Utilizzare Arduino come un interruttore

Salve a tutti,
ho una domanda da porvi che probabilmente sarà estremamente stupida però come diceva qualcuno "una domanda non può mai essere stupida, solo una risposta può esserlo" quindi, senza timore, la scrivo.

Ho un semplice dispositivo elettronico, alimentato esternamente, costituito da 2 pin (o cavi di rame) che una volta collegati attivano il dispositivo (ho eliminato l'interruttore insomma, così che una volta trasformato Arduino nell'interruttore potrò attivare questo dispositivo tramite software).
Vorrei sapere se è possibile utilizzare Arduino come se fosse un interruttore che attiva questo dispositivo.
La cosa che però mi preme aggiungere è che è fondamentale che Arduino non dia alcuna alimentazione al collegamento: deve semplicemente funzionare come un interruttore.

Grazie!

Direi di separare i due circuiti con un modulo a relè :wink:

Ci sono diverse soluzioni:

  • relé anche piccolo come un reed-relé.
  • optoisolatore (attenzione alla polaritá della tensione sul contatto da chiudere)
  • transistore open collector o Mosfet Open Drain (ma devono essere collegato le masse)

Ciao Uwe

ExperimentUno:
Direi di separare i due circuiti con un modulo a relè :wink:

E' esattamente ciò che cercavo. Grazie mille!

Ultima cosa: il massimo numero di dispositivi controllabili con un modulo a relè è 8 (modulo a relè 8 canali)? In futuro vorrei comandare fino a 40 relè: è possibile?

Grazie ancora!

uwefed:
Ci sono diverse soluzioni:

  • relé anche piccolo come un reed-relé.
  • optoisolatore (attenzione alla polaritá della tensione sul contatto da chiudere)
  • transistore open collector o Mosfet Open Drain (ma devono essere collegato le masse)

Ciao Uwe

Hey grazie per la risposta. La differenza tra quelle soluzioni qual è?
A me serve qualcosa di molto semplice e soprattutto efficiente. Per efficiente intendo che posso utilizzare l'interruttore più volte e per molto tempo senza che si surriscaldi.

Grazie!!

Le tue domande mostrano che la tua conoscenza di elettronica ed elettrotecnica è pari a zero, sicuro che non sia il caso di cominciare da qualcosa di più semplice? Collegare una scheda relè gia fatta non è la soluzione a tutto, potresti trovarti in altri problemi più gravi e tu ci vuoi mettere 40 relè?.

pablos:
Le tue domande mostrano che la tua conoscenza di elettronica ed elettrotecnica è pari a zero, sicuro che non sia il caso di cominciare da qualcosa di più semplice? Collegare una scheda relè gia fatta non è la soluzione a tutto, potresti trovarti in altri problemi più gravi.

Si l'ho già scritto più volte (anche nella presentazione) che non ho conoscenze pratiche di elettronica. Sono in questo forum proprio per imparare: se sapessi queste cose dubito che scriverei, allo stesso modo credo di tutti gli altri utenti.
La scheda a relè già fatta potrebbe essere la soluzione nel mio caso dato che, come ho scritto nel titolo, mi interessa solamente avere un semplicissimo interruttore.
Niente di più.

Se hai qualche consiglio dimmi pure, te ne sarei grato. Se invece vuoi dare un voto alle mie conoscenze di elettronica penso che non servirebbe a nessuno.

Grazie!

Penso che a questo forum dovrebbe partecipare gente con conoscenze superiori alle mie e quelle degli altri, fornire un contributo in più oltre a quello che sappiamo già ... tutto li, invece non sapete una mazza e volete la pappa pronta con tanto di schemi, programmi e link ... ecco come la penso (che tu sia daccordo o meno) ... questo che serva a tutti. Nemmeno a cercarvele le cose siete capaci.

pablos:
Penso che a questo forum dovrebbe partecipare gente con conoscenze superiori alle mie e quelle degli altri, fornire un contributo in più oltre a quello che sappiamo già ... tutto li, invece non sapete una mazza e volete la pappa pronta con tanto di schemi, programmi e link ... ecco come la penso (che tu sia daccordo o meno) ... questo che serva a tutti. Nemmeno a cercarvele le cose siete capaci.

In questa discussione ho chiesto semplicemente "è possibile trasformare Arduino in un interruttore?" mi è stato consigliato un modulo con il quale far ciò e quindi, ipotizzando di imparare qualcosa di più in futuro, ho chiesto un' "anticipazione" sulla possibile estensione del progetto: è chiaro che non collegherò 40 relè oggi, ma penso che questa deduzione l'avrebbe avuta anche un bambino.
Non ho chiesto a nessuno di scrivermi schemi, programmi o darmi link. Ho solo posto una domanda e degli utenti disponibili e gentili mi hanno risposto.
Non penso di aver offeso la loro conoscenza ponendo quel semplice interrogativo. Ed in tal caso penso che il tuo commento fuori luogo sia offensivo anche nei loro confronti.

Io penso che l'utilità di un forum sia data dal fatto che altro non è che una grande famiglia: c'è chi è più preparato a far una cosa e chi a farne un'altra. Unendo le varie conoscenze è dunque possibile sviluppare assieme tanti bei progetti e "progredire".

Giusto per farti capire cosa intendo voglio citare il tuo primo post in questo forum:

pablos:
Salve a tutti

Ho ricevuto l'Arduino ethernet shield come in figura a questo link anche se non è quel prezzo
http://www.futurashop.it/allegato/7300-SHIELDETHERNET.asp?L2=SHIELD%20E%20ACCESSORI%20ARDUINO&L1=SOFTWARE%20E%20SISTEMI%20DI%20SVILUPPO&L3=&cd=7300-SHIELDETHERNET&nVt=&d=42,00

  • A parte che è privo di connettori di alimentazione, ma tramite 2 fili saldati sul 1117M33 l'ho alimentato comunque, mi fareste capire come lo programmo? Mi aspettavo che un microntroller che fa pure il caffè con tutte gli ingressi uscite programmabili trovassi un modo per buttarci dentro un programmino direttamente da lan, evidentemente non ho capito nulla ci vorra un ulteriore scheda con usb.

  • Quando vado su Tool e devo selezionare il tipo di Board cosa metto? Non vedo niente sulla scheda, ne sul controller che assomigli ad una voce del menù, non cè una sigla un adesivo un foglietto dentro c'e' solo scritto ethernet shield e il suo Mac

Potreste cortesemente aiutarmi nella scelta dei componenti mancanti senza buttare altri soldi inutilmente?

Spero di non aver sbagliato anche indirizzo dove postare, mi trovo spaesato anche in questo forum multietnico :slight_smile:

Grazie per l'aiuto

Qualcuno ha commentato facendoti notare che le tue domande erano molto stupide e denotavano un'assoluta impreparazione sull'argomento? Io non credo.
Beh come vedi tutti dobbiamo iniziare da qualche parte e così come tu hai avuto la possibilità di imparare in questo forum non capisco perché vorresti adesso impedire ad altri di far lo stesso.

Questo è il mio semplice ed umile pensiero. E mi permetto di esprimerlo perché non sopporto episodi di bullismo virtuale (si, quando un utente da 5800 post come te insulta un "newbie" per me è bullismo) e poi perché, se ho poche conoscenze di elettronica, sono sicuro che in molti altri settori potrei insegnarti tante cose.

Saluti.

Probabilmente 5-6 anni fa non c'era abbastanza su google che fornisse chiarezza sui pezzi da comprare dato che era uno shield nuovo e che nessuno conosceva... comunque possiamo continuare a battibeccare con la conclusione che questo topic te lo chiudono.

5800 post come te insulta un "newbie"

insultare è un altra cosa... ti ho semplicemete detto "oggi google è piuttosto completo" per quello che serve a te. Nemmeno il bullismo centra niente non fare la vittima ora.
Non rispondermi più e non lo farò nemmeno io, poichè diventerebbe una chat tra me e te andando fuori argomento, io ho detto la mia e tu hai detto la tua :slight_smile: .
saluti

ciao

Volendo "spezzare" un pò questa discussione intanto rispondo a questa domanda:

arduinopro44:
In futuro vorrei comandare fino a 40 relè: è possibile?

Se hai finito i PIN di arduino esistono varie soluzioni; cerca con google:
-port expander arduino
-shift register arduino

Sono componenti che si usano per aumentare il numero di porte di arduino.

poi... collegati i 40 relè e che tutto funzioni ne passa di acqua sotto i ponti...ma questo si chiama esperienza sul campo :wink:

ciao
pippo72

Io propongo che comincia a giocare con un relè. Quando avrà fatto confidenza con uno allora si potrà anche ampliare.
Almeno che sia nato correndo senza imparare a camminare.

arduinopro44:
La differenza tra quelle soluzioni qual è?

Fondamentalmente isolamento, tensione e corrente gestibili, e il tipo di corrente (continua o alternata), cose che sono da conoscere in modo assolutamente preciso per decidere che interruttore usare.

arduinopro44:
intendo che posso utilizzare l'interruttore più volte e per molto tempo senza che si surriscaldi.

...appunto, Pablos si "arrabbia" perché con così poche, diciamo nulle, informazioni è impossibile dare un consiglio sensato che non porti a problemi di sicurezza. Che ne sappiamo noi se ci devi comandare una lampadina a 12V, un circuito a tensione superiore ai 50Vca 120Vcc (PERICOLOSO [1]), o se vuoi addirittura manomettere l'impianto elettrico di casa 230Vca (PERICOLOSO E ILLEGALE [2]). Che ne sappiamo della potenza attiva/reattiva che vuoi far commutare all' "interruttore"? Ci sono migliaia di casi reali in cui quel relé diventerebbe letteralmente vapore in un attimo anche a bassa tensione... ok, si, probabilmente a casa non hai una blindosbarra attraversata da 2500A :smiley: ... ma grossi pericoli [3] ci sono anche a maneggiare troppo disinvoltamente la corrente di una batteria di automobile.


[1] si da forse supporto (solo se pratici del mestiere)
[2] non si da supporto
[3] surriscaldamento/incendio/esplosione

Ma no, non mi arrabbio, ci mancherebbe, quello che vuole fare è di pubblico dominio e ben descritto su google da almeno 12 anni, ci sono pagine e pagine, mi irrita solo chi non usa gli strumenti che ha a disposizione.
Utilizzare arduino come interruttore …parliamo di domotica, di comandi remoti, web … ma il forum lo ha mai letto una volta? ma dove era fino a ieri? ecco cosa mi irrita e poi mi fa la morale sul bullismo virtuale … ma che centra poi!!!

Claudio_F:
...appunto, Pablos si "arrabbia" perché con così poche, diciamo nulle, informazioni è impossibile dare un consiglio sensato che non porti a problemi di sicurezza. Che ne sappiamo noi se ci devi comandare una lampadina a 12V, un circuito a tensione superiore ai 50Vca 120Vcc (PERICOLOSO [1]), o se vuoi addirittura manomettere l'impianto elettrico di casa 230Vca (PERICOLOSO E ILLEGALE [2]). Che ne sappiamo della potenza attiva/reattiva che vuoi far commutare all' "interruttore"? Ci sono migliaia di casi reali in cui quel relé diventerebbe letteralmente vapore in un attimo anche a bassa tensione... ok, si, probabilmente a casa non hai una blindosbarra attraversata da 2500A :smiley: ... ma grossi pericoli [3] ci sono anche a maneggiare troppo disinvoltamente la corrente di una batteria di automobile.

Devo gestire un dispositivo elettronico che ho definito "semplice" perché lavora a soli 5V; non avrei definito "semplice dispositivo" l'impianto elettrico di casa :smiley: . Capisco comunque quel che dici ma non sarebbe più costruttivo chiedermi le informazioni mancanti?
La tua risposta è quindi molto fantasiosa ma capisci da te che è irreale. Capisco anche che in questa discussione ormai ci stiamo divertendo tutti a scrivere cose senza senso però un minimo di contatto con la realtà andrebbe mantenuto: penso a chi si iscrive oggi e legge così tante assurdità in una sola volta, penserà che siamo tutti pazzi! :smiley:
Comunque ho risolto il problema con una delle soluzioni che mi è stata proposta.

pablos:
Ma no, non mi arrabbio, ci mancherebbe, quello che vuole fare è di pubblico dominio e ben descritto su google da almeno 12 anni, ci sono pagine e pagine, mi irrita solo chi non usa gli strumenti che ha a disposizione.
Utilizzare arduino come interruttore ....parliamo di domotica, di comandi remoti, web .... ma il forum lo ha mai letto una volta? ma dove era fino a ieri? ecco cosa mi irrita e poi mi fa la morale sul bullismo virtuale ... ma che centra poi??!!!

Fammi capire perché adesso sono curioso: quando tu hai scritto quelle str****** che ho citato non esisteva Google?
Io non capisco perché continui a commentare questa discussione.
Davvero, non capisco.
Ritengo che i tuoi commenti siano infatti totalmente fuori luogo e dopo che ho fatto notare (a te e al resto del forum) che ai tuoi inizi pubblicavi discussioni stupidissime credo che tu abbia una bella faccia tosta a continuare a commentare: io dopo una figura di m**** simile non so se avrei la tua stessa voglia di continuare a provare ad avere ragione, mantenendo un atteggiamento così ostile.
Ti avevo infatti subito scritto:

arduinopro44:
Se hai qualche consiglio dimmi pure, te ne sarei grato. Se invece vuoi dare un voto alle mie conoscenze di elettronica penso che non servirebbe a nessuno.

