Sensori serbatorio

Buongiorno a tutti , ho in mente una cosuccia per la mia stufa a pellets in montagna. Ho gia un attuatore telefonico GSM per accendere spegnere e regolare la stufa a distanza via cellulare , ho però il problema della quantità di pellet a disposizione e dei tempi di accensione, non posso accenderla troppo tardi se non la casa non si scalda a dovere ( quindi l'attuatore non serve a nulla) ma nemmeno troppo presto se no si consuma il pellet e la stufa si spegne. al che mi è venuta un idea. Intanto costruirei un serbatoio aggiuntivo da mettere nel soffitto di casa dietro alle perline di legno in modo che non si veda , per come è la situazione è fattibilissimo e sono fortunato . Da questo serbatoio vorrei far uscire un tubo che va sobra al serbatoio della stufa , in fondo avrei un tratto di tubo con una ghigliottina ovviamente motorizzata ( se esiste gia in commercio non lo so nel caso sarebbe da scoprire il motorino più adatto ). Da qui arrivate voi esperti di elettronica. Vorrei mettere un sensore o fotocellula quasi sul fondo della stufa ed uno in cima collegandoli al motorino della ghigliottina , quando il livello del pellet scopre la fotocellula bassa ( quindi il serbatoio è quasi vuoto ) la ghigliottina del tubo si apre e scende il pellet che riempe il serbatoio il pellet arrivato in cima copre il sensore superiore e fa chiudere la ghigliottina. Credo sia fattibilissima la cosa ma vi giuro non saprei da dove cominciare con i componenti da usare . Mi sapreste aiutare ?

Spero abbiate capito il concetto nel caso mi metto a fare un " disegno" schematico della cosa per chiarire le idee.

Grazie per l'attenzione e per le eventuali risposte

Metti un laserino rosso poco potente che colpisce la fotocellula (messa al fondo di un tubetto nero dove deve entrare per bene il fascio laser). Se c'e' luce (il fascio arriva) non c'e' pellet. Quel che mi lascia dei dubbi è il calore della cosa.

intanto grazie per la risposta . Bhò la temperatura all'interno del serbatoio non dovrebbe essere altissima verificherò per quanto possibile . Un paio di cose cosa intendi per messa al fondo di un tubetto nero. Dovrei fare la stessa cosa in alto per interrompere la "carica" di pellet e far girare il motorino della ghigliottina per interrompere il flusso di pellet in quel caso il laser dovrebbe lavorare al contrario .... come collego al motorino le due fotocellule ? e che tipo di laser mi cosngilieresti di usare ,s cusami ma sono completamente ignorante di ste cose anche se poi quando ho davanti i giusti prodotti e qualche schema so costruire :)

Per il laser un qualcosa che emette luce rossa molto "forte" tipo questo: http://www.ebay.it/itm/NEW-650nm-5mW-Red-Laser-Line-Module-Focus-Adjustable-Laser-Head-5V-/231047785459?pt=LH_DefaultDomain_0&hash=item35cb856bf3&_uhb=1

Per forte intendo che non viene interrotto dalla luce ambientale. Se da una parte hai un laser che emette il fascio di luce, dall'altra devi avere una fotoresistenza, tipo questa: http://www.ebay.it/itm/20PCS-GL5528-Photoresistor-LDR-Photo-Resistors-Light-Dependen-t-new-/230960108475?pt=LH_DefaultDomain_0&hash=item35c64b93bb&_uhb=1

L'idea è che i tuoi pellet se presenti interrompano il fascio e se assenti lo lascino passare. Il funzionamento è come una fotocellula nelle barriere a infrarossi ma qui a te non interessa che il fascio sia invisibile.

Se la luce raggiunge o non raggiunge la fotoresistenza, la fotoresistenza cambia di valore. Però la fotoresistenza è influenzata anche dalla luce ambientale. Se la posizioni dentro un tubicino nero (esempio un tubicino di plastica che poi foderi con nastro isolante nero) e il fascio lo spari dentro al tubicino è più difficile che la luce ambiente lo colpisca. Alla fine hai una specie di interruttore. In Arduino in base a questo "interruttore" dovrai pilotare un motorino.

Qualcosa del genere:

Ho solo un dubbio riguardante i pellet che potrebbero incastrarsi nei sensori e percui non misurare la reale assenza dei pellet. Inoltre essendo un ambiente molto polveroso potresti avere problemi coi sensori sporchi dopo un po di tempo.

Ciao Uwe

nid sei fantastico diciamo che nella mia mente visivamente immaginavo proprio una cosa simile. I link ai componenti su ebay non hanno prezzo ;) Ovviamente per come vorrei fare la cosa avrei bisogno di due laser del genere uno da mettere sul fondo ed uno in cima , uno deve aprire e l'altro chiudere la ghigiottina del tubo da cui esce il pellet ,come fare a fargli fare un movimento ad senso l'altro all'altro ? basta invertire la polarità dal sensore al motore o serve una scheda a parte che gestisca tutto ? e tralaltro ancora non saprei che motorino usare per girare tale ghigliottina che dovrebbe fare un movimento di un quarto di giro..... ma va be qualcosa troverò magari esiste anche gia fatta.

uwefed hai ragione ma mettere un "vetrino" davanti al tubo nero ?! dici che creerebbe problemi al fascio luminoso ? si l'ambiente è polveroso ... ma credo che un modo per "isolarle " si trova .. no ? :)

ah in effetti non pensavo al fatto che la fotoresistenza , la ricevente diciamo potrebbe rimanere impolverata... anche se direi che mettendola leggermente più in alto e non proprio sul fondo dovrebbe risolversi il problema.

Grazie ragazzi siete dei grandi !!!

Allarmerosso:
Ovviamente per come vorrei fare la cosa avrei bisogno di due laser del genere uno da mettere sul fondo ed uno in cima , uno deve aprire e l’altro chiudere la ghigiottina del tubo da cui esce il pellet ,come fare a fargli fare un movimento ad senso l’altro all’altro ? basta invertire la polarità dal sensore al motore o serve una scheda a parte che gestisca tutto ?
e tralaltro ancora non saprei che motorino usare per girare tale ghigliottina che dovrebbe fare un movimento di un quarto di giro… ma va be qualcosa troverò magari esiste anche gia fatta.

Bisogna vedere che cos’e’ questa ghigliottina. Quanto pesa? Come è fatta? Come si aggancia nella stufa?
Un motore passo passo o un servo molto robusto con una ghiera in acciaio potrebbe attraverso una asta alzare/abbassare una specie di paletta se vista come una leva (io penso ad un qualcosa fatto a mò di paletta o scivolo, non sò se è cosi).
http://www.aliexpress.com/item-img/Free-shipping-Original-factory-RDS3115-Metal-gear-digital-servo-Robot-servo-arduino-servo-for-Robot-diy/714542078.html
vedi foto 2, sul servo si può montare una “ghiera” in acciaio o metallo e dai suoi buchi può partire una asta rigida.

ah accidenti quella è una cosa più seria di quanto pensassi eheheh

Io puntavo più ad una cosa del genere

Quello tutto a destra

nella mia idea intanto il serbatoio sarebbe nascosto nel controsoffitto in legno da cui uscirebbe appunto solo un tubo che punta verso il serbatoio della stufa. In pratica si vedrebbe sbucare un tubo dal soffitto sospeso sopra la stufa …

Ti consiglio che invece di una "ghigliottina" mettere un coclea che "pesca" sempre il pellet e lo trasferisce al serbatoio della stufa , la coclea si accende quando il sensore di MIN = ON e si spegne quando il sensore di MAX = ON