trasformatore x tensioni +- 15v

Ciao a tutti, potreste darmi una dritta o dei link x documentarmi su come realizzare un trasformatore DC-DC che da una tensione di ingresso tra i 5-12v DC mi generi delle tensioni di +15 e -15 V con un carico di circa 100-200 mA, possibilmente usando pochi componenti esterni pensavo ad un trasformatore step-up ma per la tensione negativa? grazie 1000 ciao Stefano

Potresti fare uno step up che ti generi una tensione di 32-33vdc e con un 7815 e un 7915 ti tiri fuori + e - 15 volt anche se esistono dei sistemi per generare tensioni negative direttamente con lo step-up ma li dipende tutto da che integrato usi...

L'integrato fatto apposta per te è: TPS65131RGET TEXAS LOW-DROPOUT LINEAR REGULATORS IN 2,7-5,5V -> OUT up to ±15V QFN-24 il problema è il formato, non so che esperienza hai con le saldature di questi tipi di case; a parte questo, come vedi, gli applichi 5V in ingresso e te ne tira fuori ±15V a circa 200mA continui.

@Michele, quell'integrato è bellino ma è microscopico :sweat_smile:

grazie !

@Michele
in effetti il TPS65131RGET è un po piccolino… 4 mm di lato… avrei difficoltà per la saldatura… certo è che sembrerebbe proprio fatto apposta…

@ratto93
cavoli… step up e poi 7815 e 7915 non ci avevo pensato :slight_smile:
x il momento non avevo scelto nessun integrato… lo devo cmq comprare per cui sono aperto ad eventuali suggerimenti… e se riesco a fare tutto con un IC… meglio!

ilconteste: cavoli... step up e poi 7815 e 7915 non ci avevo pensato :)

Non ti scordare di creare il riferimento GND a VCC/2 con un opamp di potenza, non puoi dare in pasto 30+V ad un 7915

Ciao

flz47655:

ilconteste: cavoli... step up e poi 7815 e 7915 non ci avevo pensato :)

Non ti scordare di creare il riferimento GND a VCC/2 con un opamp di potenza, non puoi dare in pasto 30+V ad un 7915

Ciao

Certo, la configurazione dev'essere fatta in questo modo:

Come step-up potresti usare un LM2577, flz è questo l'integrato ;)

Mi sorge un dubbio, a cosa ti serve una tensione +-15v?

@ratto: Thanks per la sigla

Quella configurazione però non mi convince per niente.. io avrei utilizzato un op-amp per creare un GND "virtuale"..

@FLZ devo accedere al meter-bus di un contacalorie

@ratto93 con quello schema dove ho 13.8V dovrei collegare l'uscita dell'eventuale step up e in vee avrei la mia -15V?

mi ero "perso" che il 7915 vuole in ingresso tensioni già negative... ops!

ilconteste:
@FLZ
devo accedere al meter-bus di un contacalorie

@ratto93
con quello schema dove ho 13.8V dovrei collegare l’uscita dell’eventuale step up
e in vee avrei la mia -15V?

mi ero “perso” che il 7915 vuole in ingresso tensioni già negative… ops!

No, il 7915 usato in quel modo con un 7815 montati entrambi come da figura al posto dei 78/7905 ed ottieni le due tensioni, poisitiva e negativa con il riferimento di 0 al centro ovvio che al posto dei 13.8 devi dargli qui 30-32V (ti serve una tensione pari alla tensione positiva sommata al modulo della tensione negativa ed aumentata della tensione di drop out dei due regolatori lineari)

