Sensore capacitivo e prossimità

Ciao a tutti. Ho intenzione di realizzare un sensore capacitivo su un balcone per tracciare l'eventuale intruso che si arrampica sulla balaustra.

Pensavo di far scorrere lungo la parte interna della balaustra una coppia di fili di rame (con un rivestimento sottile). In questo modo, non solo al tocco, la mano che si avvicina in prossimità dei fili, faccia scattare la segnalazione.

Avrei due domande. 1) E' una soluzione fattibile? Conoscere alternative, anche di materiali diversi? 2) Ci sarebbero circa 10 metri di filo da passare in corrugati vari, prima di arrivare alla zona sensibile da "sorvegliare". Basta "tarare" il valore di riferimento e impostare poi le soglie per cui possa scattare la segnalazione, si può fare ? oppure la lunghezza del filo è troppo alta (e quindi alza impedenza?)

Grazie.

E cosa succede quando piove o nevica?

Perché non utilizzi una più semplice ed affidabile barriera ad infrarossi a riflessione?

cyberhs: Perché non utilizzi una più semplice ed affidabile barriera ad infrarossi a riflessione?

.. o, molto meglio, una multi-fascio nata esattamente per lo scopo ??? Oramai si trovano ottimi prodotti a prezzi abbordabili :)

Ad esempio, cerca su internet "barriere IR Garrison" ... sono dei buoni prodotti ... ;)

Guglielmo

Grazie mille per i consigli. Ma cercavo un'apparecchiatura poco visibile, ed esteticamente accettabile. Sto facendo alcuni esperimenti con un TSOP4838 e un telecomando per simulare la "barriera" per riflessione.

Il problema è che il TSOP prende praticamente sempre...(visualizzo il codice del tasto premuto sulla seriale) rendendo difficile valutare se qualcosa si è interposto tra sensore e trasmettitore Posso intervenire invece che su un ipotetico codice inviato - non ricevuto....sulla potenza del segnale riflesso per capire se qualcosa ha oltrepassato la barriera?

Grazie,

Scusa, non capisco... una barriera IR è un segnale IR fisso tra l'emettitore ed il ricevitore. Normalmente la barriera non è interrotta e questo stato sarà segnalato o da un segnale fisso del ricevitore oppure da un'assenza di segnale (a seconda dei ricevitori). Se qualcosa interrompe la barrierà verrà dato l'impulso (o tenuto fisso il segnale). Tu stai invece usando il ricevitore come... ricevitore di un telecomando. :sweat_smile:

leo72: Scusa, non capisco... una barriera IR è un segnale IR fisso tra l'emettitore ed il ricevitore. Normalmente la barriera non è interrotta e questo stato sarà segnalato o da un segnale fisso del ricevitore oppure da un'assenza di segnale (a seconda dei ricevitori). Se qualcosa interrompe la barrierà verrà dato l'impulso (o tenuto fisso il segnale). Tu stai invece usando il ricevitore come... ricevitore di un telecomando. :sweat_smile:

Intendevo dire che ho usato il telecomando come emettitore, cercando di creare una "barriera" ma il ricevitore riceve sempre anche se ci passa una persona davanti, probabilmente perche il fascio dell'emettitore è troppo ampio trattandosi di un telecomando. O per riflessione sulle pareti.... Per questo chiedevo se era possibile intervenire valutando la potenza ricevuta dal segnale, ponendo una soglia di riferimento rispetto alla distanza, per poi valutare le differenze al passaggio di un oggetto

Prova a racchiudere trasmettitore e ricevitore in due tubetti neri, lunghi qualche cm ... ... così da trasformarlo in un fascio più stretto e poi collimarli ;)

Guglielmo