Caricabatterie Li-ion 7.4V

Salve a tutti, volevo sapere se esiste un caricabatterie per arduino già "fatto" per ricaricare una batteria di tensione 7.4V (in realtà sono due messe in serie da 3.7) o se bisogna costruirne uno. Se avete dei consigli sono bene accetti! Grazie in anticipo! :)

Ci sono delle schedine di protezione per le batterie a due celle che fanno anche il controllo di bilanciamento e di carica ... oppure quei caricabatterie per modellismo che caricano i pacchi a 2 celle con lo spinotto a 3 poli, controllando anche bilanciamento e carica ... usare un normale caricabatterie senza controllo non e' mai troppo salutare per le celle al litio ...

Ma qualcosa tipo questo https://www.sparkfun.com/products/674 non esiste? O meglio ancora qualcosa di già pronto per ricaricare le batterie da arduino senza doverle scollegare ma semplicemente collegando arduino ad un alimentatore

Quello e' solo un'integrato, dovresti realizzarci tu tutto il resto ...

Io intendevo schedine tipo ad esempio queste http://www.ebay.com/itm/2-cell-Li-ion-Lithium-18650-Battery-Input-Ouput-Protection-PCB-7-2V-7-4V-3A-/121017524749?pt=LH_DefaultDomain_0&hash=item1c2d34e20d oppure queste http://www.ebay.com/itm/2-cells-6A-15A-peak-Li-ion-Lithium-18650-14450-Battery-In-Out-Protection-PCB-/121035958560?pt=LH_DefaultDomain_0&hash=item1c2e4e2920 o altre simili ... come caricatori completi, invece, tipo questi http://www.ebay.com/itm/F10334-B3-AC-LiPo-2S-3S-Battery-Balance-Charger-Compact-Charger-Built-in-adapter-/261627296502?pt=LH_DefaultDomain_2&hash=item3cea33baf6 o altri simili ...

Oppure intendi per usarle come batterie di backup con mantenimento automatico della carica ?

Proprio come i primi due che mi hai indicato! Però non capisco una cosa...come input che tensione devo utilizzare? e invece come faccio a capire se le batterie sono cariche o no?

Sulle batterie Li-ion è riportato sempre l'anno e mese di produzione, di che anno sono?

ciao a tutti @Etemenanki: in merito ai caricabatterie per litio in rete c'è un gran casno: non è che ci puoi proporre uno schema di alimentatore x usi generali? Ho due batterie di tablet defunti che vorrei riutilizzare Franco

pablos: Sulle batterie Li-ion è riportato sempre l'anno e mese di produzione, di che anno sono?

L'anno è il 2014

Frankq: cosa intendi per alimentatore per usi generali ? ... per uso generico come alimentazione per arduino, o per uso generico come caricabatterie litio ? ... perche' sono due cose diverse ...

L'anno è il 2014

ok, allora se la tratti bene e non la scarichi fino a 0 ... hai ancora 4 anni

Grazie! ma il caricabatterie che devo attaccare alle batterie che tensione deve avere?

Batteria litio-ioni (Li-ion) : presenta caratteristiche decisamente migliori rispetto alle precedenti, per questo motivo sono utilizzate nelle apparecchiature piu' moderne come la telefonia mobile e apparati audio/video portatili. Una cella di questo tipo ha una tensione nominale di 3,7 volt. La tensione minima per una cella definita scarica e' di 2,8 volt. Anche questo tipo per la carica necessita di un caricabatterie specifico, con corrente ad impulsi e controllo elettronico. All'interno della batteria e' presente il regolatore elettronico di gestione della corrente e temperatura. La durata e' legata semplicemente al tempo, in media circa quattro anni, indipendentemente dall'utilizzo e dai cicli, per questo motivo non conviene acquistarle e poi tenerle inutilizzate. L'autoscarica e' sensibile, si consiglia di ricaricale periodicamente. Se vengono scaricate totalmente possono danneggiarsi. Non risentono molto del freddo. NON sono adatte per l'uso in tampone.

