Collegare Arduino a Rele Finder tramite optoisolatori

Salve, vorrei comandare dei rele finder tramite arduino passando per una scheda con degli optoisolatori.
L'uscita a 3.3/5v non è sufficiente per attivare i rele quindi pensavo di passare per una schedina con degli optoisolati in modo anche da isolare.
Ho comprato questa scheda
https://hacktronics.co.in/rs232485-usb-ttl-converters/4-channel-opto-isolation-module-high-and-low-expansion-board

Che sulla carta dovrebbe fare al caso mio, e sarebbe perfetta se non fosse che mi ritrovo la logica invertita anche se nella descrizione c'è scritto esplicitamente
"A normal LED opto-isolator will invert the logic of a signal. We threw some transistors on this compact board to correct the inversion. What you put into the IN pins, will be replicated on the the OUT pins, but at the higher voltage (HV)."

Ma se collego la board all'arduino appena accendo l'arduino le uscite si attivano.
Se metto l'uscita dell'arduino in HIGH si spengono.

Stesso problema lo ha riscontrato un altro utente qui

Ma io guardando lo schema della board non capisco perchè inverta il segnale!

Avete da consigliarmi altre board con degli optoisolatori che funzionino da una parte a 3.3v e dall'altra a 12v ?

Buongiorno,
essendo il tuo primo post, nel rispetto del regolamento della sezione Italiana del forum (… punto 13, primo capoverso), ti chiedo cortesemente di presentarti IN QUESTO THREAD (spiegando bene quali conoscenze hai di elettronica e di programmazione ... possibilmente evitando di scrivere solo una riga di saluto) e di leggere con molta attenzione il su citato REGOLAMENTO ...

Grazie.

Guglielmo

P.S: Ti ricordo che, purtroppo, fino a quando non sarà fatta la presentazione nell’apposito thread, nessuno ti potrà rispondere, quindi ti consiglio di farla al più presto. :wink:

fatto :slight_smile:

Al di la del problema che stai riscontrando ti voglio chiedere che tipo di relé finder vuoi pilotare perché quella scheda ha una corrente massima di assorbimento di 500mA e collegandovi duattro relé la superi facilmente se vuoi pilotare relé commerciali (quelli che si installano su barra DIN per intenderci).
Se invece stai parlando di micro relé allora ci sta che rienti nell'assorbimento massimo, in ogni caso se piazzi qui il link al modello dei relé che usi è meglio

blademckain:
sarebbe perfetta se non fosse che mi ritrovo la logica invertita anche se nella descrizione c'è scritto esplicitamente "A normal LED opto-isolator will invert the logic of a signal. We threw some transistors on this compact board to correct the inversion. What you put into the IN pins, will be replicated on the the OUT pins, but at the higher voltage (HV)."

Quella schedina non è pensata per pilotare relé (infatti non ha neppure i diodi contro le extratensioni di apertura), ma serve solo per isolare/traslare dei livelli logici a bassa potenza, che, come da descrizione, non sono invertiti:

     IN        |       OUT
---------------|--------------
      0        |
    oppure     |        0
  scollegata   |
               |
               |
      1        |        1
               |
               |

Questi livelli sono riferiti a massa, ma se colleghi un carico verso il positivo sei tu a invertire il funzionamento dell'uscita. Peccato che il relé verso massa non si può mettere perché il livello 1 in uscita è resistivo (la resistenza 5.1kΩ non fornisce sufficiente corrente).

In sostanza o si cambia scheda, o ci si costruisce un circuito adatto, o tocca comunque costruire un circuito adattatore prima o dopo di essa.

Salve,
si sto cercando proprio di pilotare dei rele finder da barra din da 12v.
Potete consigliarmi qualche altra scheda che possa fare al caso mio?

Prova a cercare "Arduino scheda relé" ne trovi a bizzeffe.
Quella più apparsa sul forum è questo modello.
Se deciderai di propendere per quella cerca sul forum e troverai tanti post dove viene consigliato di collegarla con la separazione delle alimentazioni per prevenire blocchi di Arduino per via delle interferenze, ti consiglio caldamente di seguire questo consiglio per evitare blocchi improvvisi e non facilmente riconducibili a eventi temporanei non facilmente intuibili

Grazie mille per il vostro aiuto,
volevo utilizzare i rele classici per una questione di affidabilità.
Quindi mi consigli di mettere 2 rele in serie
rele della scheda arduino ----> rele finder ??

