[Special Needs] Iniziare con Arduino

Salve a tutti, sono tetraplegico e vorrei imparare a utilizzare Arduino, sono convinto che sia l'unica via per rendermi più indipendente senza sborsare milioni. Il mercato degli ausili tecnologici vive di speculazioni incredibili ed essere disabili è quasi un lusso per paperoni, inoltre pochi come me riusciranno a capire le mie esigenze. Detto ciò, cosa mi consigliate per cominciare? Ho delle reminescenze di programmazione in C ed elettronica, per il resto sono un foglio bianco :)

Il mio sogno è quello di poter realizzare una sorta di braccio robotico. Occorrerà molto studio?

Grazie per la vostra attenzione.

Ciao NothingImpossible Se hai giá un idea di programmazione C e di elettronica hai giá fatto il primo passo. Ti serve solo un idea di inglese per leggere i datasheet e documentazione di Arduino.

Per incominciare: Incomincia a imparare l' uso di Arduino. poi per il braccio robotico affronti quando hai una base di Arduino. Se hai giá un po di componenti di elettronica compra un arduino UNO e una breadboard. Se non hai componenti elettronici incomincia con un Arduino Starter Kit o Arduino Base Kit. Venditori troci sotto Italy al indirizzo http://arduino.cc/en/Main/Buy o allo store http://store.arduino.cc/ww/index.php

Per fare i primi passi se sai l' inglese: http://arduino.cc/en/Guide/HomePage http://arduino.cc/en/Tutorial/HomePage o cerchi in internet o su youtube Arduino tutorial.

c'é un tutorial in italiano di Massimo Banzs ma ora non trovo il link. http://www.maffucci.it/2010/01/30/lezione-01-incominciamo-con-arduino/ http://www.gioblu.com/tutorials del nostro amico GBM http://www.elettronicain.it/MyMain/libri/p_libri.asp?cod=ARDUBOOK1&dettaglio=OK

e poi ci siamo noi. ;) ;) ;)

Oppure qualche libro sul tema.

Ciao Uwe

Ciao NothingImpossible.
Ti vorrei chiedere una cosa: essendo tetraplegico, non avrai mobilità agli arti, quindi starai scrivendo con qualche sussidio tecnologico o tramite interposta persona. Studiare non sarebbe un problema, visto che è un lavoro mentale, ma come farai nella realizzazione tecnica delle cose? Avrai bisogno di qualcuno che lavori per te. Perché allora non girare il quesito e trovare un arduinista con un certo grado di competenza che voglia cimentarsi nel progetto di realizzo di quello che cerchi? Magari potrebbe diventare una cosa da cui far nascere un progetto internazionale per chi, come te, ha di questi problemi e potrebbero trarre un valido aiuto da una cosa già realizzata e con progetti e software liberamente disponibili (la vera forza dell’open-source e dell’open-hardware). :smiley:

Il consiglio per iniziare è sempre il solito, cioè prendere aduino, provare il blink, poi qualche altro tutorial ed infine specializzarsi su ciò che più ci interessa!

Per il discorso di braccio robototico, piuttosto che stare ad impazzire per costruirne uno consiglierei di prendere qualcosa di già pronto, anche se i costi non sono contenutissimi, poi ovviamente dipende anche dalle azioni per il quale lo si vuole realizzare. Ma la parte più importante è creare un'interfaccia di controllo per poter comandare il braccio, li ci vedo un'importante apporto nell'utilizzo di arduino. La cosa più interessante sarebbe riuscire a fare un controller "general purpose" che quindi possa a sua volta essere utilizzato su diversi hardware di supporto.

giusto per curiosità puoi indicare qualche sito dove vedere questi ausili? effettivamente con tutta la gente che c'è qua ci si potrebbe pensare alla fattibilità di corrispettivi "low cost".

ciao!

Ciao, hai dei progetti interessanti in mente. complimenti. ho visto anche l'altro tuo post sulla comunicazione in morse. Posso chiederti quali possibilità di input hai? nel senso che saperlo serve a capire dove indirizzarci per aiutarti. per input intendo movimento degli occhi, bocca, voce.. Per esempio tempo fa avevo seguito un progetto in internet (non c'entrava però arduino, ma l'opensource si, ovviamente..) in cui un ragazzo aveva sviluppato un sistema di lettura della pupilla (dell'occhio) che guardando su un monitor e battendo le ciglia dava comandi di vario tipo al software che girava. (praticamente una volta programmato come vuoi gli fai fare ciò che vuoi. per esempio abilitare diverse funzioni ad un simil-joystick da muovere con la bocca.

saluti, Davide.

