Creare analizzatore di spettro per potenza ricevuta da antenna

Salve a tutti,
Il mio obiettivo era quello di leggere la potenza ricevuta da una antenna ricevente, sapendo che non tutte le antenne hanno il pin che ti permette di leggere la potenza, pensavo di usare una antenna come questa: http://www.radiofo.it/files/articoli/rx4m50rr30sf.pdf, solamente che necessito di un analizzatore di spettro per leggerne la potenza, e quindi mi chiedevo se era possibile farne uno rudimentale con dei componenti di arduino.

Se la portante RF é 1-2kHz allora sí.
Ciao Uwe

Aggiungo solo che quello che ti serve se ti interessa solo la potenza, e' un wattmetro RF (o milliwattmetro, dato che parli di potenza ricevuta e non trasmessa, quindi molto piu piccola) ... con l'analizzatore di spettro ci misuri la banda di frequenza, le armoniche, la composizione della portante, la frequenza, e marginalmente anche la potenza (in dbm, piuttosto che in Watt), ma non e' esattamente lo strumento adatto per misurarci solo le potenze ... oltre al fatto che costicchiano leggermente, gia solo per delle ciofeche cinesi tipo atten e simili ti pelano piu di 1000 Euro, figurati per strumenti un po piu professionali ...

Inoltre servono sezioni RF che non sono molto facili da realizzare neppure avendo a disposizione un laboratorio attrezzato ... arduino di certo non arriva a poter maneggiare alcuna frequenza nelle bande radio, neppure nelle OL ... l'unico modo che mi viene in mente di realizzare un'analizzatore di spettro con arduino, sarebbe quello di reperire un qualche tuner per TV via cavo a copertura continua (quelli piu vecchi lo erano) con il PLL comandato in I2C ed usare arduino per pilotarlo generando lo sweep, per poi usare un'oscilloscopio come visualizzatore (che abbia l'ingresso Z) ... in quel modo si salterebbe praticamente il 90% del casino per crearsi la sezione RF, dato che sarebbe gia pronta, e soprattutto pretarata, nel tuner ... altro non mi viene in mente ...

Ok, quindi posso misurare la potenza di un segnale alternato usando un wattmetro, giusto ?, in tal caso la potenza letta sarebbe quella efficace o massima ? Perdona l'ignoranza.

Dipende dallo strumento, se e’ picco-picco e’ quella massima, se e’ “RMS” e’ il valore medio reale … a te serve misurarla direttamente all’uscita dell’antenna, oppure in un circuito ? … nel primo caso il segnale potrebbe essere piccolissimo e quindi sarebbe necessario uno strumento digitale con un’amplificatore di ingresso …

Te lo chiedo perche’ prima parli di “antenna”, e poi linki un modulino ricevitore digitale preassemblato della AUREL, per cui le due cose sono differenti … se ad esempio quello che ti serve e’ sapere “quanto segnale riceve il modulo”, e non il guadagno di una specifica antenna, la cosa e’ piu semplice … quei moduli hanno gia un’uscita analogica il cui segnale e’ proporzionale alla potenza ricevuta, quindi ti basterebbe leggere quello … magari con un’integratore o un demodulatore diodo-condensatore-resistenza da leggere poi con un’ingresso analogico di Arduino o con un multimetro digitale … e potresti anche comparare diversi tipi di antenne con lo stesso sistema, anche se non avresti una scala di misura precisa in dbm, ma solo un riferimento di confronto …

Allora, io intendevo leggere la potenza del modulino ricevitore, ho fatto confusione, in base a cio’ che hai scritto dovrei usare un demodulatore diodo-condensatore-resistenza e poi leggere la potenza con un multimetro digitale, perche’ credo che leggendo dal pin analogico di Arduino avrei una precisione minore.

OK grazie mille per le risposte

be', anche l'uscita analogica di quei moduli non e' uno "strumento di laboratorio", ha una precisione abbastanza scarsa, e nessuna "scala" definita, salvo alcuni ... ci puoi rilevare l'intensita' del segnale ricevuto, e confrontarlo con quello di un'altra antenna per vedere se e' maggiore o minore e di quanto in proporzione, ma non e' che puoi collegarci uno strumento ed essere sicuro che "tot mv" corrispondano per forza a "tot dbm" ... Certo, un microvoltmetro/microwattmetro per RF si puo sempre costruire ... ma poi come fai a tararlo, senza un'altro microwattmetro gia tarato a disposizione ? ...

Io in questi casi uso una pennetta per il digitale terrestre con driver modificati e un software SDR (Software Defined Radio). Vedi lo spettro in potenza non solo nella frequenza che ti interessa ma anche nei dintorni, utile per valutare eventuali disturbi o se effettivamente il segnale è trasmesso o meno, ad esempio quello dei telecomandi.

Ovviamente non è uno strumento di precisione.

Va da cirva 70Mhz a quasi 2GHz con qualche buco.