segnalare ostacolo a vista con terzo dispositivo

salve, ho visto i sensori di ricezione trasmissione IR .. la mia idea sarebbe quella di avere un ricevitore e un trasmettitore uno di fronte l'altro, e quando un determinato oggetto ( non tutti, magari uno con all'interno un rilevatore di questo segnale ) passa in mezzo capisce di essere passato in mezzo a quel segnale di quei due dispositivi.. con gli IR però ovviamente mettendo un qualsiasi oggetto in mezzo avrei una interruzione del segnale..

non so se mi sono spiegata, in sostanza vorrei , ad esempio in un cancello, che sia definito il concetto di persona autorizzata o meno semplicemente portando con se un terzo dispositivo che capta il segnale del cancello e quindi da "l'autorizzazione"..

quale hardware si potrebbe utilizzare per una cosa del genere? grazie mille!

Non sono esperto, abbozzo solo una idea. un lettore di RFID ? Magari con anche un sensore IR.
Quello IR sente se c’e’ qualcuno, il RFID verifica se è autorizzata.

Vediamo se ho capito.

La persona porta addosso un un ricetrasmettitore IR, in attesa di ricevere un segnale IR codificato.

Nei pressi di un varco dotato di un dispositivo simile ma sempre in trasmissione, il ricetrasmettitore riceve il segnale ed emette a sua volta un segnale di presenza che, il ricevitore del cancello riconosce autorizzando il passaggio.

E’ corretto?

Non credo @cybers, mi pare @elisa ha visto una barriera IR e capito come funziona ma quella non le basta perché non sà distinguere se chi passa è autorizzato. Lei ha necessità di "distinguere" un autorizzato da uno non autorizzato. Almeno io ho capito così.

Infatti nid, la mia idea deriva da un progetto di transponder IR che a suo tempo ho progettato per la domotica.

In pratica, il computer dell'impianto conosce la stanza in cui si trova una certa persona grazie al codice di identificazione.

cyberhs: Vediamo se ho capito.

La persona porta addosso un un ricetrasmettitore IR, in attesa di ricevere un segnale IR codificato.

Nei pressi di un varco dotato di un dispositivo simile ma sempre in trasmissione, il ricetrasmettitore riceve il segnale ed emette a sua volta un segnale di presenza che, il ricevitore del cancello riconosce autorizzando il passaggio.

E' corretto?

esatto, praticamente questo! però con un IR che trasmette sempre, passando con il dispositivo addosso , in tasca o in borsa o dentro un contenitore, come farei a "inciampare" nel segnale così da rispondere ed essere autorizzato?

Il dispositivo IR è di tipo ottico, quindi non può essere inserito in una borsetta od in tasca.

Meglio usare un RFID a questo punto, simili a quelli che autorizzano il passaggio dei veicoli nei caselli autostradali (TELEPASS).

[/quote]

cyberhs: Il dispositivo IR è di tipo ottico, quindi non può essere inserito in una borsetta od in tasca.

Meglio usare un RFID a questo punto, simili a quelli che autorizzano il passaggio dei veicoli nei caselli autostradali (TELEPASS).

però in questo modo la distanza di lettura si accorcerebbe drasticamente fino anche a 10 15 cm

basta il singolo tag rfid. ci puoi memorizzare la bibbia dentro quindi identifichi la singola persona/oggetto…
non capisco il perche dei due…

elisaArduino94: però in questo modo la distanza di lettura si accorcerebbe drasticamente fino anche a 10 15 cm

No perchè quello che dice Cyberhs è un transponder attivo (alimentato da batteria) mentre quello a cui tu ti riferisci è uno passivo (telealimentato dalla stazione base) , il telepass è attivo

ok ho capito! quindi due rfid, uno per la persona e uno per il cancello. nel cancello quello attivo che trasmette sempre il segnale ( lo tengo attaccato alla corrente) , ma quello della persona se passivo comunque non riesce a leggere il segnale di quello attivo a grande raggio? ho letto che ci sono anche i semi passivi ma son i più costosi..

