Sensore per misurare inclinazione? Giroscopio o accelerometro?

Ciao a tutti,

Vi spiego:

Devo misurare l'incilinazione si un asse (Y) ma non ho ben capito quale sensore usare...

quest'asse e' libero di inclinarsi, ed per un'estremita e' poggiato su una puleggia che si muove tramite una cinghia cintrollata da un motore passo passo, mentre l'altra estremita' e' fissata ad un piano con altezza fissa.

Se l'asse avra' un'inclinazione di -3°, io controllero' il motore affinche' l'asse ritorni a 0 gradi.

Il problema e' che non so che sensore usare...

Non sono un esperto, quindi se consigliaste sensori semplici da utlizzare (per la lettura dei dati) sarebbe meglio XD

Grazie mille :)

Acelerometro. In alternativa potresti usare un encoder magnetico come per esempio il AS5134. Ciao Uwe

Ciao uwefed,

ti quoto un testo che ho trovato sul web, che dice come trovare l'inclinazione:

La formula per ricavare l'angolo dai valori letti è:

Ang = acos (0.707 * [Ax+Ay]/g)

Dove:

Ang = inclinazione acos = arco coseno Ax = accelerazione in m/s^2 asse x Ay = accelerazione in m/s^2 asse y g = accelerazione gravitazionale (9.81 m/s^2)

Dici che e' giusto?

Inoltre l'utente che ha scritto cio' ha detto che si potrebbe misurare l'inclinazione con un accelerometro a due assi tra loro ortogonali.

Io a due assi non ho trovato niente, ma penso che andrebbe bene anche uno a 3 assi no?

Magari se citi pure la fonte, ovvero io, è meglio.

p.s. Ovviamente, dato che sono io la fonte, è corretto :)

astrobeed: Magari se citi pure la fonte, ovvero io, è meglio.

p.s. Ovviamente, dato che sono io la fonte, è corretto :)

Si lo so astro XD pero' siccome era un altro forum, temevo che ti potesse dare fastidio :)

Comunque saresti cosi gentile da spiegarmi quella formula ?

E scusa la domanda banale, ma con qualsiasi accelerometro a 3 assi posso ricavarmi l'inclinazione?

Rodrigoson6: Si lo so astro XD pero' siccome era un altro forum, temevo che ti potesse dare fastidio :)

Questa non l'ho capita, le fonti vanno sempre citate, o almeno il suo autore, altrimenti come si fa a verificarne l'attendibilità ? Hai decontestualizzato un testo e l'hai postato, oltretutto la discussione da cui proviene riguarda proprio il tuo problema. Non hai idea di quanta fuffa si trova su internet, un sito/blog posta la "cavolata" iniziale e poi viene ripresa da una miriade di altri siti/blog che ripubblicano senza verificare l'attendibilità, il risultato finale è che la fuffa vince 10:1 contro le informazioni corrette.

Comunque saresti cosi gentile da spiegarmi quella formula ?

C'è poco da spiegare è banale trigonometria applicata a due vettori, gli assi dell'accelerometro.

E scusa la domanda banale, ma con qualsiasi accelerometro a 3 assi posso ricavarmi l'inclinazione?

Ovvio che si, inoltre quell'applicazione serve solo in contesti dove c'è da compensare una accelerazione lineare ortogonale all'asse di inclinazione, p.e. per misurare l'inclinazione di una auto, se l'asse di rotazione non si sposta basta un accelerometro a singolo asse, o utilizzare un solo asse di un accelerometro multiasse.

Scusate ... sara' anche una soluzione banale ... ma se il piano e' fisso, c'e' un solo asse, e l'inclinazione e' cosi poca, non sarebbe meglio usare un normale potenziometro ? ... ;)

@astrobeen

Hai ragione, perdonami. Che ne pensi di questo accelerometro?

MMA7361 http://www.danielealberti.it/2014/01/collegare-un-accelerometro-mma7361-ad.html?m=1

@etemenanki

E' una buona idea, pero' non credo abbastanza precisa come un accelerometro, e sopratutto Longeva. Penso che se ci sono continue inclinazioni, in breve tempo il potenziometro potrebbe usurarsi e andare in errore...

Rodrigoson6: E' una buona idea, pero' non credo abbastanza precisa come un accelerometro, e sopratutto Longeva. Penso che se ci sono continue inclinazioni, in breve tempo il potenziometro potrebbe usurarsi e andare in errore...

Se è possibile montare un potenziometro è la soluzione migliore, meno costosa e anche più precisa, basta usare un "Angle Sensing Potentiometer", sono potenziometri specifici per l'uso come sensori angolari, l'elemento resistivo è realizzato con particolari miscele che ne garantiscono una lunga durata.

