Meglio proximity pnp o npn

Ciao ragazzi!
Sto cercando di realizzare un progettino, e avrei necessità di capire se è meglio utilizzare un sensore di presenza PNP o NPN, alimentato da 10 a 30 V c.c. 100 mA in uscita.
Sul segnale in uscita userò un partitore di tensione come spiegato da Gugliemo in altri posto; ma ero indeciso appunto su quale tipo di sensore è meglio usare per le caratteristiche di arduino mega 2560.

Premesso che e' "meglio" quello che serve a te' :D ... come semplicita', per collegare roba con alimentazioni diverse alle logiche in genere, e' piu adatto un open collector NPN, che chiude a massa in uno stato ed e' "aperto" nello stato opposto, per cui con una semplice resistenza di pullup a VCC delle logiche risolvi il problema ... ;)

Questo per quanto riguarda l'uscita open-collector NPN oppure PNP ... se inveve il sensore fornisce lui una tensione in uscita, dovrai usare un partitore, ed anche uno zener di protezione, ma quello e' un'altro discorso e non ha nulla a che fare con NPN o PNP, l'unico caso in cui questo dato e' indicato e' quando le uscite sono open-collector ...

grazie per la spiegazione!
allora per comodità uso uno di questi:

Iy5036 che è un PNP 3 poli Normalmente Aperto (credo che sia un open collector).

Scusa l’ignoranza non so cosa voglia dire pullup a vcc; ho cercato su google ma non ho capito un gran che, ora provo a cercare una schema elettrico per vedere come collegare i componenti.

Magari voi avete degli schemi?

Per NPN intendono transistor NPN open collector che chiude a massa; per PNP, invece, intendono transistor PNP a emettitore comune che fornisce tensione in uscita. https://www.google.it/search?q=open+collector+pull+up

Pull-up e' semplicemente la resistenza fra il pin e VCC, che serve a dare il positivo all'ingresso quando il sensore non e' attivo (mentre quando e' attivo collega il pin a massa) ... basta una normale resistenza da 10K ...

quindi per capirci, collego una resistenza tra il +5v di arduino e il pin 39 e sul capo della resistenza che va al 39 faccio arrivare il segnale del mio proximity, dopo che è passato attraverso al partitore di tensione?

https://www.ifm.com/it/it/product/IY5036

nella parte centrale della pagina c'è un pulsante chiamato cablaggio, se cliccate sopra esce lo schema elettrico del sensore

quindi per capirci, collego una resistenza tra il +5v di arduino e il pin 39 e sul capo della resistenza che va al 39 faccio arrivare il segnale del mio proximity, dopo che è passato attraverso al partitore di tensione?

No, niente resistenza di PullUp in questo caso. Basta ( anzi è d'obbligo ) collegare un partitore

|369x180

Quello e' un PNP, non un NPN ... quindi il transistor non chiude a massa, ma al positivo del sensore (e non a quello della logica) ... per cui se lo vuoi usare (con la massa in comune a quella della logica) devi usare lo schema di Brunello, oppure, se le due masse devono rimanere separate, con un'optoisolatore ...

Se il sensore è alimentato a 12V e Arduino a 5V, puoi usare 6k8 per R1 e 4k7 per R2.

grazie ragazzi siete mmitici!

può andare bene se uso R1 da 7k e R2 da 5K?

Si, ma in parallelo alla R2, per sicurezza, metti anche uno zenere da 4.9V (catodo al pin, anodo a massa)

Resistenze da 5k e da 7k e zener da 4,9V sono difficili da trovare, eh! I valori commerciali più comuni per entrambi sono 4,7 e 6,8.

ok! adesso cerco lo zener e poi provo!!!

Datman: ... zener da 4,9V sono difficili da trovare ...

http://it.rs-online.com/web/p/diodi-zener/8185095/

;)

(in realta' sono marcati 5V, iniziano a condurre a 4.9V e vanno in piena conduzione sui 5.1V ... valore comunque entro il limite di sicurezza delle logiche ... puoi cercarli anche come 4.7V o valori simili)

ok grazie ragazzi!

quindi lo zener lo metto subito dopo il nodo R1/out sul segnale di uscita?
o posso metterlo in serie al segnale di out?

Sul pin di arduino, o comunque in parallelo ad R2 ... anodo a massa e catodo all'uscita, ovviamente ...