dab77: Per esempio tempo fa avevo seguito un progetto in internet (non c'entrava però arduino, ma l'opensource si, ovviamente..) in cui un ragazzo aveva sviluppato un sistema di lettura della pupilla (dell'occhio) che guardando su un monitor e battendo le ciglia dava comandi di vario tipo al software che girava.

forse ti riferisci a questo progetto:

http://eyewriter.org/

Sul sito ci sono tutte le istruzioni sulla costruzione dell'hardware, che poi è una telecamerina low-cost montata su un occhiale per tracciare il movimento dell'occhio, mentre il software si può scaricare liberamente.

era un altro progetto, ma conoscevo anche questo. in compenso per cercarlo mi sono imbattuto in questo link che raggruppa tutti i link riguardanti le tecnologie di eye-tracking: http://www.cogain.org/wiki/Eye_Trackers

Grazie a tutti per le risposte. Allora, la mia consueta 'interfaccia' informatica consiste in una semplicissima barretta di alluminio trattenuta tra i denti. Di recente avevo trovato una 'tastiera' morse a soffio ma oltre ad aver speso una barca di soldi non mi trovavo molto bene e dopo un po' l'ho abbandonata per tornare al vecchio sistema. Spero d'aver soddisfatto le vostre curiosità :)

NothingImpossible: Grazie a tutti per le risposte. Allora, la mia consueta 'interfaccia' informatica consiste in una semplicissima barretta di alluminio trattenuta tra i denti. Di recente avevo trovato una 'tastiera' morse a soffio ma oltre ad aver speso una barca di soldi non mi trovavo molto bene e dopo un po' l'ho abbandonata per tornare al vecchio sistema. Spero d'aver soddisfatto le vostre curiosità :)

Soddisfatto in parte.. :P non hai dei nomi o dei link per avere informazioni più dettagliate sui prodotti? tipo la tastiera a soffi era scomoda per cosa? tu il linguaggio morse già lo conosci?

Per il resto, ti è venula l'ispirazione per qualcosa ? c'è qualche progetto su cui vorresti puntare?

ciao !

concordo con lollotek. tu invece, mica ci hai detto se qualche risposta ti ha dato uno spunto! cmq, si parte dalla possibilità di muovere la bocca e soffiare, giusto? bè, ci si può fare un sacco di cose. però bisogna cominciare dalle più semplici e man mano complicare la faccenda.

non ci hai detto invece di dove sei. ciao, Davide.

Magari ti è sfuggita ;)

leo72: Ciao NothingImpossible. Ti vorrei chiedere una cosa: essendo tetraplegico, non avrai mobilità agli arti, quindi starai scrivendo con qualche sussidio tecnologico o tramite interposta persona. Studiare non sarebbe un problema, visto che è un lavoro mentale, ma come farai nella realizzazione tecnica delle cose? Avrai bisogno di qualcuno che lavori per te. Perché allora non girare il quesito e trovare un arduinista con un certo grado di competenza che voglia cimentarsi nel progetto di realizzo di quello che cerchi? Magari potrebbe diventare una cosa da cui far nascere un progetto internazionale per chi, come te, ha di questi problemi e potrebbero trarre un valido aiuto da una cosa già realizzata e con progetti e software liberamente disponibili (la vera forza dell'open-source e dell'open-hardware). :D

Qualcuno dovrà pur fare queste cose, perché non creare da subito un "team" in modo da lavorare su un vero progetto e poi mettere tutto su internet a disposizione di altri che ne avessero bisogno?

sono daccordo con Leo. dicci come funziona l'aggeggio che usi adesso per scrivere.

Magari questo può interessare riguardo il discorso del braccio robotico, sopratutto perché il funzionamento è vocale.. http://jlsevillair.blogspot.it/2012/03/robot-arm-speech-control.html

con quello anche tu ci metteresti una mezz'oretta (se tutto và bene) per scrivere ciao su una tastiera :grin: a questo punto meglio usare direttamente dragon naturally speaking.

Penso che quando parlava del braccio robotico lo volesse usare per altro, siamo stati noi a vertire la discussione sulle tastiere e metodi di input..

Perdonate l'assenza, sono stato fuori città (vivo a Catania).

Oggi sono stato colto da un'illuminazione. Un progetto su cui vorrei davvero lavorare.

Vi spiego l'esigenza:

non avendo alcuna facoltà di movimento, anche la notte, mentre in teoria si dovrebbe dormire, nasce il bisogno di dovermi riposizionare nel letto ogni tot ore (per evitare decubiti e cose del genere). Finora da circa 30 anni ho sempre adottato il metodo più semplice di tutti, la voce. Gli unici inconvenienti sono due, cioè che c'è il rischio di non esser sentito, e la presenza costante di una figura in camera mia.

