Controllo relè e verifica stato...

Ciao a tutti!

Torno alla carica a disturbare la community per un grande classico gestito via arduino: i relè. Prima di tutto vi spiego il mio scenario e cosa vorrei ottenere: In casa ho attualmente diversi interruttori luce controllati da relè passo-passo e azionati normalmente con semplici interruttori a muro (quelli a molla, che tornano in posizione una volta premuti). Fino a qui tutto normale. Quello che vorrei realizzare è poter gestire automaticamente via Arduino questi interruttori. Il lato di programmazione in questa fase poco mi importa. Ho già avuto modo di giocare con led e credo il procedimento di accensione/spegnimento sia analogo. L'eventuale rilancio del tutto via WEB anche l'ho già sperimentato. Quello che vorrei trattare con voi è quali logiche meglio potrebbero farmi realizzare quanto desiderato. Cercando online e leggendo il forum, si consiglia di usare delle schede relè già pronte, come questa:

http://www.ebay.ca/itm/New-16-Channel-12V-Relay-Module-Interface-Board-Arduino-PIC-ARM-DSP-PLC-/170745300786 (non deve essere propriamente questa, ma rende l'idea).

Allora, da qui, qualche domanda:

  • per interagire con queste schede utilizzo i PIN digitali del mio arduino connessi ai PIN mostrati nella terza immagine, giusto? Azinandoli come se fossero dei LED, corretto?
  • questi relè andrebbero a SOSTITUIRE i relè passo passo che ho in casa o sarebbero in aggiunta per accendere/spegnere i relè passo-passo? Teniamo presente che l'ideale sarebbe avere le luci in casa che, in caso di guasto del nostro caro Arduino o della scheda sopra indicata, possa comunque accendere le luci in casa :)
  • come posso controllare lo stato del relè? Per un uso domestico in loco è facile, basta vedere se la luce è accesa o l'apparato in funzione. Da remoto sarebbe invece interessante poter avere lo stato letto in qualche modo; così da accendere o spegnere e verificarne lo stato. Vedesi un termostato o chissà che altro apparato.

Ogni ulteriore consiglio è ben accetto!

Grazie molte!!

Simone

allora, io ti sconsiglio di comprare quella scheda perché secondo me sono soldi sprecati... compra dei rele da 3 o 5v. Certamente ti collegherai al relè passo passo in modo che in avaria di arduino funzioni tutto con gli interuttori già esistenti. Permodificare lo stato di acceso-spento puoi usare una variabile a cui dai valore 0 quando la luce è spenta e valore 1 quando la luce è accesa. Ciao Cesare

Ciao Cesare! Innanzitutto grazie della risposta. Il mio dubbio era capire via software, se un dato relè è acceso o spento. Supponiamo mi si spegne l'arduino e gli interruttori sono metà accesi e metà spenti. Il software caricato sulla eeprom si resetta, quindi perdo lo stato dell'arte. C'è un modo per interrogare lo stato dei relè passo passo? Avendo la shield Ethernet, potrei usare il modulo ssd per salvarmi lo stato, ma se qlcn agisce manualmente sugli interruttori di casa, siamo a capo. Il sw non sarebbe allineato con lo stato dei relay. Idee o consigli? Grazie!

Simone

  • per interagire con queste schede utilizzo i PIN digitali del mio arduino connessi ai PIN mostrati nella terza immagine, giusto? Azinandoli come se fossero dei LED, corretto?

Corretto.

  • questi relè andrebbero a SOSTITUIRE i relè passo passo che ho in casa o sarebbero in aggiunta per accendere/spegnere i relè passo-passo? Teniamo presente che l'ideale sarebbe avere le luci in casa che, in caso di guasto del nostro caro Arduino o della scheda sopra indicata, possa comunque accendere le luci in casa smiley

Le uscite di questi rele' vanno collegate in parallelo ai pulsanti. In pratica e' come se avessi un pulsante aggiuntivo per accendere/spegnere

  • come posso controllare lo stato del relè? Per un uso domestico in loco è facile, basta vedere se la luce è accesa o l'apparato in funzione. Da remoto sarebbe invece interessante poter avere lo stato letto in qualche modo; così da accendere o spegnere e verificarne lo stato. Vedesi un termostato o chissà che altro apparato.

Devi costruire un rivelatore di tensione. Collegato in parallelo alla lampada, che ti dica appunto se c'e' la 230V o no. Un esempo con fotoaccoppiatore lo trovi in questo Topic http://arduino.cc/forum/index.php/topic,117377.0.html

PS. Se comprare o no quella scheda dipende anche da quanti rele' ti servono. 16 porte per nemmeno 20 euro non e' male come prezzo

Quando usi sistemi tipo passo-passo hai il grande vantaggio di interfacciare un automazione o un telecontrollo digitale ad un impianto esistente e in caso di problemi puoi continuare a operare sui circuiti nel modo manuale classico, purtroppo hai lo svantaggio che ti servono altrettanti input per verificare se l'evento è avvenuto, non ci sono storie.

