Progetto Encoder - Solenoide

Salve a tutti. Sono uno studente che si affaccia per la prima volta sul mondo di Arduino. Per iniziare, ho progettato il calcolo del massimo punto raggiunto da un pendolo. Per rendere questo progetto più interessante, ho reso tutto il pendolo ad asse rigida solidale con una barra cava di metallo collegata fra a due cuscinetti, cosi da poter fungere come albero motore. A qiesto punto volevo sfruttare arduino per due motivi
La misurazione, attraverso l’Encoder rotativo ottico a due fasi e un solenoide. Il solenoide push/pull da 24 v e 30 mAmp serve a fare da attuatore lineare per poter bloccare e sbloccare facilmente una ruota dentata che permette il movimento.
Qualcuno sa aiutarmi su come collegare il solenoide ad arduino? E in secondo luogo, un codice che mi permette di azionare come se fosse un interruttore il mio solenoide? Vorrei poi unificare i due codici, cosi da poter far partire la misurazione dell’encoder assime al solenoide che libera la ruota dentata. Grazie mille e scusatemi anzitempo dei miei errori da novellino!

Benvenuto. Essendo il tuo primo post, nel rispetto del regolamento, ti chiediamo cortesemente di presentarti QUI (spiegando bene quali conoscenze hai di elettronica e di programmazione ... possibilmente evitando di scrivere solo una riga di saluto) e di leggere con attenzione il su citato REGOLAMENTO... Grazie. Qui una serie di link utili, non inerenti al tuo problema: - qui una serie di schede by xxxPighi per i collegamenti elettronici vari: ABC - Arduino Basic Connections - qui le pinout delle varie schede by xxxPighi: Pinout - qui una serie di link [u]generali[/u] utili: Link Utili

per l'hardware cerca su ebay questo "Scheda 1 relè 5Vdc modulo relay arduino shield" dovrebbe andare benissimo.

Ho preso un solenoide diverso in termini di grandezza https://www.amazon.it/gp/aw/d/B00S4YENUW/ref=ya_st_dp_summary?ie=UTF8&psc=1. Ho veramente bisogno di una mano.

Dovrei capire quali pezzi hardware da comprare per questo specifico solenoide(Breadbord, diodo, transistor, tutto quello che serve, ho solo arduino one ) per via dei voltaggi e della corrente e il codice adatto al mio lavoro. Il codice dovrebbe far essere di tipo On/off, cioè che attivo l'interruttore e il solenoide di tipo push fa rinetrare il perno, fino a quando non premo un tasto off(che voreei far efisico, ma andrà bene anche da pc) per tornare alla posizione di equilibrio. Consigli abbastanza chiari, visto che sono un novellino? Grazie mille

Non c'è in linea il tuo omonimo, Guglielmo, altrimenti avrebbe già bloccato MOMENTANEAMENTE il post...

Da retta a me, vai a presentarti come ti è stato chiesto e poi ci risentiamo.

steve-cr: Non c'è in linea il tuo omonimo, Guglielmo, altrimenti avrebbe già bloccato MOMENTANEAMENTE il post...

... difatti ero fuori ufficio :D :D :D ... ma sono tornato :smiling_imp: :smiling_imp: :smiling_imp:

Guglielmo

Fortunamente mi sono presentato, anche se non ho proprio mai avuto a che fare con queste tematiche e ora mi tocca trovare una soluzione ahaha

Breadbord, diodo, transistor ..............

Perchè ti vuoi complicare la vita ? Ti hanno già suggerito una schedina relè, usa quella

Ho preso la scheda rele, non sapevo di questa fantastica funzione. Uno, schemino per collegare il tutto in sicurezza senza fondere arduino?

Guglielmo12:
Uno, schemino per collegare il tutto in sicurezza senza fondere arduino?

Guarda l’allegato, in alto a sinistra …

Guglielmo

P.S.: io avrei usato un semplice MOSFET levandomi dalle scatole tutti i probemi che introducono i relè, comunque ormai ti hanno suggerito ed hai preso un relè per cui … vediamo di far andare il tutto con quello … ::slight_smile:

scheda_3.pdf (408 KB)

Sarebbe più utile non usare il rele ma passare attraverso il mosfet? Mi dispiace essere assillante zma sono proprio fuori sintonia con wuesti concetti e piu informazioni o tutorail possibili mi sarebbero di un grandissimo aiuto. Tipo gli altri pezzi da prendere, se ci sono, dopo la rele ad una porta da 5 V e il solenoide, se tutto cambia con il fatto che devo usare arduino anche per l'encoder rotativo, se è possibile avere un codice per far da interruttore al mio solenoide e tenerlo in ON per circa 45 secondi per poi rifarlo tornare nella posizione iniziale. Ogni informazione è oro, grazie mille

Qui penso di essere l'unico "genio" a non aver capito "meccanicamente" come hai realizzato il pendolo... Sembra che hai preso un tubo tondo o quadro (una barra cava di metallo ?!?!?!) attraversato da un perno, hai montato 2 cuscinetti (penso due supporti a cavallotto tipo p17 o p20) e lui pendola che è un piacere... E ci siamo. Poi ci hai messo una ruota dentata....(quanti denti?) che blocchi con un chiavistello azionato da un solenoide... e vuoi misurare quanti denti percorri....