Ecco l'idea:

intanto il nome, Sistema notturno di chiamata a distanza ad attivazione oculare, è molto ispirato all'eye tracking. Dunque, una micro fotocellula (non so se esiste) posta davanti agli occhi capta il movimento apri-chiudi delle palpebre, ad esempio, dopo 3 colpi si attiva un campanello posto in una camera attigua; penso servirebbe un modulino tipo wifi per trasmettere il segnale di chiamata e un altro per riceverlo connesso alla campanella.

Vorrei capire quanto sia fattibile questa idea, Grazie!

beh, c’è da considerare che ti dovresti tenere qualcosa addosso o cmq molto vicino, però mi viene da pensare per forza a qualcosa che si debba indossare, e quindi forse un po’ fastidioso.
Altra cosa sarebbe che se il sistema si basasse su sorgente video, con arduino sarebbe dura perché non è potente abbastanza per star dietro ad un flusso video. In ogni caso mi pare una strada un po’ complessa, ma percorribile con mezzi come pc, webcam infrarossi (se dormi penso che tieni la luce spenta!) e programmazione con openCV.

Perché non mantenere la voce, senza però il bisogno di gridare? fare quindi uno strumento che se avverte suoni di un certo volume per pochi secondi allora attiva un suono.

Il wifi te lo sconsiglierei, perchè costa e non è banale da implementare, ti direi di andare grezzo e prendere uno di quei citofoni senza fili. al posto del pulsante ci metti un bel fotoaccoppiatore pilotato con arduino ed il gioco è fatto !!

Poi io non sono un espertone, se ho detto boiate qualcuno mi fermi !!

lollotek: ... Perché non mantenere la voce, senza però il bisogno di gridare? fare quindi uno strumento che se avverte suoni di un certo volume per pochi secondi allora attiva un suono. ...

Quel aggeggio esiste nel comercio e si chiama babyfon. ;) ;) ;)

@NothingImpossible Se ho capito bene vuoi Tu quando Ti svegli chiamare chi Ti riposiziona? Non deve essere una cosa che parte dal Tuo auiuto che Ti cambia posizione ad intervalli fissi senza il Tuo intervento? Non hai un materasso antidecubito?

Ciao Uwe

Ecco l'idea:

intanto il nome, Sistema notturno di chiamata a distanza ad attivazione oculare, è molto ispirato all'eye tracking. Dunque, una micro fotocellula (non so se esiste) posta davanti agli occhi capta il movimento apri-chiudi delle palpebre, ad esempio, dopo 3 colpi si attiva un campanello posto in una camera attigua; penso servirebbe un modulino tipo wifi per trasmettere il segnale di chiamata e un altro per riceverlo connesso alla campanella.

Vorrei capire quanto sia fattibile questa idea, Grazie!

mmmmm..... temo che questa è una applicazione per cui Arduino non è portato. Intanto non mi viene in mente alcuna fotocellula o sensore in grado di interpretare i movimenti oculari e neanche per le palpebre. Poi c'è da considerare che ti trovi in ambiente con scarsa luminosità per cui ci vorrebbero gli infrarossi.

Ora però io mi chiedo visto i tuoi impedimenti come fai a scrivere sul forum, c'è qualcuno che lo fa per te, oppure hai un sistema di navigazione internet assistita da voce. Nell'ultimo caso potresti sfruttare il PC con l'interpretazione vocale e un piccolo programma che invia dati o in rete oppure su usb. Allora via usb ci potrebbe essere un board Arduino.

Tempo addietro mi stavo rincoglionendo molto appresso a festival & company. Ero riuscito a navigare tramite voce e a far leggere un documento al PC, ma il principale problema era la scarsa quantità di parole riconosciute da festival, allora il rincoglionimento derivò perchè mi ero messo in testa di capire il linguaggio fonetico e l'analizzatore lessicale ecc. e sono arrivato ad un livello di comprensione di circa lo 0.1% sfruttando tutte le mie risorse mentali e poi mi sono reso conto che ci vogliono tante competenze che normalmente non risiedono tutte nello stesso individuo.

Vero c'è OpenCV, ma c'è da vedere come si comporta con camere IR, in teoria dovrebbe mostrare immagini bianco nero. Purtroppo ho i miei limiti come tutti, tempo e zucca.

Ciao.

Cosa ne pensate di questi?

http://amdi.net/index.php?route=product/product&path=141_115_158&product_id=167

http://amdi.net/index.php?route=product/product&path=141_115_159&product_id=166

L'esigenza di riposizionarmi varia di volta in volta, semplicemente potrei pure chiamare perché ho sete.