[WIN] Aggiornam. compilatore IDE 0022-0023-1.0 all'ULTIMA VERSIONE ATMEL

[quote author=Michele Menniti link=topic=96976.msg1010069#msg1010069 date=1353927708] Non ho mai usato la software serial però sono ragionevolmente sicuro che Leo abbia più volte consigliato la new software serial, in quanto risolveva un problema be noto che esiste anche sotto Linux. [/quote] beh ma nel nuovo IDE la SoftwareSerial è quella che era la NewSoftSerial.... comunque lo stesso problema l'ho avuto anche l'anno scorso e l'ho risolto passando a linux

?R: beh ma nel nuovo IDE la SoftwareSerial è quella che era la NewSoftSerial.... comunque lo stesso problema l'ho avuto anche l'anno scorso e l'ho risolto passando a linux

Il problema si risolve utilizzando micro con la seriale hardware :grin: Io sconsiglio sempre l'emulazione software dell'UART, oltre a mettere molti paletti e consumare tempo cpu è poco affidabile.

?R: [quote author=Michele Menniti link=topic=96976.msg1010069#msg1010069 date=1353927708] Non ho mai usato la software serial però sono ragionevolmente sicuro che Leo abbia più volte consigliato la new software serial, in quanto risolveva un problema be noto che esiste anche sotto Linux.

beh ma nel nuovo IDE la SoftwareSerial è quella che era la NewSoftSerial.... comunque lo stesso problema l'ho avuto anche l'anno scorso e l'ho risolto passando a linux [/quote] e va bene, tanto comincia l'inverno, non patirai il caldo vestito da pinguino :) scherzi a parte non so dirti ma non credo che nessun utente WIN abbia mai usato questa lib, vedo che se ne parla spesso.

[quote author=Michele Menniti link=topic=96976.msg1010078#msg1010078 date=1353928247]

?R: [quote author=Michele Menniti link=topic=96976.msg1010069#msg1010069 date=1353927708] Non ho mai usato la software serial però sono ragionevolmente sicuro che Leo abbia più volte consigliato la new software serial, in quanto risolveva un problema be noto che esiste anche sotto Linux.

beh ma nel nuovo IDE la SoftwareSerial è quella che era la NewSoftSerial.... comunque lo stesso problema l'ho avuto anche l'anno scorso e l'ho risolto passando a linux [/quote] e va bene, tanto comincia l'inverno, non patirai il caldo vestito da pinguino :) scherzi a parte non so dirti ma non credo che nessun utente WIN abbia mai usato questa lib, vedo che se ne parla spesso. [/quote] ahaha ma poi soffrirei il caldo d'estate :P il problema è che adesso non riesco ad avere un OS linux, se non virtualizzato... Non c'è un modo di caricare il programma precompilato? sui PIC saprei come fare a caricare il file .hex, ma qui su arduino fa tutto l'IDE da solo...

Faccio chiarezza. Ai tempi dell'IDE 0022 non si poteva usare la SoftSerial perché incompatibile con i Tiny. La NewSoftSerial, con alcune modifiche, supportava questi micro.

Poi è uscita la versione 1.0 del software di Arduino e la NewSoftSerial è stata integrata nell'IDE come sostituta della vecchia SoftSerial. Nelle ultime release è stata resa compatibile con il core di Arduino. Ma attenzione, e questo lo dico fin da quando l'ho saputo anch'io sul thread del core Tiny stesso, ci vuole specificatamente la versione 0100-0015 del core, le precedenti NON funzionano del tutto con la SoftwareSerial.

Ora, se si combina l'IDE 1.0.2 ed il core Tiny 0100-0015 la compilazione della SoftwareSerial deve andare in porto, senza nessun tipo di errori, neanche quelli segnalati da astrobeed.

A riprova allego uno screenshot preso sul mio portatile proprio ora dove ho compilato lo sketch di ER che ha pubblicat qui
Come vede, compilato con successo su Attiny84 a 8 MHz e Attiny85 a 8 MHz.

