Sensore touch jog cdj

Salve a tutti, mi stavo chiedendo come facessero le jog dei cdj, dotate di una sorta di piastra metallica, a rilevare il tocco e anche la forza/intensità del tocco, quale sensore permette di fare una cosa del genere?
Siccome non so come spiegarmi meglio, vi linko un video dei cdj 900 per farvi capire cosa intedo: https://www.youtube.com/watch?v=8g7CDAfGR9k
Grazie in anticipo per le risposte.

Semplice sensore touch collegato al disco, piu un'encoder incrementale free-running (non quelli con gli scatti, probabilmente un 200 passi o anche meno) ... il resto lo fa tutto il software ...

Ma tu vorresti emularlo con Arduino ? ... perche' la funzione probabilmente si puo emulare, ma per la musica Arduino non ha abbastanza risorse, per cui servirebbe altro hardware ...

Innanzitutto grazie della risposta, comunque no non voglio fare la parte musicale con arduino ma solo la parte MIDI, quindi utilizzarlo come controller.
Per la parte audio dovrei utilizzare un qualcosa di simile al raspberry ma con specifiche audio migliori in futuro credo.

Stavo guardando in giro alcuni che con un vecchio hard disk rotto riescono ad usarlo come jogwheel mediante la corrente indotta dai magneti del motore. Dite che funziona ed è preciso come una jogwheel comune?

Difficile, essendo magnetico, se lo ruoti molto lentamente rischi di non rilevarne il movimento ... e poi ti serve il software per leggere le tre fasi e calcolarne le variazioni ... tanto vale prendere uno di quelli ottici su ebay ... quelli free-running, non quelli con gli scatti ...

Anche perche' una volta costavano una cifra, ma ormai li si trova per poco ... ad esempio questi per meno di 10 Euro (qualche anno fa un coso cosi lo si pagava 140000 lire :stuck_out_tongue: :D)... o altri simili, anche a 200pr o meno ...

Ah perfetto.
Intanto documentandomi su come fosse fatta la jog wheel dei cdj 2000 ho notato che il movimento non viene rilevato sull'asse di rotazione direttamente, ma c'è un ingranaggio che muove una altra rotellina che penso debba essere associata all'encoder. Questo penso sia stato realizzato in quanto può essere regolato una sorta di force feedback, ovvero si può decidere quanto deve essere dura la jog nella sua fase di rotazione, quindi in base ad un potenziometro ci dovrebbe essere qualcosa che fa più o meno attrito sull'asse di rotazione. Esiste qualcosa del genere già pronto in commercio o devo realizzarlo io? E se devo realizzarlo io, avete idee :smiley: ?

Dipende se ti basta fisso e "meccanico", o se lo vuoi che possa essere variato anche dall'elettronica ...

Nel primo caso, la cosa piu semplice che mi viene in mente e' di massacrare ehm, "smontare con cura" (:D) un vecchio videoregistratore, recuperando i perni delle cassette ed i relativi freni (frizioni composte in genere da un braccetto con un tampone di feltro, oppure un nastro con l'interno di feltro, che sfregano sulla parte liscia della base del perno, tagliandone uno a misura e montandolo sull'asse dell'encoder, oppure montandoci un qualche altro tipo di ruota con l'esterno liscio, ed usando il braccetto o il nastro regolato con una molla ed una vite o un'albero, in modo da farlo sfregare piu o meno duramente) ...

Nel secondo caso, penso che la cosa piu semplice sia trovare un "freno magnetico" come quelli che posizionano sugli assi motore di alcune macchine, pero' qui non ho idea se ci siano cosi piccoli, ne quanto possano costare ... e fabbricarlo sarebbe un po piu complesso di quello meccanico ... oppure, ma serve sempre un po di meccanica, accoppiare con ingranaggi o puleggia un motorino elettrico all'encoder, cosi si puo cortocircuitarlo con una resistenza variabile per frenarlo ...

Ci sono altri sistemi, ma piu economici non me ne vengono in mente per ora ...

Deve essere variabile…
Io qualche idea la avrei, tipo un meccanismo simile ai freni a pattini della bicicletta, ovvero una sorta di pinza con le estremità in feltro che va a fare più o meno attrito sull’asse di rotazione della jogwheel, ovviamente per fare questo ci vorrebbe un motorino di qualche tipo che permetta di stringere la “pinza”, solo che il problema poi, oltre che a trovare un motorino che possa farlo, è far restare la pinza all’apertura richiesta per fare la pressione decisa sull’asse senza che il motorino sia continuamente sotto sforzo.
Così avevo pensato ad una vite che stringe o allarga la “pinza” in base alla pressione richiesta, però questa sarebbe ancora un’idea più difficile da realizzare in quanto bisognerebbe trovare qualche motore che riesca a stringere o allentare la vite, sempre se esiste.
Insomma, in sostanza con questa idea sarebbe necessario trovare qualcosa che faccia rimanere ferma nella posizione richiesta la “pinza” senza il continuo sforzo del motore.

Allora probabilmente accoppiare meccanicamente (con cinghiolo e pulegge o con un paio di ingranaggi) un motorino all'asse e cortocircuitarlo con un potenziometro (con in serie una resistenza, per evitare di danneggiarlo al valore piu basso) potrebbe essere la soluzione migliore ... piu il valore del potenziometro si riduce, piu il motorino offre resistenza alla rotazione ...

Hai mica in giro un qualche vecchio motorino di recupero per fare una prova ? ... anche recuperato da qualche lettore di CD rotto o da qualche giocattolo ?

La cosa che mi chiedo è: se vado a fare pressione sul motore, questo non si rompe? Oltretutto la jog resta ferma, come lo uso?

Il motore in quel caso fa da freno elettromagnetico … non muove nulla, viene mosso dalla manopola, e piu la resistenza ai suoi capi e’ bassa (e piu la puleggia o ingranaggio del motore sono piccoli rispetto a quelli montati sulla manopola, ovviamente), piu fara’ resistenza … un po come le frizioni a feltrini, solo senza il casino del doverle bilanciare e regolare meccanicamente :wink:

Se hai un qualche motorino in casa puoi provarlo al volo … fallo girare a mano, poi metti in corto i fili e fallo girare di nuovo, e vedi cosa intendo … e no, non si rovinano …