Sostituzione tastiera analogica

Non so che dirti ... quel IC lavora al massimo a 5V quindi ... c'è qualche cosa che non va con le tue misure.

O trovi uno schema più dettagliato o prendi un'oscilloscopio e verifichi esattamente, tra GND e i pin, che segnali e di che ampiezza leggi.

Guglielmo

ok ma se lavorasse a 5V ci sarebbe la fattibilità di uno schema del genere?

Andrea

Peraltro, se non leggo male io lo schema (e se ti riferisci alla tastiera a 17 tasti disegnata sollo l'LCD), mi sembra che sia composta da due distinte sezioni, i primi 15 tasti connessi a matrice 3x5 (con le loro 3 colonne separate), ed i successivi 3 tasti connessi in modo diverso (righe in comune con gli altri ma diversa combinazione ed altri contatti in uscita ... forse due differenti routine di scansione per privilegiare alcune operazioni ? ) ... forse, anche se non e' il sistema meno dispendioso, una manciata di reed risolverebbe tutti i problemi garantendo anche isolamento galvanico ...

Ciao Ete , grazie per la risposta .... sto facendo impazzire Guglielmo ! :slight_smile:

Ho appurato oggi che la main è a 24 ma arriva a 5V in alcune sezioni tra cui per la pulsantiera.

Ho appurato anche che per alcuni motivi "sconosciuti" i diagrammi originali della main sono falsati .... ma in fondo in fondo lo so il perchè :slight_smile: .

Semplicemente come dicevo la pulsantiera 9 fili in matrice che opportunamente accoppiati mai piu di 2 fili per una combo alla volta comunicano con la main a 5V che a sua volta parla con gli attuatori a 24.

Quindi da ignorante presumo siano semplicemente switch combinati.

La tua soluzione con i reed come del resto con i meccanici l'ho testata e naturalmente funziona .
Il problema è che comunque per 14 pulsanti regolari e 4 per l'amministrazione necessito di 2 multiplexer almeno uno per i 14 pulsanti touch funzione (4 dell'admin posso lasciarli meccanici) ed uno per i 14 relè in uscita .

La soluzione di usare solo i multiplexer senza relè mi da l'idea di essere molto più snella ma come dicevo non ho molta familiarità con i MUX se non la base .

Maccheronicamente devo chiudere 9 combinazioni di fili e mi chiedevo come con solo i MUX a 5v.

Dimenticavo , la foto con arduino e MUX, la nano viene pilotata USB da raspB con PCAP quindi senza touch sensor fisici ttp223 collegati (come farò io ) ma usando comunque 2 MUX e non ne capisco il perchè o meglio presumo che ne servano 2 per abbinare i segnali dei 9 fili .

Andrea

Se la questione principale e' che vuoi usare per forza i mux, allora e' diverso, ma se e' perche' non vuoi usare i rele' meccanici, ci sono anche quelli ottici :wink: ... optomos, cioe' optoisolatori con uscita a mosfet, che in molti casi possono sostituire i contatti meccanici (fino ad un certo punto, ovviamente), perche' funzionano anche in alternata, quindi non hanno polarita' di uscita come invece i normali opto ...

Solo come esempio, CPC1010N, 170mA e 250V massimi di portata, ma ne esistono molti altri ... ed anche questa soluzione garantisce isolamento galvanico, se serve ... inoltre costano meno dei reed e sono piu piccoli ...

Diciamo che non è questione di voler usare per forza i MUX ma dovrò comunque usarli per mancanza di pin .

Le tue soluzioni le ho provate , per il momento senza MUX e funzionano alla grande a discapito di maggior ingombro ,

Incombe comunque la curiosità di capire il funzionamento con i MUX in questo scenario perchè potrebbe essere molto utile in altre realtà .

Il fatto che 2 mux riescano a combinare gli AND in modo da fungere da "relè" per me è molto interessante ...ma non avendo sotto mano la scheda dalla quale ho preso ispirazione non posso farne reverse engineering se non in parte.

