Simulare pressione di un bottone

Ciao a tutti,
a casa utilizzo un deumidificatore che non ha la possibilità di programmare gli orari di spegnimento e di accensione, ma il tutto è gestito da una tastierina messa sopra ad esso.
Con arduino volevo aggiungere qualche funzionalità e guardando la scheda ho individuato i possibili collegamenti, ma ora viene il difficile.

E' possibile con arduino, simulare l'impulso che viene dato al deumidificatore quando viene premuto il bottone di accensione?

La tastiera è alimentata a 5v, ma purtroppo non capendoci tantissimo di elettronica mi sfuggge il circuito che devo costruire (se ne devo costruire uno) per simulare questo impulso.

Grazie a tutti per l'aiuto

Il modo più semplice per simulare la pressione del tasto è l'uso di un relè che sia esso elettromeccanico o reed.
Poi volendo se il circuito del deumidificatore lo permette si possono usare dei transistor al posto del relè ma come ripeto tutto dipende dal circuito in questione e da com'è stato progettato...

Ciao ratto93 e grazie per la risposta.
In realtà non volevo far passare o meno l'alimentazione, ma solo simulare la pressione di quel pulsante che probabilmente l'elettronica interpreta come un comando di accensione/spegnimento andando ad agire sul suò relè interno.

Nella mia fantasia mi immaginavo l'arduino come un sostituto al bottone che stava tra l'alimentazione della scheda del deumidificatore e la relativa logica che sta sulla scheda.

Secondo te devo proprio usare un relè?

la tua fantasia e’ corretta, ma siccome niente si sa’ di come sia gestita quella tastiera, l’unico modo per simulare la pressione del tasto e’ come dice @ratto93. collegarci i contatti di un rele’.
Ci sono anche rele’ piccolissimi, adatti a gestire segnali, non e’ che servono solo a gestire alimentazioni di potenza

rele.png

Conoscendo esattamente come è collegato il tasto del deumidificatore puoi anche usare un fotoaccoppiatore o un 4066 se puoi tollerare la massa in comune tra deumidificatore e la tua scheda

puoi anche usare un fotoaccoppiatore

+1

@ianselmi Il fotoaccoppiatore più comune è il 4n35, è come collegare un transistor solo che tieni le due alimentazioni separate

Puo funzionare se la scansione e' fatta in multiplexing con un riferimento a massa, in caso contrario la vedo dura ... mi sono capitati ad esempio telecomandi in cui ho dovuto per forza usare dei mini rele reed, perche' la scansione della tastiera era effettuata dal chip senza alcun riferimento rilevabile (le linee a volte erano a 0,5V, a volte a 3V, a volte ad 1,4V, il tutto scansionato a 75KHz ... un casino anche solo rilevarle con l'oscilloscopio :stuck_out_tongue:

Se devi remotarci solo un paio di tasti. la soluzione piu stabile e di sicuro funzionamento rimangono i rele reed ... che ormai non costano piu neppure tanto http://it.farnell.com/coto-technology/9007-05-00/relay-spst-5vdc-0-5a-sip/dp/1081682

Grazie a tutti per le risposte, purtroppo non so esattamente come funziona il circuito, ma se può essere di aiuto posso pubblicare qualche foto , magari guardandolo è più chiaro.
@Etemenanki: Nel caso usassi il componente che mi hai segnalato, come potrei collegarlo?

Quello e' un rele reed a 5V (puoi usare quello, o uno equivalente, o anche un rele normale se li trovi piu facilmente) che ha una bobina ed un solo contatto normalmente aperto (non dovrebbe avere un diodo incorporato perche' l'ultima cifra della sigla e' 0, per cui devi mettercelo tu come per qualsiasi altro rele) ... la bobina sono i due pin centrali, mentre il contatto sono i due piu esterni, quindi collega i pin interni come una normale bobina di rele', al transistor ed al +5V come per pilotare qualsiasi altro rele con uno qualsiasi degli schemi che ci sono gia postati in giro, come ad esempio quello allegato, ed i pin esterni in parallelo ai contatti del pulsante che devi comandare con arduino.

R1 va bene qualsiasi valore fra 1K e 4K7, R2 va bene qualsiasi valore fra 33K e 100K, il transistor e' un comune BC337 o simile, il diodo in parallelo alla bobina del rele puoi usare anche un 1N4148.

Ma visto che parliamo di soli 10mA lo può collegare direttamente alicro, aggiungendo il solo diodo. Dovendolo comprare può ptenderlo con diodo integrato e quindi non serve nemmeno quello

Si, puoi fare anche cosi ... personalmente non ci collegherei volentieri carichi induttivi o capacitivi, al pin di un micro, ma per 10mA non dovrebbe dare problemi ... lo schemino l'ho postato nel caso volesse usare tipi diversi di rele', che richiedono correnti maggiori :slight_smile:

Ciao a tutti, posto qualche foto del circuito, magari è più comprensibile…

http://www.flickr.com/photos/100482523@N08/9532282158/ → Schema frontale
http://www.flickr.com/photos/100482523@N08/9529489213/ → Schema posteriore

http://www.flickr.com/photos/100482523@N08/9532276120/ → Elettronica principale

Scusare l’assoluta ignoranza, ma perchè serve necessariamente un relè per poter simulare il bottone? Non basterebbe alzare e abbassare i livelli utilizzando una uscita digitale?

Grazie a tutti

ti e' gia' stato dato risposta a questa domanda, meglio non saprei fare :slight_smile:

ok grazie mille a tutti

Da una di quelle foto si vede che i 4 pulsanti hanno una traccia in comune ... se fosse la massa, il problema sarebbe risolto con un'opto (avendo l'immagine prima, non avremmo ipotizzato tastiere a matrice e simili :wink: )