I sistemi sono molti e dipendono dalla fantasia, dallo spazio disponibile, dalle finanze economiche disponibili.

  • utilizzare un relè 220v più piccolo che c'è per ritornare un segnale pulito I/O
  • utilizzare relè passo-passo a doppia interruzione uno dei due contatti avrà funzione di ausiliario
  • utilizzare un sensore effetto hall per misurare se c'e' un assorbimento o meno su quella linea, questo ti darebbe un costo in più ma anche un vantaggio, puoi verificare se il funzionamento di quella linea è corretto o ci sono dei guasti parziali (con carichi ad assorbimento costante ovviamente).
  • un semplicissimo led alimentato a 220v con condensatore e resistenza in serie e diodo in parallelo (vedi google "led 220v optocoupler") + un optoisolatore sul suo output
  • un semplicissimo led alimentato a 220v con condensatore e resistenza in serie e diodo in parallelo (vedi google "led 220v") + un fotoresistore installati in un tubetto
  • trasformatore + ponte di graetz e relativi componenti

Grazie a tutti per i consigli.
Mi sono tutti più o meno chiari, quasi… Altre risposte me le studio con calma e cerco un po’ :wink: Ma:

utilizzare un relè 220v più piccolo che c’è per ritornare un segnale pulito I/O

Questo esattamente come funziona?

Ho letto dell’esistenza anche di relè passo passo con led di segnalazione. Sarebbe eventualmente possibile rilevare la tensione dal led di segnalazione? Potrebbe essere sufficiente per capire in che stato si trova il relè. Fattibile?

Grazie!

Simone

utilizzare un relè 220v più piccolo che c'è per ritornare un segnale pulito I/O Questo esattamente come funziona?

Un rele' con bobina a 220 V messo in parallelo alla linea che va' alle lampade. i contatti li mandi ad arduino. Quando la lampada e' accesa e' alimentato anche il rele', quindi sai in che stato e' la luce

Ho letto dell'esistenza anche di relè passo passo con led di segnalazione. Sarebbe eventualmente possibile rilevare la tensione dal led di segnalazione? Potrebbe essere sufficiente per capire in che stato si trova il relè. Fattibile?

Scusa, ma non hai detto che i Passo Passo sono gia' montati nell'impianto ? Mica vorrai sostituirli

X3fil: Ho letto dell'esistenza anche di relè passo passo con led di segnalazione. Sarebbe eventualmente possibile rilevare la tensione dal led di segnalazione? Potrebbe essere sufficiente per capire in che stato si trova il relè. Fattibile?

Vuoi metere una webcom per controllare da remoto se il relè passo passo é acceso o no? :sweat_smile: ;) ;) ;) ;) ;) ;)

Ciao Uwe

Scusa, ma non hai detto che i Passo Passo sono gia' montati nell'impianto ? Mica vorrai sostituirli

In realtà ne sto aggiungendo altri e potrebbero essere già di un modello più consono ai miei scopi, se funziona.

Vuoi metere una webcom per controllare da remoto se il relè passo passo é acceso o no?

Ahah, anche un rilevatore di luce! :D

Nodai, pensavo potessi mettermi a rilevare la tensione che accende il led. Insomma, sono aperto ad ogni soluzione. Poi vediamo il rapporto prezzo/facilità d'implementazione.... Della serie "Fast, Good or Cheap. Pick two." :-)

Grazie!

Simone

Se devi cambiare i Passo Passo, mettici dei modelli a doppio scambio. Il primo lo usi per le lampade, sul secondo ci fai quello che vuoi

brunello: Se devi cambiare i Passo Passo, mettici dei modelli a doppio scambio. Il primo lo usi per le lampade, sul secondo ci fai quello che vuoi

Ottimo, ora pian piano mi sto chiarendo le idee. s'è capito che non sono del settore, quindi alcuni concetti semplici per i più, non sono così immediati per me. Riassumendo: Arduino aziona un relè passo-passo a doppio scambio con l'ausilio di un altro relè più piccolo, sia esso la scheda citata all'inizio o uno creato da zero, poco importa ora. Eccitando il relè passo-passo tramite il relè pilotato da arduino per un po', la ruota dentata del relè passo-passo avanza di una posizione e accende/spegne l'apparato connesso dietro. Bene. Ora, il doppio scambio come funziona? In che modo quindi rilevo se lo stato è ON o OFF? Immagino che dal relè a doppio scambio ho altre uscite. Cosa rilevo e come lo collego all'Arduino?

Vi ringrazio molto dell'aiuto!

Simone

cosi’

Fantastico, grazie!

Quindi "Y" terminerà su GND della scheda Arduino. Mentre "X" terminerà direttamente su un PIN digitale. Nel mezzo si dirama una resistenza a 4.7K che termina sulla 5V dell'Arduino. Giusto?