Dipende dal potenziometro ... http://www.vishay.com/docs/51056/p30l.pdf ... :P

Scherzi a parte, dipende dall'uso e dall'ambiente, anche, ma in genere si parla di anni ... pensa ai potenziometri usati nei joystick dei videogames, quanto durano in media ... ormai quasi tutti i produttori usano i substrati cermet, non ci sono quasi piu quelli in bachelite con carbone deposto, quindi le durate, anche se non estreme come quello linkato, vanno quasi sempre sui 500000 cicli ...

La precisione dipende dal valore e dalla corsa ... ad esempio, sempre parlando dei potenziometri per joystick, la loro corsa totale e' concentrata in un breve arco al centro, invece che su tutti i 120 gradi di rotazione, quindi la variazione per piccoli movimenti e' maggiore di quella ottenibile con normali potenziometri, ed anche la relativa precisione lo diventa ...

EDIT: Astro, mi hai battuto sul tempo :P

Comunque, anche se non trovi specifici potenziometri angolari, si puo aumentare la precisione usando uno "sporco trucco" :P ... si prende un trimmer o potenziometro di tipo cermet, ma LOGARITMICO, invece che lineare, e lo si monta in modo che l'astina lo faccia lavorare nella zona di maggior resistenza, verso il finecorsa ... in quel modo la variazione sara' massima anche per piccoli spostamenti, e quindi anche la precisione ottenibile ... ovviamente l'uscita in quel caso sara' logaritmica, ma basta compensarla dal lato software ;)

Etemenanki:
quindi le durate, anche se non estreme come quello linkato, vanno quasi sempre sui 500000 cicli …

Gioca a Track&Field e poi ne riparliamo…

Bene ho rivalutato i potenziometri :D

Se sono precisi e durano a lungo, sono la soluzione migliore.

In teoria io potrei avere inclinazioni di massimo 100°.

Potreste linkarmi un potenziometro adatto a questo scopo?

ciao se le inclinazioni possono arrivare a 100° allora ti consiglio di usare un encoder con un sistema di pulegge magari con rapporto conduttrice/condotta minore di 1

stefa24: ciao se le inclinazioni possono arrivare a 100° allora ti consiglio di usare un encoder con un sistema di pulegge magari con rapporto conduttrice/condotta minore di 1

ma è veramente difficile avere un'escursione del genere....

comunque proverò con l'accelerometro :/ ho paura che il potenziometro (o 2 potenziometri) non possa reggere il peso.

L'accelerometro è uno strumento che misura la variazione G, accelerazioni decelerazioni di velocità, può essere su 1 asse, 2 assi, 3 assi. (può essere usato per azionare gli airbag)

Il giroscopio si accorge dell'inclinazione dello strumento rispetto all'asse terrestre, è usatissimo in tutti gli aerei con pilota automatico, wing leveler (livellamento alare) controllo rateo di salita/discesa ecc.

Non capisco perchè viene consigliato un accelerometro quando serve una misura angolare, qui davanti a me ho un giroscopio e due accelerometri (elettronici) collegati a una Arduino UNO.

L'accelerometro è cosi sensibile che basta muovere il mouse nel tappetino che mi segnala l'evento, mentre non si accorge per nulla se lo muovo o lo ruoto lentamente fino a capovolgerlo. Il giroscopio (4X) si accorge perfettamente anche alla minima inclinazione della scheda ma non sente le vibrazione e/o le accelerazioni, qualcosa mi sfugge.......

triac60: qualcosa mi sfugge.......

Direi proprio di si, i giroscopi elettronici sono dei sensori di velocità angolare e non di posizione.

PaoloP: Gioca a Track&Field e poi ne riparliamo...

:D :D quante manopole ho rischiato di sfasciare!!! Che gioco!

astrobeed: Direi proprio di si, i giroscopi elettronici sono dei sensori di velocità angolare e non di posizione.

Qualcosa mi sfugge... dal tuo ragionamento, non da quello che osservo.... e li ho sottomano tutti e due, giroscopi e accelerometri!!! Di certo il giroscopio che ho non è una bussola, se è questo che intendi....

Etemenanki: Scusate ... sara' anche una soluzione banale ... ma se il piano e' fisso, c'e' un solo asse, e l'inclinazione e' cosi poca, non sarebbe meglio usare un normale potenziometro ? ... ;)

Anche secondo me questa è la soluzione migliore per il problema proposto.

Ma chi sono io? ho solo 32 post in questo forum...

astrobeed: Direi proprio di si, i giroscopi elettronici sono dei sensori di velocità angolare e non di posizione.

ora inizio a confondermi.....

giroscopio o accelerometro ? :smiling_imp: