Sharp 2Y0A02 Distance IR

Buongiorno a tutti.

Ho guardato un po' datasheet ed esempi a riguardo di questo sensore. Ho letto da più parti che è soggetto a 'disturbi' che provocano degli errori nella lettura. Per questo suggeriscono di mettere un condensatore da 10uF sulla linea di output ed una resistenza da 530Ohm in parallelo col condensatore.

Detto questo a chi conosce questo tipo di sensore, vi risulta?

A questo punto si passerebbe alla parte del codice. La mia intenzione sarebbe quella di approntare una parte di software che, puntando il sensore ad un muro, questo rileva un valore. A quel punto, registro questo valore come 'punto zero' del sensore ed inizio ad acquisire. Se qualcosa passa tra il sensore ed il muro, questo leggerà valori diversi dal 'punto zero' e farò scattare l'evento relativo.

Vi torna questo tipo di ragionamento? Non ho trovato da nessuna parte, qual'è la dimensione più piccola che il sensore 'sente'... Qualcuno ne sa qualcosa?

Grazie!

Chiedo scusa se uppo ...

Nessuno sa darmi una mano? :cold_sweat:

Grazie e scusate ancora se l'up non è gradito.

GS88:
Ho guardato un po’ datasheet ed esempi a riguardo di questo sensore. Ho letto da più parti che è soggetto a ‘disturbi’ che provocano degli errori nella lettura. Per questo suggeriscono di mettere un condensatore da 10uF sulla linea di output ed una resistenza da 530Ohm in parallelo col condensatore.

Non so cosa hai letto, ma non è vero che questi sensori sono soggetti a disturbi, il vero problema, che purtroppo sul data sheet non è evidenziato, sono i picchi di corrente che questi sensori richiedono.
In pratica tutti i telemetri IR Sharp funzionano emettendo 32 impulsi IR di circa 130 us spaziati di circa 1 ms, il ciclo si ripete ogni 60-65 ms per un totale di 15-16 letture di distanza al secondo.
Quando il led IR emette gli impulsi assorbe circa 210 mA portando il consumo totale del sensore a 220-230 mA, il consumo di 35 mA indicato sul data sheet è quello medio e non quello istantaneo, infatti il datasheet parla di “average current”.
Questi picchi di corrente creano non pochi problemi all’ADC di Arduino se non viene utilizzato una Aref esterna molto stabile, oppure l’Aref di precisione interno del ATmega prevedendo un opportuno partitore in ingresso all’ADC.
Altro problema dovuti ai picchi di corrente del sensore è il possibile reset di Arduino se vengono utilizzati più telemetri di questo tipo in simultanea, la corrente di picco può facilmente superare il limite del regolatore con conseguente crollo della tensione e reset.
Il modo migliore per usare questi sensori è prevedere un disaccoppiamento della alimentazione tramite una resistenza da 10 ohm in serie al +5V in uscita da Arduino e un condensatore da 47uF in parallelo tra positivo e gnd del sensore, mettere anche una R da 560 ohm in serie all’uscita del segnale con un condensatore da 100 nf in parallelo tra l’input analogico e GND male non fa perché è un filtro passa basso che taglia via eventuale rumore residuo.

Grazie Astrobeed.

Quindi, per utilizzarlo mi 'basta' mettere una resistenza da 10Ohm in serie al +5V e relativo condensatore tra positivo e gnd del sensore.

Per quanto riguarda invece la parte di segnale, non ho ben capito come vanno collegati oppure avevo capito male io dal link che avevo trovato.
Quanto sotto (scusami lo schema, ma per la parte elettronica sto cercando di imparare) ti torna?

Una cosa che non trovo, ma della quale penso avere riscontro poi dalle prove, lui torna 0 se non 'sente' nulla?

Grazie.

Nessuno per favore riesce a dirmi se il circuito lato sensore IR è corretto? :cold_sweat: :sweat_smile:

Grazie :slight_smile: