Utilizzo termocoppia: è facile ?

vorrei utilizzare una termocoppia come questa:

per la misurazione della temperatura in alcuni punti di una piccola fiamma.

So che una termocoppia non è altro che una resistenza variabile in funzione della temperatura.

vorrei chiedere a voi più esperti, se il funzionamento è un semplice "mettila a 5V a leggi la caduta di tensione" (da ripartire sul range riportate su scheda tecnica) o se mi sono illuso ed in realtà la situazione è più complessa..

grazie a tutti in anticipo!

mi sono accorto da solo che si trovano già vari tread sull'argomento..

Furano:
So che una termocoppia non è altro che una resistenza variabile in funzione della temperatura.

No, una termocoppia è un generatore di tensione in funzione della temperatura, esistono IC specifici per gestire le termocoppie, p.e. MAX6675.

La lettura non é semplice perché la tensione prodotta é ca 41µV per °C e perché serve sapere la temperatura del termoelemento freddo (che si crea dalla giunzione fredda dei metalli con cui é costuito il corcuit)o.

Ci sono 2 integrati che fanno il condizionamento e conversione A/D. Entrambi una precisione di ca 2°C e risoluzione di 1/4°C.
Il MAX6675K legge da 0 a ca 1024°C e funziona a 5V
Il MAX31855K legge da -200 a +700°C,- e funziona a 3,3V
Attenzione entrambi gli integrati esistono per le diverse tipi di termocoppie. Devi comprare la verrsione per Tipo K.
Ci sono librerie per entrambi.

Ciao Uwe

Furano:
.....
So che una termocoppia non è altro che una resistenza variabile in funzione della temperatura.
....

No!
Una termocoppia è l'accoppiamento di due metalli, dove, nel punto di giunzione tra loro, proporzionalmente alla temperatura, verrà generata una minuscola tensione.

Quello di cui tu parli si chiama NTC oppure PT100, che sono delle termoresistenze.

Gli esempi li trovi sul web.

il problema è che dovrei arrivare in un range leggermente superiore, almeno 1400 °C...

Che tipo di fiamma? Cannello ossiacetilenico?

metano e aria, soffieria da laboratorio. Ma che differenza fa?

Questo l'hai letto? altrimenti devi rivolgerti alla Nasa :slight_smile:

Manco lo shuttle al rietro ha una temperatura così alta!!! :grin: :grin:

seee!!!
una fiamma ci arriva in un baleno a quella temperatura, altro che NASA.

diciamo che mi tocca semplicemente comprare un termometro adatto e rinunciare alle potenzialità di Arduino...

A parte che era una battuta, vabbè tralasciamo.

Ti ho postato quel link perchè c'è scritto

il
MAX31855 che va fino 1800 Gradi e ha un convertitore A/D a 14 bit con interfaccia SPI.

dunque da qui si cerca su google quale sensori supporta tale chip

google >>> "sensori per MAX31855 1800 celsius"
la parola più usata (90%) è termocoppia

bene cerchiamo Google "termocoppia 1800 celsius"
esce questo documento che può essere interessante darci un occhiata come no

da qui si legge

Termocoppie di Tipo B (platino - 30% rodio (+)/platino-6% rodio (-))

Adatte per alte temperature, fino a 1800 °C. A causa della particolare relazione tensione-temperatura che le caratterizza, forniscono la stessa differenza di potenziale a 0 °C ed a 42 °C. Sono perciò inutili al di sotto di 50 °C.

e ancora
http://de-de.wika.de/upload/DS_IN0023_it_it_54291.pdf

ora non ti resta che trovare delle termocoppie adeguate

ciao

Le tipo K purtroppo non ci arrivano ... bisogna usare le tipo S o le tipo R, basate su Platino e Rodio, che arrivano a 1750 circa, e sono studiate per atmosfere ossidanti (aria o comunque presenza di ossigeno), oppure la tipo B, che arriva poco oltre i 1800 ed e' ancora piu resistente, ma costa di piu ... quelle per temperature piu alte (W3 e W5, arrivano a 2300 circa) purtroppo non possono essere usate in aria o in presenza di ossigeno, perche' il Renio in lega col Tungsteno si degrada velocemente ad alta temperatura in presenza di ossidanti e si distruggono ...

EDIT: pablos mi ha battuto in velocita' :wink:

Bhe di sicuro non spende 4 euro, ne a farselo ne a comprare uno strumento già pronto....

Anche se continuando le ricerche ci sono alcune contraddizioni tra i vari doc, meglio attenersi al datasheet

il dasheet parla di compatibilità su queste termocoppie

The MAX31855 performs cold-junction compensation
and digitizes the signal from a K-, J-, N-, T-, S-, R-, or E-type thermocoupl

non parla del tipo B

la tabella indica però che ci vuole una tipo

type S Platinum Platinum/Rhodium +50 to +1768 9.587 (0N C to +1000 NC)

type R Platinum Platinum/Rhodium -50 to +1768 10.506(0N C to +1000 NC)

Vedi che ho ragione .. se chiami la Nasa ti danno delle dritte :grin: :grin: :grin: