerei per progettare il sistema e testare il codice

infatti, Arduino lo usi per provare il codice ed eventualmente per programmare lAtmega in standalone

qui trovi un bello studio sui consumi e sopratutto come far consumare di meno Gammon Forum : Electronics : Microprocessors : Power saving techniques for microprocessors
All'interno troverai anche il codice che con poche modifiche puoi usare. Si tratta di uno sketch che gestisce una termoresistenza, puoi sostituirla con una fotoresistenza con poche modifiche. Il tutto studiato per avere il minimo dei consumi
Gammon Forum : Electronics : Microprocessors : Power saving techniques for microprocessors

zoomx:
Se vuoi imparare allora usa Arduino ma se hai problemi di consumo hai pensato ad un banale interruttore crepuscolare? In rete ci sono un sacco di schemi.

Gia', @zoomx non ha mica tutti i torti

Grazie per le informazioni Brunello, poi vedo i link.

Zoomx, ovviamente!
Ma non mi servirà solo l'interruttore, a meno che non siano programmabili in qualche modo per dare dei timing di funzionamento e inversione motore ecc

Me lo voglio realizzare per imparare Arduino ma realizzando qualcosa di utile.
Inoltre essendo una sorta di cancello, utilizzerò sensori di fine corsa per fermare il motore.

Soprattutto, in futuro sarei in grado di implementare altre automazioni.

Grazie

Finché si tratta di aprire e chiudere una saracinesca, anche con finecorsa, credo che si possa usare l'interruttore crepuscolare. Ma se pensi di voler realizzare qualcosa di più flessibile allora certamente l'Arduino in versione standalone è meglio. Magari provi il programma su una board e poi realizzi lo standalone.

Grazie, ancora.

Intanto inizio a far funzionare il crepuscolare :smiley:

Oook, sketch per crepuscolare e relativi test sul campo effettuati.
Ho collegato anche un potenziometro in modo tale da poter effettivamente regolare la variabile di luminosità in base alla quale far attivare il motore . Funziona tutto anche se il potenziometro non e' precisissimo ma l'applicazione stessa non lo dovrà essere quindi pace.

Passiamo alla pratica.
Devo acquistare i componenti per i motori.

Prima domanda.
Dove acquistate online i vostri articoli? C'e' un sito di riferimento o consigliato?
Ne ho trovati millemila ma non vorrei comprare un po' a destra e un pò a sinistra , ma avere un riferimento unico.

Venendo ai componenti, ecco la mia necessità.
Il motore deve sollevare una lastra in alluminio (max 0,5 kg ) di 50 cm e rilasciarla verso il basso.
La velocità di movimento dovrà essere piuttosto bassa.

DIrei che posso usare un MOTORE DC e controllare con una scheda H entrambe le direzioni del motore giusto?

Che tipo di motori mi necessitano per queste operazioni? Poi il ponte H dovrà essere dimensionato in base al tipo di motore

In rete c'è un progetto di un tizio che ha realizzato una chiusura come la tua per un pollaio.

Lui ha riciclato un motorino di un avvitatore a batteria. Sul sito c'è praticamente tutto.
Se non ricordo male in rete ci dovrebbero essere realizzazioni simili.

Puoi anche usare un motore passo passo economico (meno di 10 euro) tipo il 28BYJ-48 che ha una demoltiplica integrata e probabilmente ce la fa, specialmente se usi una costruzione di sollevamento con contrappeso come fanno per gli ascensori e alcune teleferiche.
Oppure puoi usare una barra filettata sulla porta e una vite senza fine sul motorino.

Ecco perfetto, ho la stessa necessità!
Grazie per la dritta.

Il sistema stile ascensore non mi piace troppo.
La migliore sarebbe la vite infinita.
Il problema e' che volevo mettere il motore in alto e tra porta e tetto ci sarebbe ro almeno 2,3 metri e non posso mettere una vite così lunga.
Pensavo con un cavo che si avvolge e svolge.

C'e' un modo preciso per dimensionare il motore in base al peso dell'oggetto da sollevare?

Inoltre una volta arrivato in alto, il motore di suo se e' in stop puo' reggere il peso o deve essere sempre in tensione?
Con la vite infinita non avrei certamente questo problema.

Riguardo a dove acquistare online, avete suggerimenti?

Altra delucidazione.

Dovendo il mio motore girare piano ma avere forza, è più giusto cercare per un Motoriduttore piuttosto che un motore, giusto?
Tipo il passo passo che mi consigliava zoomx che avendo una demoltiplica integrata è una sorta di motoriduttore.

E' corretto o stò facendo confusione?

Il passo passo che avvolge una corda credo ci potrebbe anche stare e se ha la riduzione non credo che i 300g siano in grado di muoverlo al contrario. Ma in questo caso non sono un esperto e neanche un principiante.
Se usi il contrappeso (300g sono un puccolo contrappeso) il problema viene eliminato come per la vite senza fine ma credo proprio che il piccolo passo passo riesca a tenerla ferma lo stesso. Però preferirei che su questo si esprimesse qualcuno con più esperienza.

Prova anche a cercare altri progetti di apriporta per pollai o roba di dimensioni simili anche se non realizzati con Arduino, ti basta l'ispirazione per la meccanica.

Grazie per le info.

Nel frattempo per testare il circuito vorrei comunque acquistare un ponte H. Posso prendere un L293D o comunque ne dovrò prendere uno specifico per il motore che acquisterò?

Credo che la differenza principale risieda nella potenza che possono erogare. Io ho comprato una schedina con l'uln2003 ma su ebay c'è la scelta si schedine con tutti i principali chip a meno di 10 euro.