PS: ricordo che la SoftwareSerial NON compila a 1 MHz ma solo ad 8 MHz per i Tiny.

allora io adesso ho sitemato tutto (IDE, core, hardware...) ma ancora non riesco a compilare quel codice su windows... se aggiorno la toolchain può cambiare qualcosa?

?R: allora io adesso ho sitemato tutto (IDE, core, hardware...) ma ancora non riesco a compilare quel codice su windows... se aggiorno la toolchain può cambiare qualcosa?

Ci vuole un utente Windows che faccia la prova, per capire se ci sono dei problemi sulla toolchain stessa o se i problemi sono relativi al tuo sistema.

?R: allora io adesso ho sitemato tutto (IDE, core, hardware...) ma ancora non riesco a compilare quel codice su windows... se aggiorno la toolchain può cambiare qualcosa?

La toolchain non c'entra nulla, il problema è la libreria che invoca hardware non esistente oppure richiede più memoria di quella disponibile, ovvero la software serial fornita con windows non funziona con gli ATtiny, apri una issue ufficiale e forse tra un paio di mesi te la sistemano :)

Domani faccio una prova con un PC non mio con Windows XP e poi ti faccio sapere.

leo72: con un PC non mio con Windows XP

Dopo che hai finito disinfettati bene le mani... non hai idea di quanti virus ci potrebbero essere su XP. ]:D ]:D :grin: :grin: :grin:

PaoloP: Dopo che hai finito disinfettati bene le mani... non hai idea di quanti virus ci potrebbero essere su XP. ]:D ]:D :grin: :grin: :grin:

Purtroppo così deve essere, è a lavoro da me e non posso cambiarlo. Cerco solo di difenderlo al meglio con tutto quello che posso (antivirus, antispyware, firewall HW e SW).

sono leggende metropolitane, io non ho mai preso un virus su windows :)

PaoloP: Dopo che hai finito disinfettati bene le mani...

Mi raccomando, usa la soda caustica così sei sicuro di disinfettare a fondo :)

Testato: sono leggende metropolitane, io non ho mai preso un virus su windows :)

non capisco se scherzi o sei serio..

se se serio ho una brutta notizia da darti, il tempo medio per un windows XP (non patchato) per essere infettato va dai 5minuti alle 16ore (http://it.slashdot.org/story/08/07/15/0123245/estimating-the-time-to-own-of-an-unpatched-windows-pc)

lesto: se se serio ho una brutta notizia da darti, il tempo medio per un windows XP (non patchato) per essere infettato va dai 5minuti alle 16ore

Solita fuffa che non conta nulla, il mio XP non ha nessuna patch di sicurezza, uso solo un blando antivirus free (Avast Home) e non si infetta mai, chissà perché ? La risposta è che il vero virus sono gli utenti che cliccano dappertutto e aprono di tutto di più, per non parlare degli scariconi di giochi che sono i primi ad essere infettati. Comunque anche il mondo Linux e Mac ha poco da gongolare, grazie alla crescente diffusione di questi S.O. anche il malware per loro sta arrivando in massa, già con Android è successo il patatrac e questo testimonia che è la presunta immunità di Linux ad essere una leggenda metropolitana.

astrobeed:

lesto: se se serio ho una brutta notizia da darti, il tempo medio per un windows XP (non patchato) per essere infettato va dai 5minuti alle 16ore

Solita fuffa che non conta nulla, il mio XP non ha nessuna patch di sicurezza, uso solo un blando antivirus free (Avast Home) e non si infetta mai, chissà perché ? La risposta è che il vero virus sono gli utenti che cliccano dappertutto e aprono di tutto di più, per non parlare degli scariconi di giochi che sono i primi ad essere infettati. Comunque anche il mondo Linux e Mac ha poco da gongolare, grazie alla crescente diffusione di questi S.O. anche il malware per loro sta arrivando in massa, già con Android è successo il patatrac e questo testimonia che è la presunta immunità di Linux ad essere una leggenda metropolitana.

ah, l'utonto è una fonte di danni insostituibile.

è una mezza verità. i dati arrivano da della honeypot, ovvero PC connessi ad internet 24h su 24 con l'apposito scopo di farsi infettare per rilevare i dati di diffusione dei virus, oltre che per scoprirne di nuovi.