Che valori mi aspetterò di leggere dalla digitale? zero se il relè passo-passo è spento e maggiore di zero se è in stato di acceso?

Infine, non volermene, ho ancora molto da imparare, ma se non erro la parte dove è connessa l'ipotetica lampada è invertibile (fase/neutro). La stessa cosa vale anche per X ed Y del tuo schema?

GRAZIE ancora brunello!

Ciao, Simone

Che valori mi aspetterò di leggere dalla digitale? zero se il relè passo-passo è spento e maggiore di zero se è in stato di acceso?

Il contario. la resistenza fa' da' PullUp. Ovvero tiene a livello logico HIGH il pin di arduino, quando il contatto e' aperto. Quindi quando il contatto e' chiuso ( lampada accesa ) si ha un livello LOW sul pin PS. Il rele' passo passo non e' acceso o spento. la bobina viene attivata solamente nel tempo che premi un pulsante. Poi torna sempre in condizione di riposo, ma meccanicamente hanno cambiato di stato i contatti

Infine, non volermene, ho ancora molto da imparare, ma se non erro la parte dove è connessa l'ipotetica lampada è invertibile (fase/neutro). La stessa cosa vale anche per X ed Y del tuo schema?

Certo, sono invertibili. Pero' nel caso del 220V la normativa prevede che il neutro ( filo blu' ) sia quello collegato direttamente alla lampada

Il contario. la resistenza fa' da' PullUp. Ovvero tiene a livello logico HIGH il pin di arduino, quando il contatto e' aperto. Quindi quando il contatto e' chiuso ( lampada accesa ) si ha un livello LOW sul pin PS. Il rele' passo passo non e' acceso o spento. la bobina viene attivata solamente nel tempo che premi un pulsante. Poi torna sempre in condizione di riposo, ma meccanicamente hanno cambiato di stato i contatti

Quindi, e con questo spero di non disturbarti più, con un relè doppio scambio, quando cambia di stato i contatti, lo effettua per entrambi i circuiti. In questo modo si accende la lampadina e in contemporanea chiude il contatto anche sul circuito 5V dell'Arduino, ottenendo di fatto la lettura del valore LOW sul pin. Ho (finalmente) capito tutto? :)

Certo, sono invertibili. Pero' nel caso del 220V la normativa prevede che il neutro ( filo blu' ) sia quello collegato direttamente alla lampada

Ok, buono a sapersi! :)

Grazie, Simone

Tutto giusto

8) 8) 8)

Grazie di tutto allora!

E con questo mi son tolto un'altra serie di dubbi :-)

Buona giornata e buon WE!

Simone

X3fil: - questi relè andrebbero a SOSTITUIRE i relè passo passo che ho in casa o sarebbero in aggiunta per accendere/spegnere i relè passo-passo? Teniamo presente che l'ideale sarebbe avere le luci in casa che, in caso di guasto del nostro caro Arduino o della scheda sopra indicata, Ogni ulteriore consiglio è ben accetto!

Grazie molte!!

Simone

di sicuro l'impianto del futuro sara fatto con una scheda tipo arduino 2 solo che quando l'impianto è gia fatto diventa un pasticcio intevenire

la faccenda che arduino si "rompe" è un po campata in aria" e poi anche se si dovesse rompere proprio il processore della scheda il tutto va fatto in modo che in 2 minuti si prende la scheda la si sfila dalla sede e se ne metta un altra gia disponibile di scorta per l'occasione queste cose si progettano bene sin da subito :D

Dicesi "spare parts" :)

Ad oggi ho la casa invasa da arduino(s) non ancora in uso pesantemente e non ho avuto mai problemi. E' solo per avere l'alternativa in caso si rompa e io sia fuori... con la sola scheda arduino, nel caso non andasse, avrei chiamate del tipo: "Caro, non va nulla"... "Ma è semplice, sostituisci la scheda con quella già programmata e pronta per l'uso!".... :~ E così la telefonata di 5 minuti durerà ore interminabili di pazienza :) Scherzi a parte credo sia normale ad oggi pensare ad avere un cuscinetto "vecchio stile" per avere cmq tutto che funzioni.

Simone

a parte gli scherzi,
e proprio cosi,
le persone adulte della casa nel rarissimo caso che una scheda si danneggi completamente
devono essere capaci di sostituirla visto che fortunatamente sono fatte in modo che di infilano come shield,
il guaio principale e che l’impiato gia fatto è fatto come è fatto $)

pensa come sarebbe se tutti i cavi/guaine finissero in un unico punto un una (o due) bella scatola di derivazione occultata in modo perfetto dietro un quadro
in metallo enorme (tipo 60 cm in larghezza e 60 cm altezza)
occultata in modo perfetto dietro un quadro
tutti i cavi disposti con cura maniacale tutti etichettati in modo professionale