Serra Casalinga Automatizzata Ultime modifiche

Ciao a tutti ragazzi come ben saprete ora mai :D :D :D :D sto costruendo una serra interamente automatizzata per il mio esame serale di 5 superiore, dopo lunghe prove e rompimenti di scatole a tutti voi qua sul forum sono o meglio dire SIAMO ;) riusciti ad arrivare alla FINE del progetto, funziona tutto e ora manca solo più piantare le piantine e vedere se la serra fa il suo dovere.

MA vorrei ancora fare qualche piccola modifica per renderla molto più "bella" ed efficente.... 1) Avrei voluto mettere il riscaldamento perchè siccome volevo piantare dei peperoncini dovrei tenere all'interno una temperatura più elevata di quella che c'è in questo periodo 2) Mi piacerebbe trovare un sistema di temporizzare le luci perchè ora se io spengo le luci si accendono i led all'interno ma cosi non va affatto bene se voglio farci crescere delle piante, mi servirebbe ad esempio un sistema che io possa impostare dalle 7 di mattina alle 8 di sera mi lasci il contatto chiuso altrimenti lo lasci aperto. Avevo pensato ad un relè temporizzato MA mi sono informato e costano tanto, come si può fare altrimenti 3) e poi proprio come ultima cosa ma proprio ultima mi sarebbe piaciuto metterci un modulo bluetooth per leggere i valori dal tablet :D :D :D :D

Avete qualche idea su come si possa fare?

P.S. la mia alimentazione in questo momento e per quanto riguarda le luci le ventole e l'irrigazione ho una batteria da 12V 7A con relè per collegare il tutto ad Arduino (ho anche un alimentarore 12V 2A non utilizzato al momento) e per alimentare Arduino ho preso un alimentatore 9V 1A

Grazie a tutti in anticipo e della collaborazione

Un riscaldatore abbastanza rapido consuma una discreta quantita’ di energia … potresti optare per uno di quei cavi riscaldanti impermeabili che si mettono sotto la sabbia degli acquari, seppellendolo nel terriccio (ovviamente limitandone la temperatura per non cuocere le piante … a parte che alcuni peperoncini invece vogliono proprio il terreno bello caldo)

Per gestire il sistema di temporizzazioni, o prendi uno di quegli interruttori a tempo da 4/5 Euro (meccanici), oppure se lo vuoi fare con Arduino ti serve un’RTC esterno, perche i timer interni non sono precisi.

Dato che hai un’alimentatore da 12V 2A, direi che potresti aggiungerlo al sistema, per alimentare il tutto da rete, ed allo stesso tempo mantenere la batteria come “tampone” per quando va via la rete, con un semplice circuitino (tre diodi schottky ed una resistenza in tutto, se l’alimentatore e’ stabilizzato e la sua tensione e’ costante) puoi fare entrambe le cose, alimentazione e mantenimento in carica della batteria … e da li ricavi anche l’alimentazione per arduino (altri 3 diodi in serie se vuoi stare sul semplice, oppure un 7809 se ti vuoi complicare la vita, ma non e’ indispensabile)

… giusto come idee al volo :wink:

eccomi,

ho paura che con uno di quei cavi riscaldanti non mi scaldi abbastanza l'ambiente quindi ho pensato, siccome ho la batteria da 12V 7A se ne prendo altre 2 e le collego il parrallelo cosi da avere 12V 28A e di conseguenza 336w cosi da poter attaccare quelle stufette 12V 160W. Anche perchè con il 12V devo alimentare anche le luci della serra le due pompe per l'irrigazione e la ventola di raffreddamento, cosi da stare più tranquillo.tu che dici?

per quanto riguarda la temporizzazione queli interruttori intendi tu?

Una cosa tipo questi

http://www.ebay.it/itm/Infapower-X011-Programmable-24-Hour-Auto-UK-Mains-Time-Switch-In-White-New-/121859852859?hash=item1c5f69ca3b:g:7AgAAOSwcF9UYhMq

oppure questi

http://www.ebay.it/itm/LCD-PROGRAMMATORE-ORARIO-MODULARE-TIMER-INTERRUTTORE-16A/361067348030?_trksid=p2045573.c100034.m2102&_trkparms=aid%3D222007%26algo%3DSIC.MBE%26ao%3D1%26asc%3D20140514092829%26meid%3D38fa3952874e4e9696ef0614f75e063d%26pid%3D100034%26rk%3D2%26rkt%3D4%26mehot%3Dpp%26sd%3D281843357139

o roba simile ? ... tanto, per quello che ho capito, ti servono solo per pilotarci le luci (attivate comunque da un crepuscolare) da una certa ora ad un'altra, sempre uguale, giusto ? (quelli meccanici a rotella si trovano anche in alcuni supermercati, quello che ho linkato io e' solo come esempio)

Per il riscaldamento, dipende tutto da cosa ci pianti ... parlavi di peperoncini, quindi ho immaginato che se usavi alcune delle qualita' che richiedono il terreno sui 40C, avresti dovuto scaldare anche quello ... per quanto riguarda invece l'ambiente, un bel dissipatore con attaccata una resistenza "corazzata" (quelle in alluminio) da 12 ohm, ed una ventolina ovviamente, mi sa che potrebbe essere sufficente (non e' che devi scaldare immediatamente tutto l'ambiente, devi mantenere solo una temperatura vicina a quella ideale, quindi pilotando la resistenza in proporzione a quanto devi scaldare (magari 2 resistenze in parallelo, 24W, in PWM, se vuoi esagerare), anche se ci mette un po di piu, dovrebbe andare bene lo stesso (calcola che se vuoi alimentare il tutto anche con la 230, e tenere anche le batterie in tampone, l'alimentatore da 2A non ti basta piu)