Quello schema ha in ingresso 13,8V ed in uscita un regolatore +15V ed uno -5V, mi sembra estremamente ottimistico, quindi certamente c'è un errore, forse è un 7805 quello inidcato come 7815. Io ricordo che a propoisto di questa storia delle uscite + e - si discusse abbondantemente in un topic, arrivando alla conclusione che non c'era circuito possibile senza una tensione negativa di riferimento. Ora io ho capito cosa vuole indicare chi ha disegnato quello schema, ciò che non capisco e che tipo di corrente possa erogare quel circuito avendo una massa assolutamente virtuale e praticamente appesa che, tra le altre cose, facilmente sarà "pendente" verso un lato a motivo dell'elevata tolleranza di quei regolatori. Scusate, ma parlando da ignorante non ne sono convinto; so che ratto è uno smanettone da pazzi, quindi mi piacerebbe sapere se il circuito lo ha mai provato e ottenendo che tipo di risultati e che livello di efficienza. Il dubbio che mi viene è: perché fior di Ingegneri elettronici hanno sempre usato un trasformatore duale per prelevare le due tensioni e creare col centrale una massa fisica, complicandosi la vita, quando potevano usare un normale trasformatore ad una sola tensione.

Lo schema come ho già fatto notare anch’io non può funzionare in modo affidabile. Serve un op-amp capace di erogare la corrente necessaria per creare la tensione di riferimento.

Il dubbio che mi viene è: perché fior di Ingegneri elettronici hanno sempre usato un trasformatore duale per prelevare le due tensioni e creare col centrale una massa fisica, complicandosi la vita, quando potevano usare un normale trasformatore ad una sola tensione.

E’ possibile partendo da una tensione alternata prelevare una tensione duale anche senza trasformatore a presa centrale ma in questo caso si sta partendo da una tensione DC. Per generare una tensione negativa ci sono anche altri modi come le pompe di carica ma utilizzati in genere solamente per piccole correnti (es. 50-100 mA)

Ovviamente al posto del 7805 ci vuole un 7815 è che non ho trovato uno schema già fatto con quel regolatore…
Un circuito l’ho usato tempo fà per aliementare un amp op ma non avevo ne l’oscilloscopio ne la strumentazione e le conoscenze per capire se e quanto funzionava bene, ora il multimetro parlava chiaro il mio era composto da un 7808 e un 7908 fatto come in schema a in uscita avevo 0, +8 e -8 .
Col senno e le conoscenze che ho ora se ho la possibilità uso altri integrati (non ne ho uno preferito cambio di volta in volta) e comunque di tipo carge pump o boost se devo fare operazioni particolari ma li uso comunque moolto limitatamente.
La soluzione del trasformatore a presa centrale l’avevo pensata pure io però…
E’ difficile trovarli con doppio avvolgimento, per lo meno dalle mie parti oppure ti chiedono cifre esorbitanti oppure ti rifilano vecchi e pericolosi autotrasformatori che non sono assolutamente isolati dalla rete avendo un uscita in comune con la 220v.
Certo che se il nostro amico ne trova uno e lo può usare, perchè no ? quando si è isolato le due tensioni le rettifica con due diodi, ci mette due condesatori di livellamento ed i regolatori di tensione, altri due condensatori ed il gioco è fatto…

so che ratto è uno smanettone da pazzi

lo prendo come un complimento :wink:

comunque se mi dovesse ricapitare di costruire qualcosa del genere ora che la strumentazione ce l’ho posso fare alcune prove da poter condividere se siete d’accordo.

Io ho tribolato un mucchio a cercare sti trasformatori a presa centrale... poi visti i prezzi ho rinunciato XD Alla fine con un trasformatore AC/AC di un vecchio Fax (senza presa centrale) che mi dava 12v ho ottenuto la mia tensione duale con un ponte a diodi e qualche condensatore

flz47655: Io ho tribolato un mucchio a cercare sti trasformatori a presa centrale... poi visti i prezzi ho rinunciato XD Alla fine con un trasformatore AC/AC di un vecchio Fax (senza presa centrale) che mi dava 12v ho ottenuto la mia tensione duale con un ponte a diodi e qualche condensatore

piccolo consiglio, a volte si trovano dei toroidali a 18v. sulle uscite ci sono due fili per cavo però guardando bene, si può collegare una bobina con l'atra ottenendo così un trasformatore con presa centrale però se si sbaglia cavo si mette in corto il secondario quindi bisogna stare attenti :)

Così ho riutilizzato quello che avevo in casa però :)

ratto, per alimentare un op amp che richiede una tensione duale basta una tensione singola ed un banalissimo partitore resistivo 1:1, le correnti in gioco sono così piccole che non c'è affatto bisogno di scomodare due regolatori, quindi è come penso io (e flz), quello schema non è affidabile.

