Trasmettere IR via cavo: uso transistor, fotoaccoppiatore, ...?

Buongiorno ragazzi, sono nuovo.
Ho un apparecchio gestibile con telecomando IR ma vorrei comandarlo via cavo. Ho studiato autonomamente tutta la questione della codifica, demodulazione ecc e ora sto approfondendo la parte hardware.
Il piedino in uscita dal ricevitore IR è mantenuto a 3.3V, immagino con una resistenza di pullup.

Per inviare il segnale ho pensato a diversi modi. Inizialmente avevo pensato di usare direttamente un’uscita digitale di arduino (abbassata a 3.3V), ma nel momento in cui l’uscita è a riposo (ovvero HIGH) se qualcuno usa il telecomando si avrebbe un corto circuito tra ricevitore IR e arduino, corretto?
Quindi dovrei fare in modo che il segnale sia 0V o niente. Potrei mettere un diodo in serie all’uscita?

Usare un transistor NPN in saturazione come interruttore ma non capisco come dimensionare le resistenze dato che non conosco il carico sul collettore (dovrei conoscere almeno il valore della resistenza di pullup dell’apparecchio). Inoltre il carico credo che non sarebbe costante dato che c’è sempre il ricevitore IR che può chiudere il circuito GND quando si usa il telecomando.

Usare un fotoaccoppiatore a 4 pin? Ma non ne ho mai usati e non so se possono servire allo scopo.

Ovviamente non vi chiedo di propormi il circuito, ma se riuscite a darmi qualche dritta mi aiutereste molto! Grazie mille anticipatamente.

P.S. Dai post che leggo forse dovevo scrivere nella sezione generale, chiedo scusa nel caso avessi sbagliato.
Metto in allegato una soluzione che ho trovato in rete ma che non ho provato, se può essere utile.

pdtc143et.jpg

Buongiorno, :slight_smile:
essendo il tuo primo post, nel rispetto del regolamento della sezione Italiana del forum (… punto 13, primo capoverso), ti chiedo cortesemente di presentarti IN QUESTO THREAD (spiegando bene quali conoscenze hai di elettronica e di programmazione … possibilmente evitando di scrivere solo una riga di saluto) e di leggere con molta attenzione tutto il su citato REGOLAMENTO … Grazie. :slight_smile:

Guglielmo

P.S.: Ti ricordo che, purtroppo, fino a quando non sarà fatta la presentazione nell’apposito thread, nessuno ti potrà rispondere, quindi ti consiglio di farla al più presto. :wink:

Ciao Giglielmo! Grazie per le indicazioni, ho provveduto subito.

Ulteriori dati. Oggi ho portato a massa l’ingresso dell’apparecchio che viene mantenuto a 3.1 V e ho misurato una corrente di 66 µA quindi ho calcolato (anche se dovrei conoscere l’impedenza d’ingresso del mio multimetro…) che ci sia una resistenza di pullup da 47kohm che praticamente rappresenta il mio carico da collegare al collettore del transistor.

Tra i transistor NPN abbastanza reperibili ho trovato l’S9018 che CREDO possa fare al caso mio (lavora con correnti non troppo alte). Non mi resta che capire come calcolare le resistenze per polarizzarlo come on-off e se possa funzionare.

Secondo voi può funzionare?
Allego qualche immagine dal datasheet (http://vakits.com/sites/default/files/S9018%20Transistor.pdf)
P.S. Per semplicità allego anche uno schema.

Scusa la domanda, ma perché complicarti la vita? Non puoi mettere un LED IR davanti al ricevitore dell'apparecchio e quindi da Arduino comandare (tramite libreria IRremote) l'invio dei comandi IR corrispondenti alle funzioni che ti interessano?

Non devi smontare nulla dell'apparecchio, ed hai persino la flessibilità di mettere e togliere questo sensore mantenendo la funzionalità del telecomando originario...

Eh.. bella idea, diciamo l'uovo di colombo, ma purtroppo non c'è spazio e per altri motivi devo realizzare un collegamento fisico. Per comodità ho appena caricato nel precedente messaggio anche un'immagine dello schema. Non riesco a farla apparire nel post (qualcuno sa come si fa?), appare solo il link per scaricarla.

enzox: Eh.. bella idea, diciamo l'uovo di colombo, ma purtroppo non c'è spazio e per altri motivi devo realizzare un collegamento fisico.