sto cercando su internet ,ma ovviamente trovo già sistemi già realizzare ( chiavi auto ecc ) .. sapete come posso cercarne di attivi o semipassivi ( potrebbero andare bene lo stesso? ) di piccoli e non ingombranti?

per tag rfid passivo si intende un tag che non necessita di alimentazione.
quando si trova nei pressi del lettore, il tag riceve le onde elettromagnetiche del tx e una parte di esse viene convertito in “tensione di alimentazione” che appunto alimenta il circuito e il chip invia il suo identificativo.

distanza di acquisizione… in funzione all’antenna trasmittente/ricevente e al circuito TX/RX
se e’ un lettore buono che ha una buona sensibilità e un’antenna adeguata si raggiungono anche i 2-6metri

mi sa che mi converto di nuovo al tag passivo da passare sul lettore, penso sia la soluzione più economica e facile.. non riesco proprio a trovarne di attivi piccoli e sottili da inserire nel dispositivo dell'utente

elisaArduino94: mi sa che mi converto di nuovo al tag passivo da passare sul lettore, penso sia la soluzione più economica e facile.. non riesco proprio a trovarne di attivi piccoli e sottili da inserire nel dispositivo dell'utente

bisogna vedere che dispositivo... dimensioni? tutto si puo fare basta avere idee chiare...

I discorsi sull'rfid si basano sul fatto che tu voglia identificare chi sta passando. Se invece - come sembrerebbe leggendo la tua richiesta iniziale - ti basta semplicemente sapere se chi sta passando "è autorizzato", senza necessariamente identificarlo, allora potresti usare altri sistemi, come un piccolo trasmettitore che emette una portante quando un piccolo ricevitore ad esso collegato riceve un'altra portante emessa dal sistema fisso montato sul cancello. Semplice, consuma poco e lo adatti facilmente alla distanza che ti serve coprire. Un ulteriore passo potrebbe essere quello di trasmettere un codice, invece della sola portante, in modo da consentire anche il riconoscimento. Dipende anche da qual è il livello di sicurezza richiesto.

... un paio di moduli BT, uno sul cancello così posso accorgermi di essermi avvicinato, l'altro me lo porto dietro e, rilevato il cancello, invio il codice di apertura. Più semplice di così si muore :D :D :D

Guglielmo

moduli rx e tx della aurel... hai un pin che ti segnala la ricezione portante quindi usando quel pin puoi "svegliare" arduino nano e inviare un codice univoco cosi oltre che rilevarlo lo identifichi.

ESP8266 rilevata la SSID connessione e invio di codice...

sistemi ce ne sono una miriade e alla fine son tutti telepass.....o con un minimo sforzo lo fai diventare

elpapais: ... tag rfid passivo .....

distanza di acquisizione.... in funzione all'antenna trasmittente/ricevente e al circuito TX/RX se e' un lettore buono che ha una buona sensibilità e un'antenna adeguata si raggiungono anche i 2-6metri

2 metri non riuscirai mai a raggiungerli o almeno io non conosco nessuna applicazione che con tale tecnologia arriva a 2mt

Solo i tag “attivi”, ma vale la pena di spendere una cifra del genere ?

Quelli passivi, magari riesci a generare un campo portante EM sufficente ad alimentare il tag a 4/5 metri … ma dovrebbe essere talmente forte che nel frattempo hai fritto i pacemaker a tutti quelli che passano ad un paio di metri dall’antenna :stuck_out_tongue: :smiley:

icio: 2 metri non riuscirai mai a raggiungerli o almeno io non conosco nessuna applicazione che con tale tecnologia arriva a 2mt

io sto parlando di RX-TX o RTX aka esp8266, NRF24, e chi piu ne ha piu ne metta.... aldilà di quello esistono tag rfid che superano i 5m usando antenne molto grandi, vengono usati per nello sport e in applicazioni particolari.

La eurochip di Varmo(UD) ne faceva diverse versioni