E' così?

Partr meccanica del pendolo è semplice. Due piastre in metallo verticali con due cuscinetti, dove c'è un asse orizzontale libera di ruotare che è solidale al pendolo rigido attraverso una spina. Quindi la rotazione del pendolo porta una rotazione uguale del asse, tipo albero motore. Da un lato utilizzo un encoder rotativo che hk gia cablato e ci ho messo il codice, cosi da ptoer leggere le rotazioni. Dall'altra parte del mio simil albero motore, mettere una ruota dentata a denti larghi, cosi da poter usare il solenoide come servomotore lineare da poter bloccare e sbloccare l'asse rotante attraverso la ruota dentata. Il mio cruccio è comporre il solenoide e utilizziaelo con arduino, cosi da poter automatizzare avvio e misurazione del mio apparecchio

Uhm ... facci capire ... intendi usare un solenoide con una "cricchetta" (ruota dentata e blocco meccanico) per tenere il solenoide fermo finche' non gli dai lo start, o anche per fermarlo in seguito ? ... perche' una cosa e' mantenere fermo un'oggetto (il fermo dovra' vincere solo l'energia "potenziale" del pendolo, prodotta dal suo peso, la sua lunghezza e l'inclinazione di partenza), una cosa diversa (in termini di forza, e quindi di robustezza necessaria dei componenti da usare), e' fermare un'oggetto che si muove (quindi possiede anche energia "dinamica" oltre al semplice "peso", per di piu vincolato ad un'asse in forma di "leva" (il pendolo, appunto) agendo sul lato piu corto (e quindi sfavorevole) della leva (che in questo caso sarebbe in pratica il diametro della ruota dentata, "sfavorevole" rispetto alla lunghezza del pendolo) ...

... o sbaglio ? ...

Il solenoide deve essere un attuatore lineare che blocca l'asse che ruota, mettendosi fra i denti della ruota dentata. Poi quando il pendolo deve axionarsi, per 45 secondi - 1 minuto il mio solenoide deve essere accesso ritirando il pistoncino, per darmi il tempo della prova e poter rimettere tutto al proprio posto fino a che il pistoncino esce e torna a bloccare la ruota dentata

Poi parliamo di ENCODER, questo sconosciuto...

Non dico che hai sbagliato ad averlo messo, ma non è sicuramente il suo uso corretto e c'è di meglio, molto più preciso (nel tuo caso) e molto ma molto meno costoso.

L'encoder è fatto da una fotocellula attraversata da una ruota dentata: conto i denti che passano e so quanti giri fa la mia ruota. Ci sono encoder da 200 impulsi/giro oppure da 500 ecc...

Nel tuo caso di giri... non ne fai nemmeno mezzo, quindi precisione scarsa, scarsissima, e dipendente comunque da quanti impulsi/giro è il tuo encoder, ma sempre pochi...

Soluzione? Un normalissimo potenziometro che avrai bloccato a metà corsa collegandolo all'asse di rotazione del tuo pendolo: misura in analogico su 512 punti (do uno spazio di MEZZO giro, altrimenti sarebbero stati 1024 punti) e questo come base, ma se vuoi più precisione puoi amplificare la lettura del potenziometro con un amplificatore operazionale...

In questo caso è come se avessi usato un encoder da 1024 impulsi/giro, ma un "coso" così costerebbe diverse centinaia di euro...

Vedremo problemi di linearità e ripetibiltà del potenziometro, oltre a possibile invecchiamento Voto encoder, o magari resolver

Standardoil:
Vedremo problemi di linearità e ripetibiltà del potenziometro, oltre a possibile invecchiamento
Voto encoder, o magari resolver

Invecchiamento? Quanto credi che verrà usato quel potenziometro?
Ripetibilità? Ma di che risoluzione stai parlando?

Cerchiamo di non fare i teorici e i precisini… Poi magari salta fuori che ha un encoder da 200 impulsi che legge per metà (al massimo solo se il pendolo va da un estremo all’altro in orizzontale), quindi 100 punti di misura…

Alla faccia della precisione e della “ripetibilità”…

Probabilmente hai ragione Ma da giovane sulle macchine tessili ho tanto combattuto coi potenziometri che quando sono arrivati encoder resolver e LVDT ho tirato un sospiro, li vedo ancora come fumo negli occhi

Standardoil: Probabilmente hai ragione Ma da giovane sulle macchine tessili ho tanto combattuto coi potenziometri che quando sono arrivati encoder resolver e LVDT ho tirato un sospiro, li vedo ancora come fumo negli occhi

Se quando eri giovane tu ero giovane anche io... allora ti capisco :D

Tieni conto che OGGI i potenziometi li usano sugli anemometri per misurare la direzione del vento (che non sta MAI ferma) e sono all'aperto (anche se protetti).