Tensione batteria al piombo

Salve a tutti,
vorrei leggere la tensione di una batteria al piombo attraverso il pin analogico di Genuino, dopo aver fatto una ricerca sono arrivato alla conclusione che dovrei fare un circuito cosi:
Non sono sicuro di aver capito bene quindi vorrei chiedervi se è giusto.
La seconda domanda riguarda il capire quando una batteria al piombo può ritenersi scarica senza che essa si rovini. In linea teorica per quanto sopra detto con la batteria completamente carica dovrei leggere da pin analogico di Genuino il valore:
-->1.27:x=5:1023 x=259.8
Quale valore devo leggere dal pin analogico per capire che la batteria è scarica?

Non so se si riesce a vedere la foto.. allego dei link nel caso la foto non fosse visibile:
https://postimg.org/image/zcbcemucx/
Google Photos

Prima di tutto, usare un partitore con un rapporto di 11 (100K/10K) è un pò un'esagerazione e dato che maggiore è l'escursione ( senza superare il valore finale di 5V ) con un rapporto di 3.2 (22K/10K) vai sul sicuro e ottieni una maggior risoluzione

con questi valori ottieni a piena carica( Max 14.4V in carica ) una tensione sul pin di 4,5V ( per avere 5V dovresti avere una tensione sulla batteria di 16V )
13.8V è comunque il valore di tensione presente sulla batteria carica ( 4.31V sul pin )

Quando una batteria può considerarsi scarica ?
Questo dipende molto dalla corrente prelevata nell'unita di tempo.
Ad esempio se dalla tua batteria da 5Ah prelevi una corrente fino a 0.2C quindi al massimo 1A (0.2C x 5Ah ) hai una tensione di fine scarica di 10.5V (1.75V ad elemento ) che corrispondono a 3.28V sul pin
Considera che con i valori che avevi scelto tu ( 100K / 10K ) avevi sul max 1.25V (13.8V) e sul minimo 0.95V (10.5V)
Quindi a batteria carica abbiamo nella lettura del pin. 4.31 / 5.0 * 1024 = 882
e a batteria scarica 3.28 / 5.0 * 1024 =671
Però evita di arrivare a 10.5V, prendi a 11V il momento in cui deve avvisarti che la batteria è quasi esaurita.
La curva di scarica da 11V scende in modo repentino. Per fare un esempio, a 0..05C ( 250mA ), se hai la batteria scarica completamente in 20 ore (10.5V), l'ultima mezzora è già sotto gli 11V
Quindi a 11V hai 3.43 / 5.0 * 1024 = 702 che leggi sull'ADC

Grazie Brunello,
sono stato un po' indaffarato e solo adesso ho messo in pratica quello che mi hai spiegato l'altro giorno. Funziona tutto bene, alla fine non ho messo il condensatore perchè i valori misurati erano stabili e precisi. Grazie anche per la spiegazione chiara.

L'unica cosa che cambierei nello schema di Brunello è il valore del resistore da 22k che porterei a 20k: in questo modo il valore letto sull'ingresso analogico è esattamente 1/3 della tensione sulla batteria.

20k non è un valore facilmente reperibile, rientra nella serie E24, mentre 22k è un valore che rientra nella serie standard E12 e lo trovi anche nel negozio sotto casa. :slight_smile:

Evoluzione: quaranta anni fa la normalità erano i resistori al 10% E12 0.5-1W, ma oggi la normalità è diventata 5% E24 0.25W (in ambito non SMD).

Il problema è che la serie E24, o superiore, la trovi solo dai grandi distributori tipo RS, Farnell, etc, ed esclusivamente in formato smd, in formato dil trovi solo la E12, ancora per poco perché le resistenze dil di bassa potenza vanno fuori produzione in tempi brevi, max un paio di anni, rimarranno solo quelle di potenza per ovvi motivi.
Rammento che è possibile saldare una resistenza smd in formato 0805 tra due pad di una millefori a passo 2.54 perché la sua dimensione e 2.03 mm, oltre ad essere facilmente reperibili anche come serie E96, quella con il maggior numero di valori, con tolleranza tipica >2%, costano molto meno delle resistenze dil e si trovano facilmente anche su ebay sotto forma di collezioni con 20-50 R per ciascun valore, p.e. questa da 177 valori diversi per un totale di 4425 R per solo 11 E inclusa spedizione.