Però è anche vero che queste macchine sono sistemi misti a cui sono conteggiati quasi tutti i tentativi di connessione a questi sistemi passivi (quindi anche infezioni che non hanno avuto successo).

In oltre ci sono range di IP più pericolosi e range meno pericolosi, a molto influisce anche l'ISP che a quanto pare bloccano le connessioni rilevate maligne (per esempio,spesso le porte netbiossono bloccate lato ISP, è il mio caso con tiscali, ho dovuto creare una VPN)

The survivaltime is calculated as the average time between reports for an average target IP address. If you are assuming that most of these reports are generated by worms that attempt to propagate, an unpatched system would be infected by such a probe.

The average time between probes will vary widely from network to network. Some of our submitters subscribe to ISPs which block ports commonly used by worms. As a result, these submitters report a much longer 'survival time'. On the other hand, University Networks and users of high speed internet services are frequently targeted with additional scans from malware like bots. If you are connected to such a network, your 'survival time' will be much smaller.

da: http://isc.sans.edu/survivaltime.html

un altro link, che si rifà a dati presi dal Microsoft Intelligence Report, mostra come (nel 2010) la possibilità di essere infetti una XP sp2 era di circa il 20% (1 pc su 5), per scendere fino ad un 2,5% su 7 a 64bit (anche i virus non sono compatibili col 64bit :grin:) http://www.neowin.net/news/windows-7s-infection-rates-five-times-lower-than-windows-xp

dal sito microsoft potete avere i dati raccolti dai loro sistemi, con tanto di analisi semestrale e dati divisi per stato. http://www.microsoft.com/security/sir/archive/default.aspx

quindi occhio astro, potresti essere parte di una botnet senza saperlo! (>20%!)

lesto: quindi occhio astro, potresti essere parte di una botnet senza saperlo! (>20%!)

Impossibile, non sono un "utonto della Domenica" so benissimo quali sono le fonti di contagio e come evitarle, quelle statistiche fanno acqua da tutte le parti, servono solo per far arricchire chi produce software antivirus.

eddai se dici che non sei un'tente medio ammetti di essere fuori da quelle statistiche (hai spuntato "invia informazioni anonime al server microsoft su utilizzo e trop anomali balbalablab"??? perchè è da lì che arrrivano i dati), io per quello che vedo tra i miei amici a quelle statistiche ci credo; spesso sanno benissimo di avere qualcosa che non va (popup, home page che si autosetta a siti improbabili, programmi non disinstallabili, antivirus che non partono più per ignote ragioni), ma non fanno nulla finchè non parte più windows, orami tra HDD esterni e server foto e video come picasa e istagram non fa più paura nemmeno il perdere i dati. Questo si traduce in tanti pc-zobie che vagano per la rete ad infettare altri pc.

Vogliamo parlare dei PC aziendali, di medie/grosse aziende? basta un fornitore con pennina infetta che stai tranquillo si fa tutto il giro dell'azienda per settimane o per mesi (antivirus in azienda? giammai!), nella mia gira un virus che mi dicono essere "storico", non si fa vedere per giorni per poi saltare fuori all'impovviso (l'antivirus che installano di default, se non aggiornato, rileva il virus ma non riesce ad eliminarlo, però lancia un allarme mail)

devo ammettere che di HDD cancellati per virus ne ho visti veramente pochi, di solito i PC diventano lenti come lumache dal numero di processi più o meno fantasma, orami IMHO puntano a restare invisibili per sniffare i tuoi dati, infettare altri pc, ed eventualmente essere usati nelle botnet.

lesto: per scendere fino ad un 2,5% su 7 a 64bit (anche i virus non sono compatibili col 64bit :grin:)

Credo che il motivo per cui nel 2010 il numero di macchine infettate fosse così basso risieda nell'allora poca diffusione dei sistemi operativi con tale architettura piuttosto che per qualche altro motivo ;) Immagino che, oggigiorno, il numero di macchine a 64 bit infette sia notevolmente superiore rispetto a quel 2,5%.