Impazzire con una fotoresistenza..

Ciao a tutti,

ho bisogno di un aiuto su un calcolo che esegue arduino. Dunque sto giocando con la fotoresistenza del kit (quella piccolina) e va tutto bene: collego la fotoresistenza in serie ad una resistenza da 10k. Un capo della fotoresistenza va quindi a massa, l'altro alla resistenza tradizionale da 10k la cui è collegata al vcc. tra la foto resistenza e quella da 10k tiro un cavetto all'infresso analogico per leggere il valore.

Bene.. ecco il problema. Arduino legge un valore... ma dato da cosa? Scopro che dovrebbe essere il valore della tensione ai capi del fotoresistore fratto una costante di conversione 0,0049. Ecco spiegato finalmente perchè leggendo 5v restituisce in input il valore 1024 (piu o meno).

La domanda è: quando è tutto buio il fotoresistore è un cortocircuito quindi il pin legge 5v e restituisce 1024.. ma quando c'è luce, come caspita fa a restituire 7? Se la matematica non è 1 opinione e nemmeno kirchoff... il partitore dimezza la tensione!! dovrebbe darmi 2,5v in lettura no? come fa ad uscire un valore cosi basso? Non riesco a dimensionare niente sulla carta..

sto impazzendo. potete aiutarmi?

Luca32: quando è tutto buio il fotoresistore è un cortocircuito

Semmai il contrario ... quando e' completamente all'oscuro, una fotoresistenza ha valore molto alto (secondo i modelli, puo arrivare anche a diversi megaohm), piu la illumini, piu la sua resistenza diminuisce (ma ovviamente non andra' mai a zero) ...

Per effettuarci dei calcoli, dovresti avere il datasheet della fotoresistenza, o per lo meno la curva del valore rispetto all'intensita' luminosa, senza quelli puoi solo fare delle comparazioni con un luxmetro a parte, oppure usarla per impostare delle soglie "ad occhio" ... ;)

ah... grazie per la risposta! No non ho alcun datasheet :( non si capisce nemmeno che modello sia! Bah..

pero un attimo, parliamo di elettrotecnica: al buio perchè in lettura ho 1024? Seguendo quello che hai appena detto al buio Rfot>>10Kohm quindi il circuito si potrebbe modellizzare a: batteria,il meno a massa (che sarebbe la comparazione che arduino fa leggendo dal pin A6 ad esempio) ed l'altro capo che ha una resistenza che limita la corrente per nn bruciare il pin a6 e lo stesso cavo entra appunto dentro il pin A6 .

Morale al buio si avrebbero 5v quindi 5/0,0049=1024

ma alla luce, se la fotoresis. è quasi nulla o cmq trascurabile perchè leggo zero volt?ho dietro al nodo che va verso arduino per la lettura sempre una R di 10k che limita la corrente quindi non ho un corto rispetto al GND.

posso capire perchè? parlo proprio di concetto di maglia!

Ci sono due modi di montare il circuito: col fotoresistore tra 5v ed il punto di misura, o tra il punto di misura e GND. Il secondo è innanzitutto scomodo, perché il valore che leggi è INVERSAMENTE proporzionale alla quantità di luce, ma soprattutto in condizioni di buio presenta un'impedenza troppo alta per l'ADC di Arduino, che se non erro funzia bene con max 10 kOhm, mentre il fotoresistore può arrivare anche ad un paio di MOhm!

Per cui ti consiglio innanzitutto di invertire i due componenti, e magari di provare con una resistenza più piccola per l'altro lato del partitore. Più tardi ti posto un grafico della mia esperienza.

Ecco qua:

|500x281

Sopra vedi l'andamento della resistenza del mio fotoresistore oggi, ricavato con un paio di calcoli banali. Da lì ho poi provato a calcolare quale sarebbe stato l'andamento della tensione misurata con resistori diversi dall'altro lato del partitore, il che è quello che vedi sotto (la curva blu è quella effettivamente misurata, con un resistore da 3270 Ohm).

Quel che voglio dire è che con un resistore da 10 kOhm dall'altro lato del partitore, la curva si comprime leggermente e sale più rapidamente. In sostanza la risoluzione diminuisce. Per cui consiglio anche a te di provare resistori più piccoli.

Wow Grazieeeee!!! Seguiro entrambi i tuoi consigli… e abbassero di molto la resistenza del partitore!

PS: ma quindi dovrebbe risolversi anche il problema del valore?

Io nel frattempo ho fatto un partitore con 2 resistori da 10k e il punto di misura analogico mi dava esattamente il valore di 2,5 volt moltiplicato la costante!