Non si parlava di un op-amp ma di accedere al meter-bus di un contacalorie (che non so cos'è)

Aggiungo che un op-amp duale si può utilizzare con tensione singola ma.. ci sono diverse magagne, non è così facile. Il "GND" virtuale dell'op-amp resta comunque a metà tra le tensioni e si perde in performance verso i rail (positivo e negativo) quindi bisogna posizionare il segnale in una zona lineare in base all'alimentazione per non avere distorsioni e si ha di conseguenza una dinamica di uscita ridotta

ciao! interessante discussione, pensavo fosse una cosa + semplice, ignoranza mia!

il meter-bus o M-bus è uno standard per la comunicazione tra i sistemi di contabilizzazione del calore negli impianti di riscaldamento condizionamento ed un gatewaw che riceve i valori dei consumi. semplicemente è un bus a 2 fili, dove il master comunica variando la tensione sul bus ( almeno 12 volt di scarto) e lo slave ( il mio contacalarie) risponde variando l'assorbimento ( da un valore di circa 1,5 mA a circa 20mA)

pensavo di usare un DC-DC perchè facilmente potevo già trovare un trasformatore da 220v a 9-12v DC ma se questo complica la vita posso benissimo partire direttamente dalla 220, basta che non mi tocchi spendere un capitale per realizzare il "mio" trasformatore +-15v

ciao Stefano

flz: scusa ma...o segui la discussione oppure intervieni solo per ciò che ti interessa, non devi necessariamente dire la tua ad ogni costo; so benissimo qual è lo scopo del Topic, avevo chiesto a ratto se avesse mai usato lo schema e lui mi ha dato la risposta che avresti dovuto leggere anche tu..... te la riporto sotto, a tale risposta è riferito il mio intervento; poi sulla questione squisitamente tecnica non entro perché non ho le conoscenze teoriche, posso dirti che ho usato svariate volte vecchi op amp µA741, TL081 con questa tecnica e non ho mai avuto alcuna difficoltà; certamente tu sai quello che dici ma, come ti ho più volte ribadito, hai questa strana tendenza al terrorismo elettronico, come se lo "sgarro" di una regola potesse portare inevitabilmente alla rovina, purtroppo devo sdrammatizzare e dirti che non è così, altro è il discorso "professionale", ma qui siamo per la maggior parte gente che ci passa il tempo con l'elettronica, quindi ci stanno gli strappi alle regole. Cioè a me piacciono i tuoi interventi teorici, giustissimo frutto dei tuoi sacrifici di studio, solo che sarebbe bello se ti limitassi a quelli senza dover ogni volta terminare la frase con scenari catastrofici :D

ratto93: Ovviamente al posto del 7805 ci vuole un 7815 è che non ho trovato uno schema già fatto con quel regolatore.... Un circuito l'ho usato tempo fà per aliementare un amp op ma non avevo ne l'oscilloscopio ne la strumentazione e le conoscenze per capire se e quanto funzionava bene, ora il multimetro parlava chiaro il mio era composto da un 7808 e un 7908 fatto come in schema a in uscita avevo 0, +8 e -8 .

@ il conteste: scusa l'intromissione e la divagazione, ma anche queste cose sono utili a tutti; personalmente penso che se ti metti a fare accrocchi alla fine perdi tempo e denaro, quindi le soluzioni possibili sono due: quella che ti avevo suggerito, facendoti aiutare nella saldatura da un amico esperto, oppure il classico circuito con trasformatore duale a presa centrale e 78/7915. Se non erro tempo fa vidi un circuito che si basava su un 555 per ottenere una tensione negativa a partire dalla corrispondente positiva, ma non ce l'ho sottomano. Visto che si tratta di pochi mA si potrebbe però provare, cerca il sito di Vittorio Crapella, mi pare di averlo visto lì.