Queste batterie vengono caricate a impulsi, non sono come quelle al piombo 12v che ci butti su 13.8v continui. Qui non si parla solo di tensioni applicate ai capi della batteria per ricaricarla .... anzi se ci metti una tensione continua rischi di farla esplodere e farti molto male.

ciao

Ma tramite questa schedina http://www.ebay.com/itm/2-cell-Li-ion-Lithium-18650-Battery-Input-Ouput-Protection-PCB-7-2V-7-4V-3A-/121017524749?pt=LH_DefaultDomain_0&hash=item1c2d34e20d ? Che tensione devo applicare?

Non e' indispensabile ricaricarle ad impulsi (quello e' per le ricariche rapide), ma anche con ricarica lenta bisogna usare un circuito specifico ... intanto deve limitare la corrente massima a non piu di un quarto della capacita' della cella (ma e' meglio un sesto, anche se il tempo si allunga), mantenendo il controllo della tensione in modo che non superi comunque i 4.2V per cella, poi quando la cella e' carica, deve passare al controllo della tensione, mantenendo ai capi una tensione leggermente inferiore a quella di massima carica (tensione di mantenimento, in genere la lasciano a circa 4.1 - 4.15 V per ogni cella) ... ed inoltre deve controllare il bilanciamento delle celle ...

I circuiti di protezione possono fare da controllo di eccessiva scarica ed eccessiva carica, non sempre possono fare il bilanciamento ... quindi per fare il pacco di 2 celle, bisogna PER FORZA usare due celle nuove e che siano dello stesso lotto di produzione e con la stessa carica iniziale ... NON BISOGNA MAI, PER NESSUN MOTIVO, usare celle diverse con cariche diverse in serie ... niente eccezioni, a meno che non vogliate rischiare un'incendio in casa (ricordo che il solvente usato per dissolvere i sali di litio nelle celle e' etere puro, e ci sono poche cose piu infiammabili dell'etere :P), ed inoltre in presenza di tracce di litio metallico, anche il contatto con l'ossigeno (se la cella si buca o rompe) puo causare un'incendio ... anche le celle a polimeri sono pericolose se surriscaldate , sovraccaricate o messe in corto ... questa e' una delle cose che possono succedere quando ad esempio si cortocircuita (ma anche sovraccarica) una cella al litio https://www.youtube.com/watch?v=HCGtRgBUHX8 ... :P

Non giocateci ...

Ho terminato recentemente un progetto per caricabatterie automatico 4S con balancer pilotato da Arduino.

La ricarica delle Li-Po e delle Li-Fe si effettua in almeno due fasi: una iniziale a corrente costante (CC) che ricarica la batteria per l'80-90% e l'altra a tensione costante (CV) per la rimanente parte.

La corrente di CC di solito non deve superare la capacità della batteria: con una batteria da 5Ah, perciò, è consigliabile non superare i 5A, pena una riduzione del numero di cicli di carica o vita della batteria.

Quando le celle in serie sono più di una (2S, 3S, ecc.) è [u]indispensabile[/u] usare un balancer la cui funzione è quella di bilanciare la carica in modo che non vi sia una cella più carica delle altre.

Ciao Ho le batterie di due tablet; vengono alimentati a 5V, le batterie da quante celle sono formate? In quanto all'uso, per Arduino certo, ma in generale per utilizzarle dove ho bisogno di energia Franco

tutte le celle per i tablet di solito sono celle "singole" a 3.7V (sono i circuiti che si occupano della ricarica a 5V e di generare i 5V o i 3.3V per le logiche dai 3.7) ... e NO, NON PUOI usarle in serie, se e' quella la tua idea, perche' sono celle che vengono da apparecchi diversi ... e' una cosa da non fare mai ...

Ciao
non voglio usarle in serie, voglio solo ricaricarle per non farle rovinare.
@cyberhs
Puoi postare lo schema del caricabatterie o ti serve per lavoro?
Franco

Ragazzi non ho capito se posso utilizzare quella scheda per ricaricare le mie due batterie e a quanto devo ricaricare.