Sensori di temperatura per arduino

Buongiorno a tutti ragazzi e volevo chiedervi se mi potevate consigliare una sonda di temperatura.
vi do qualche dato:

utilizzo arduino uno
range di temperatura 0/140 in particolare 20/120
non deve essere per forza waterproof

Grazie a tutti in anticipo

La sonda con DS18B20 (digitale) ha un range tra -55°C e +125°C con precisione sino a +/- 0.5°C entro -10°C e 85°C:

già che ci sono vi espongo un'altro problema,
io ho creato una macchina utensile che lavora tra i 60 e i 200 gradi, essa parte da fredda (temperatura ambiente = 20° ) e attraverso il programma la porto a una temperatura tra i 60 e i 200 gradi, poichè mi serve una precisione della sonda di +/- 1 grado che sonda mi consigliate?
ci sono problemi per il fatto che parte da temperatura ambiente?
grazie in anticipo a tutti

Per arrivare a 200°C con quella precisione mi sa che non puoi usare un sensore come quello citato da Cyberhs, o altri come TMP35/36. Dovresti provare a guardare le termocoppie con integrati specifici come l'AD797 o similari. Più che altro il fattore di disturbo può essere la non linearità in un range così ampio. Per il resto non c'è alcun problema derivante dal fatto che tu parta a temperatura ambiente.

Ciao Michele, scusa se completo la tua frase :smiley:

Bussa: non c'e' alcun problema, a patto che i materiali della macchina siano adatti a lavorare su un range di temperatura cosi esteso e che la dilatazione termica non interferisca con il funzionamento, ovviamente (ma spero che tu questo lo abbia gia preso in considerazione, prevedendo riscaldamento graduale e non accoppiando materiali con dilatazioni termiche troppo differenti ;))

Etemenanki:
Ciao Michele, scusa se completo la tua frase :smiley:

Bussa: non c'e' alcun problema, a patto che i materiali della macchina siano adatti a lavorare su un range di temperatura cosi esteso e che la dilatazione termica non interferisca con il funzionamento, ovviamente (ma spero che tu questo lo abbia gia preso in considerazione, prevedendo riscaldamento graduale e non accoppiando materiali con dilatazioni termiche troppo differenti ;))

Figurati Etem, ubi maior minor cessat :slight_smile:
Io non ho sinceramente dato peso alla cosa perché ha scritto

io ho creato una macchina utensile che lavora tra i 60 e i 200 gradi

quindi secondo me sta lavorando già senza problemi, ma comunque non ci capirei nulla lo stesso, tanto per essere chiari..... :smiley:

Etemenanki:
Ciao Michele, scusa se completo la tua frase :smiley:

Bussa: non c'e' alcun problema, a patto che i materiali della macchina siano adatti a lavorare su un range di temperatura cosi esteso e che la dilatazione termica non interferisca con il funzionamento, ovviamente (ma spero che tu questo lo abbia gia preso in considerazione, prevedendo riscaldamento graduale e non accoppiando materiali con dilatazioni termiche troppo differenti ;))

grazie mille dell'interessamento ma non ci sono problemi per la dilatazione termica,
non so che sensore utilizzare però,
qualche consiglio?

Se vuoi una lunga durata, termocoppia ... ci sono anche incapsulate, non solo quelle a filo, e di solito se usate con i loro circuiti, hanno anche una buona precisione ... se invece vuoi usare una NTC, devi trovarne una di quelle passivate in vetro da almeno 100K (quelle che sembrano delle piccole gocce di vetro possono lavorare fino a 250 gradi, alcuni modelli fino a 300)

Etemenanki:
se invece vuoi usare una NTC, devi trovarne una di quelle passivate in vetro da almeno 100K

Si trovano facilmente come ricambi per le stampanti 3D, p.e. questa, attenzione che sono delicate, è un attimo rompere il case in vetro.
Se si fa una calibrazione è possibile ottenere letture precise a +/- 1°.

Bussa:
io ho creato una macchina utensile che lavora tra i 60 e i 200 gradi, essa parte da fredda (temperatura ambiente = 20° ) e attraverso il programma la porto a una temperatura tra i 60 e i 200 gradi

mi intrometto per chiedere una info... visto che ho un problema simile... cosa usi per arrivare a 200°C?