Grazie!

proprio perché ritengo che il tuo atteggiamento non sia appropriato ad un forum. Ma tu hai continuato con i tuoi post contenenti flame (che mi stupisco passino inosservati agli occhi di moderatori tanto fiscali nel fatto che il primo post dei nuovi iscritti debba essere la presentazione e così efficienti nel controllo di cross-posting anche su sezioni di lingua straniera).

Comunque sia mi fa piacere che continuiamo a tener su questa discussione così che altri utenti possano leggere tutte le stupidaggini che hai scritto (accusarmi di cose che hai fatto pure tu): non si sa mai se domani dovessi prendertela con qualche altro nuovo entrato: almeno saprebbe che tipo sei.

OT: Dai non aggredire il grande pablos :smiley: Alla fine ha pure ragione su delle cose, adesso poi sei tu a mettere flame, siamo su un forum, è bene che ci siano confronti e non "liti", non vedo cose tanto pazze qui dentro, al massimo cose su cui riflettere e spunti :slight_smile:
FINE OT

si si .. dai ti faccio un UP :slight_smile: :slight_smile:
Però basta ora, non ho nessuna reputazione da proteggere qui, puoi dire quello che ti pare. Parla piuttosto del tuo progetto, metti quello che hai trovato su google e quello che hai fatto fino ad ora, altrimenti sostieni la mia tesi della "pappa pronta e scarsa voglia di cercare". Quello che vuoi fare lo trovi in 300.000 pagine, non mi pare che tu abbia messo schemi e programmi.
Forza un po' di impegno.

pablos:
si si .. dai ti faccio un UP :slight_smile: :slight_smile:
Però basta ora, non ho nessuna reputazione da proteggere qui, puoi dire quello che ti pare. Parla piuttosto del tuo progetto, metti quello che hai trovato su google e quello che hai fatto fino ad ora, altrimenti sostieni la mia tesi della "pappa pronta e scarsa voglia di cercare". Quello che vuoi fare lo trovi in 300.000 pagine, non mi pare che tu abbia messo schemi e programmi.
Forza un po' di impegno.

Oggi ho fatto l'ordine quindi devo aspettare ancora. Non pubblico la rappresentazione grafica dello schema perché non ho programmi per far ciò (sempre che ne esistano!) e non ho voglia di farlo con paint (verrebbe pessimo).
In ogni caso per il collegamento "fisico":
collegherò 8 uscite digitali di Arduino con gli 8 ingressi del modulo relè a 8 canali [ovviamente collegherò anche il cavo per il GND] e quindi utilizzerò, per iniziare, un'uscita del modulo relè collegandola ad un "semplice dispositivo" da 5V :slight_smile:
Qualche errore? Me lo merito un 6?

Attento che i collegamenti ai relè possono causare disturbi, magari non il relè stesso, ma quello che ci vai a mettere sui suoi contatti, usa un buon alimentatore stabilizzato e filtrato di potenza sufficiente, se riesci a separare le due alimentazioni tra arduino e la parte relays ancora meglio.
In questo caso sconsiglio di alimentare il tutto con la USB del pc

pablos:
Attento che i collegamenti ai relè possono causare disturbi, magari non il relè stesso, ma quello che ci vai a mettere sui suoi contatti, usa un buon alimentatore stabilizzato e filtrato di potenza sufficiente, se riesci a separare le due alimentazioni tra arduino e la parte relays ancora meglio.
In questo caso sconsiglio di alimentare il tutto con la USB del pc

Con la USB del pc intendo alimentare solamente Arduino e quindi il modulo a relè. I dispositivi (inizialmente uno) da 5V che collegherò alle uscite dei relè li alimenterò autonomamente (non con la USB del pc insomma).

Comunque ti ringrazio per avermi fatto notare questa cosa: ho fatto qualche ricerca [questa te l'ho servita su un piatto d'argento ma spero non farai altre battute :smiley: ] ed ho letto che qualcuno alimenta esternamente anche il modulo a relè per evitare "problemi" (avrei un assorbimento troppo elevato).
Non mi è chiaro però se questi problemi li potrei avere anche con un modulo relè da soli 5V (e 8 porte però..questo è il problema!) e quindi in tal caso dovrei alimentare esternamente anche quest'ultimo.

Grazie per l'aiuto!