Resistenza non fa diminuire i voltaggi

Devo abbassare il voltaggio da 6.2v a 1.5v con un assorbimento di 100mA. Ho usato delle resistenze da 47 ohm, prima ho collegato solo al negativo la resistenza e visto che il volt rimanevano sempre 6.2 le ho collegate sia nel positivo che negativo sempre 6.2 e in fine collegata solo nel positivo è sempre 6.2. Questa è la prima volta che devo usare delle resistenze. Cosa sbaglio?

Emmm ... ho idea che NON ti sia ben chiaro come funziona una resistenza, quale sia la legge di Ohm e/o come vada applicata ... che ne dici di dedicare due minuti a studiarti bene QUESTO articolo? :slight_smile:

Così poi ne riparliamo con migliore cognizione ... :wink:

Guglielmo

No infatti non ne so nulla, visto che non le ho mai dovute usare. Ma come posso fare per diminuire il voltaggio?

gpb01:
... che ne dici di dedicare due minuti a studiarti bene QUESTO articolo? :slight_smile:

Guglielmo

Se la corrente, nel circuito a 1,5v, varia varierà anche la tensione di alimentazione che potrebbe provocare rotture.
Un metodo per ottenere una tensione costante è mettere in serie un diodo zener da 4,7V e una piccola resistenza per abbassare di 2-3v per fare scaldare meno lo zener.
Lo zener deve essere di potenza adeguata.

>Arco_500: ... ti rendi conto che l'OP NON ha mai usato neanche una resistenza ? ? ? :o E tu gli vai a parlare di circuiti con gli zener ? ? ?

Apettiamo che abbia almeno capito cosa è una resistenza e come si usa come "partitore di tensione", DOPO solleveremo le varie obiezioni, adesso gli si confondono solo le idee !!!

Guglielmo

Ok.

medioman-ita:
No infatti non ne so nulla, visto che non le ho mai dovute usare. Ma come posso fare per diminuire il voltaggio?

Giusto per farti capire la tua domanda:
-come si va in auto da milano a roma anche se non sono mai salito sopra un auto?

Quindi, prima che tu te la prenda (e non sarebbe la prima volta che qualcuno se la prende) stai chiedendo la fine di un discorso senza sapere nemmeno come è iniziato.

Sono andato a vedere la tua presentazione per sapere che conoscenze hai ma non c'è scritto nulla tipo che conoscenze tecniche hai o che scuole hai fatto o quanti anni hai o che lavoro fai (e qui farei un appunto ai moderatori sul vietare presentazioni tipo "salve, sono nuovo ecc ecc, ho visto arduino ecc. ecc., vorrei fare ecc. ecc. e spero che mi darete una mano"....). Quindi è anche difficile capire come aiutarti.

Andando al succo della domanda, la resistenza viene spiegata a scuola quasi come UN RUBINETTO che fa passare più o meno elettroni, quindi corrente eccetera eccetera.
Ma da qui a spiegarti poi come diminuire una tensione, la cosa diventa un po' più complicata, capisci?
Se anche ti dico di fare un PARTITORE RESISTIVO che però dipende dall'assorbimento che richiedi, è naturale che poi mi domandi COSA E' L'ASSORBIMENTO? E se ti dico di usare uno ZENER mi domanderai "Come si usa uno Zener ?".
Forse è anche per questo che le scuole superiori durano 5 anni e non 5 giorni...

Quindi noi siamo qui per aiutarti, ma... "aiutati che il ciel ti aiuta", nel senso che noi ti diciamo cosa leggere o studiare e poi ti diamo una mano a metterlo in pratica.

Quindi, nel dubbio che tu sappia o meno l'inglese, ti metto il LINK di come funziona un partitore di tensione e il LINK di come si usa una resistenza ed un diodo Zener per abbassare una tensione.
Nel paragrafo RIFERIMENTO DI TENSIONE CON DIODI ZENER è spiegato tutto.

Devo abbassare il voltaggio da 6.2v a 1.5v con un assorbimento di 100mA. Ho usato delle resistenze da 47 ohm...

Mi pare corretto usare una resistenza da 47 ohm, provo a fare il calcolo:
Vr1 = 6.2 - 1.5 = 4.7 V

Ora R=V/I, per cui 4.7/0.1 = 47.
Se il carico assorbe una corrente costante di 100mA (0.1A) questo sarà equiparabile ad una resistenza il cui valore
calcolo così: 1.5 / 0.1 = 15 ohm.

Quindi un partitore 47ohm "serie" con 15 ohm "parallelo" si comporta come richiesto. Il termine parallelo e serie qui lo uso impropriamente, poiché le due resistenze connesse in serie poi vengono connesse in parallelo alla sorgente da 6.2V.

Non è un caso che 47 + 15 = 62 ohm e I = V/R = 6.2 / 62 = 0.1A (100mA).

Ciao.

medioman-ita:
Devo abbassare il voltaggio da 6.2v a 1.5v con un assorbimento di 100mA. Ho usato delle resistenze da 47 ohm, prima ho collegato solo al negativo la resistenza e visto che il volt rimanevano sempre 6.2 le ho collegate sia nel positivo che negativo sempre 6.2 e in fine collegata solo nel positivo è sempre 6.2. Questa è la prima volta che devo usare delle resistenze. Cosa sbaglio?

La tensione sulla resistenza dipende dalla corrente che passa attracerso la resistenza (oltre al valore della resistenza stessa).

Se colleghi la resistenza al positivo o negativo e il multimetro tra la resistenza e l'altro polo la corrente attraverso la resistenza e il multimetro é cosí piccola ( intono al µA ovvere miliardesimo di A) percui la tensione sulla resistenza é intorno al mV (millesimo Volt). Se colleghi la resistenza all' alimentazione misuri la tensione di alimentazione.

1.5v con un assorbimento di 100mA.

L' assorbimento é costante o é il valore massimo? Se la corrente non é costante anche la tensione sulla resistenza non é costante e percui i 1,5V non saranno quelle.

Ciao Uwe

Esatto! Come dice Uwe, se l'assorbimento è fisso a 100 mA (come per esempio una lampada, o un riscaldatore) allora la teoria va bene ma se l'assorbimento è variabile, di conseguenza variano le tensioni.
Ecco perché i partitori resistivi non si usano MAI per abbassare una tensione ma solo per leggerla (a meno di un assorbimento, appunto, stabile).