Che non ci sia spazio è curioso, però, perché mica devi montare tutto Arduino davanti al ricevitore di quest'altro apparecchio (ma per curiosità, di cosa parliamo?) ma solo un piccolo led IR, poi con due fili porti il segnale dove puoi alloggiare Arduino, non mi pare ci siano grossi problemi. Poi se parli di collegamento fisico nel senso che devi farlo dall'interno, beh, il tuo led IR credo che tu possa metterlo dentro all'apparecchio stesso, posizionato in modo che il ricevitore veda comunque il segnale (d'altronde sta a pochi millimetri, non c'è neanche bisogno di allinearli). Di fatto è come un fotoaccoppiatore, solo che non devi smontare e dissaldare nulla...

Se poi ci sono altre considerazioni, prova a spiegarle così capiamo meglio.

Per comodità ho appena caricato nel precedente messaggio anche un'immagine dello schema. Non riesco a farla apparire nel post (qualcuno sa come si fa?), appare solo il link per scaricarla.

Devi caricare l'immagine in un qualche sito per hosting free di immagini, come ImgBB ad esempio, poi incollare qui il tag "img" che ti genera.

Si, anche io sono curioso di capire perchè non funziona la soluzione di docdoc, che mi pare la più semplice e immediata.
Tanto qualunque altra cosa fai devi saldare/dissaldare qualcosa sul tuo ricevitore, a questo punto dissaldi il ricevitore e te lo metti dove hai spazio appiccicato frontalmente al trasmettitore con cavo lungo lungo fino ad arduino.

Per le immagini, puoi linkare anche l'url del link del caricamento. Fai l'upload e poi modifichi il messaggio copiandoti l'url e includendolo nella pagina, oppure invece di salvare passi per l'anteprima e cerchi di copiare l'url da li dopo aver caricato l'immagine.
Così:

Fidandoci dei dati che hai fornito, dal datasheet si vede che la Vbe(sat) del transistor va da 0,6V a 0,8V per le correnti Ic che ti possono interessare.
Tiriamo a caso e stiamo su 0,7V tanto per fare i calcoli a spanne.
Arduino da in uscita 5V
Vrb = 5V - 0,7V = 4,3V
Hfe del transistor varia a seconda della temperatura da 80 a 120, anche qui andiamo a caso e prendiamo 100.
Significa che se la corrente che il transistor deve erogare è X, la puoi ottenere con una corrente di base 100 volte più piccola.
La tua corrente, se ho letto bene è di 66µA, 100 volte più piccola e arrotondando per semplificarci la vita, possiamo considerare 1µA.
Rb = 4,3V / 1µA = 4,3M

La Vce(sat) del transistor dovrebbe essere di meno di 0,1V, quindi molto piccola, non dovrebbe dare problemi con lo zero.

Se le grandezze sono differenti, hai le formule per ricalcolarti tutto.
Mi sono svegliato presto e ho ancora sonno, per cui riverifica i conti prima di applicarli :smiley:
E comunque io valuterei la soluzione di docdoc ::slight_smile:

Maurizio

P.S.
Quanto lungo dovrebbe essere il cavo di comando? Perchè potrebbe incidere con la sua resistenza in tutto questo giro...

Ciao Maurizio! Grazie per il tuo aiuto! Ho provato il circuito con un altro transistor sulla breadboard e funziona benissimo con quel valori di resistenza. Lavorando con correnti molto piccole va subito in saturazione, che è quello che mi serviva. Che poi avendo la breadboard potevo subito fare delle prove senza bisogno di scomodarti.. comunque problema risolto! Grazie mille. P.S. Alla base del transistor ho anche aggiunto una resistenza di pulldown da 47kohm.

Fare due conti non fa mai male, si affrontano i problemi con maggior consapevolezza. Felice di essere stato d'aiuto. Anche la pull down male non fa, in condizioni particolari può tornare sicuramente utile.

Buon proseguimento. Maurizio