Chiedevo appunto se fosse stato almeno possibile quanto sopra in modo da passare allo step successivo .... impazzire sul "come farlo"

Andrea

Grazie a tutti comunque per la pazienza ,

mi sa che le soluzioni sono 2 : mettere la discussione sull'internazionale o comincio a cercare un freelance :slight_smile:

Andrea

k4r0nt3dr0n3:
... mettere la discussione sull'internazionale ...

... se vuoi ... scegli la giusta sezione (li sono molto meno tolleranti) e scrivi SOLO in Inglese, mi raccomando !

Non so comunque se qualcuno, con quello che hai, si metterà li a vedere come collegare ogni singolo pin di quella tastiera ai pin del mux ... ::slight_smile:

La soluzione è studiare come funziona il mux (il datasheet) e vedere, con pazienza, i vari incroci ...

Guglielmo

Si a parte che da quanto ho visto gli italiani sono i più attivi ….naturalmente :slight_smile:

In questo periodo ho acquisito qualche altra informazione.

Ho tirato giù anche i socket keyboard della mainboard per avere un quadro più chiaro dei pinout (come in foto) .

Ho controllato i chip presenti sulla mainboard e sembrano esserci anche li dei MUX (74HC148 che da datasheet lavorano da 0.5 a 7V) prima di 2 smd per ogni pin (uno da 470 ed uno da 2.2k ) subito a valle dei socket per le keyboard . Le misurazioni prese quindi risultano essere corrette…. Lavora tutto a 5V.

MAINBOARD :
CI sono 2 socket per 2 keyboard:
Pocket keyboard 1 (j11) ufficialmente usata con la pulsantiera meccanica analogica 18 pulsanti in matrice ,9 cavi che come da mio progetto con touchsensor >> multiplexer >> Arduino >> multiplexer >> relè ,funzionano , chiudendo i circuiti con le combinazioni della matrice della pulsantiera.
Ho provato sia relè meccanici sia a stato solido con medesimo risultato e sembra funzionare tutto quantomeno a banco.
Ho usato board relè da 8 ch con optoisolatori per mantenere l’isolamento galvanico anche se non strettamente necessario .

socket Keyboard 2 (j16) dichiarata “non usata” dalla casa produttrice , ha 4 pin in comune con la KB1 (foto) e gli altri 3 mi dicono secondo fonti ufficiose essere di alimentazione.

Con l’HW in gioco però la macchinosità aumenta ( 14 touch + 4 pulsanti meccanici ( per non aumentare i l numero dei MUX in entrata) 1 Arduino , un multiplexer in uscita per i 14 canali (+ 4 diretti al socket keyboard 1 come originariamente , anche qui per non usare un ulteriore MUX).

Per questi motivi prendo testardamente in considerazione il layout della board che ho visto funzionare egregiamente in una macchina già modificata ( quella con i 2 MUX ed Arduino ma collegati invece che a touch sensor , a raspberry + monitor PCAP.
Tutte le 18 uscite più segnali LCD gestite con i 2 MUX + Arduino.

Sto cercando di capire come poter avere tra le mani la scheda in questione per poter quantomeno capire il wiring. A quel punto mancherebbe solo il codice per la gestione dei MUX in parallelo .

Andrea

Alla fine sono riuscito con arduino nano , un paio di multiplexer 16ch ed un paio di mcp 23017…

Leggo solo ora questa discussione. Circa un anno fa comandai la pulsantiera di un frequenzimetro Racal 1991 con un atmega328p (Arduino) e un fotoaccoppiatore PC817 per ogni pulsante.

Ciao Dat, mi avresti alleggerito di moooolto il lavoro :smiley: .Io ho optato per dei pulsanti touch con ttp223, collegati a 2 mcp23017 una nano 328p e due mux 74hc4067 per la matrice e funziona tutto una meraviglia