Buongiorno, allora per quanto riguarda il riscaldamento ho trovato a casa una stufettina piccola 12V 160W e mi sono detto cerchiamo di riutilizzare quella senza andare a spendere altri soldi, siccome ho una batteria 12V 7A me ne procuro altre due e le monto in modo tale da avere 12v 21A con una potenza di 252W quindi dovrei essere aposto per quanto riguarda l'assorbimento e potrei usare il trasformatore 12V 2A per mantenere la carica. potrebbe andare o ho detto delle cavolate ?

per la temporizzazzione invece uno meccanico sarebbe perfetto lo metterei in serie ai relè l'importante che non si azzeri dopo la mezzanotte. ti faccio un esempio se io gli imposto dalle 6 di mattina alle 20 di sera lascia il contatto chiuso e dalle 20 alle 6 lascialo aperto...non e che dopo che supera le 24 lui si resetta???

L'impostazione di quelli meccanici e' appunto "meccanica", cioe' devi spostare tu i settori fisicamente ... non ho mai visto uno di quei timer che fosse in grado di resettarsi da solo ;)

in poche parole lui quando arriva alle 24 ricomincia dall'inizio cioe dall'una e mantiene il contatto aperto fino a che no arriva all'ora che imposto io?

e la prima parte l'hai letta? commenti??

160W per una piccola serra mi sembrano un po esagerati (specie a 12V), certo poi bisogna vedere come e' isolata termicamente e tutto il resto ...

faccio prima a postarti una foto della serra cosi ti rendi conto delle dimensioni ecc

allora e 70Cm x 40Cm x 25Cm la parte rettangolare e la parte a triangolo l’altezza e 15 Cm
cmq ieri ho provato ad attaccare la stufetta alla singola batteria (12V 7A) e funzionava ugualmente.

cosa intendi per troppo potente? perchè scalda troppo?

Si, intendo che scalda troppo, specie per un'ambiente cosi piccolo, ed inoltre ti azzererebbe le batterie in poco tempo Anche con 3 batterie, pure se perfettamente cariche, 13 e passa Ampere ti darebbero meno di due ore di autonomia, poi resteresti a terra con tutto quanto ...

Secondo me la soluzione della resistenza di potenza e del dissipatore e' migliore, certo ci mette un po di piu a scaldare, ma almeno non ti azzera tutto, e ti da una buona autonomia anche se manca la rete ... trova un dissipatore da vecchio processore AMD (quelli grossi e larghi con un sacco di alette), e prova ad avvitarci sopra un paio di resistenze di quelle, diciamo due da 18 ohm in parallelo, farebbero 16W (circa 1.3A), e vedrai che scaldicchiano abbastanza ... l'ambiente e' piccolo e abbastanza ben isolato dal plexiglass ... a meno che non sia all'esterno in inverno, con un sistema del genere dovresti riuscire a mantenere una discreta temperatura interna (se non butti fuori tutto il caldo con quella ventolina superiore ;))

Ho trovato questo alimentatore, pensi posso andare bene? E di un computer

ho trovato un alimentatore di un computer 12v 300W si puo collegare tutto ad esso vero??
ecco questo e l’alimentatore

"+12V 19A" ... si, credo che basti ;)

In piu, se e' stabile, puoi usare l'uscita dei 5V ausiliari (+5Vsb, non avrebbe senso usare quella da 25A) per Arduino (controllala prima con un tester per assicurarti che sia stabile ... in alternativa, puoi derivarci un 9V dal 12 usando 4 diodi per abbassarli ed alimentare arduino dal jack, magari con un paio di condensatori ed un'induttanza extra per il filtraggio e per eliminare le porcherie dello switching, che e' anche meglio)

ciao per quanto riguarda le luci non ho trovato un temporizzatore a 12v quindi mi sono deciso a prendere l'RTC DS1307. ma come diavolo si usa ahahahah cioe ho cercato un po su internet ma non capisco come comandare delle luci =D in base all'orario

anche io sono alle prese con questo argomento, mi pare di aver capito che bisogna far uso della funzione millis

aspettiamo l'aiuto di un esperto =D

Hai un'orologio per cui ogni tanto controlli l'ora e se è quella giusta accendi o spegni le luci.

Cerca in rete l'esempio di un orologio con allarme. O di un irrigatore temporizzato.

puoi ad esempio convertire in minuti…

#include <Wire.h>
#include "RTClib.h"
RTC_DS1307 RTC;

void setup() {
  Wire.begin();
  RTC.begin();
  pinMode (13,OUTPUT);
}

void loop()
{
  DateTime now = RTC.now(); // legge l'ora attuale sul RTC
  if (( now.hour() * 60) +  now.minute() == 570 ) { // 570 minuti = ore 9.30
    digitalWrite (13,HIGH); // accende Led
  }
}

Grazie mille brunello, adesso provo un po e ti dico cosa riesco a fare =)

Ciao, Sono riuscito a far funzionare il modulo Rtc, ora il problema è un altro: come faccio a impostare le luci in modo tale che ad esempio dalle 6:00 alle 21:30 le luci in mancanza di luminosità si possano accendere o spegnere in presenza di luminosità e dopo le 21:30 fino alle 6:00 stiano sempre spente anche se buio pesto ?