Ho già usato queste schede rele ma avevo optato per collegare i finder tramite gli optoisolatori per una questione di spazio.
Arduino + collegamenti + finder li devo far stare tutti dentro una scatola di derivazione dentro ogni stanza!

Nel caso non esista una board già fatta, quale circuito dovrei mettere in piedi per pilotarei finder direttamente da arduino tramite degli optoisolatori?

Gli optoisolatori da soli non li puoi usare in primis perché non reggerebbero la corrente necessaria ai relé e poi, come ti diceva @Claudio_FF, dovresti almeno metere il diodo di protezione per le extratensioni in apertura della bobina del relé altrimenti friggi il transistor alla velocità della luce, questo sarebbe vero anche se tu trovassi un opto in grado di reggere le tensioni/correnti richieste dal relé finder.
Una curiosità sei ancora in fase di "studio" o hai già iniziato il cablaggio?

per la board sono ancora nella fase di studio / prototipazione
e nell'edificio non sono ancora nella fase di cablaggio ( mancano ancora diversi mesi ), l'idea è di mettere una scatola di derivazione (bella grande ) dove far confluire tutti i cablaggi ( accensione luci, alimentatori delle luci a led, accensione tapparelle, collegamento dei sensori allarmi e temperatura ) e nella stessa scatola mettere un arduino per il controllo.

Quindi il vostro consiglio è di usare la scheda relè in serie ai rele finder?
proverò a vedere se riesco a fargliele stare!

Il consiglio (per non vederti chiudere il thread :wink: ) è quella farti predisporre (o predisporre tu stesso) una serie di collegamenti "domotici" dall'elettricista dove tu ti andrai ad interfacciare con Arduino senza intervenire in alcun modo sulla parte dell'impianto elettrico.
Detto questo la tua idea di far confluire tutti in un unico posto è quella più suggerita perché facilita manutenzione e "debug".
io ho fatto predisporre l'area in questione a fianco del quadro elettrico, un bell'armadietto bTicino alto quasi un metro :slight_smile:

cosa intendi per serie di collegamenti domotici?
ho provato a guardare le varie marche ( bticino living now per esempio ) che fanno domotica ( quelle economicamente sostenibili! quindi knx escluso ) e sono molto poco interfacciabili con l'esterno!

anche questa scheda non è utilizzabile con i finder?
http://www.icstation.com/channel-optocoupler-isolation-electronic-switch-module-4bit-opto-isolator-transistor-p-8899.html

Non credo anche quella non ha il diodo in antiparallelo, detto che potresti aggiungerlo am roba volante nelle scatole è la cosa peggio che puoi fae.
Quello che intendo con interafccia domotica è una semplice morsettiera collegata ai vari contatti di comando dei relé dove tu ti ci potrai collegare con la tua parte domotica e comandare i relé senza la necessità di intervenire sull'impianto certificato, che essendo un operazione vietata per legge porterebbe alla prematura dipartita del thread.
Io fossi in te prevederei l'aggiunta di una scatola di derivazione per ospotare la tua parte domotica e nulla più, hai spazio per le chede e tutto il resto che ti servirà. E fidati ti servirà perché stai lanciandoti in una gestione che ti fornirà un sacco di mal di testa e notti insonni, sul banco tutto è bello funzionante e senza problemi, quando lo installi inizieranno millemila problematiche d'interferenza, errori di connesisone ecc. questo perché Arduino nudo e crudo non è certificato ne certificabile in ambieto domestico/industriale quindi non protetto da tutti i sistemi che servono a tal scopo.
Hai la possibilità di aggiungere una scatola e far arrivare li una bella morsettiera collegata ai relé dell'impianto domestico?

Si si, la casa è in costruzione, e per ora c'è solo la platea, quindi si.
Ti ringrazio per il consiglio, farò mettere una scatola aggiuntiva di fianco a quella di derivazione di ogni stanza.
Ricapitolando quindi

Scatola di derivazione 1:

  • punto di arrivo di tutti i cavi della stanza
  • barra din con rele finder 12v
  • alimentatori delle luci led

Scatola di derivazione 2:

  • morsettiera collegata ai rele finder ( della scatola 1 ) e agli altri componenti ( sempre scatola 1 )
  • arduino

e per il collegamento ai rele:
arduino --> scheda rele ----> rele finder a 12v

Ho capito bene?

Si, così sei un poco più tranquillo che avrai spazio e potrai usare componenti differenti se servisse

fabpolli:
Il consiglio (per non vederti chiudere il thread :wink: ) è quella farti predisporre (o predisporre tu stesso) una serie di collegamenti "domotici" dall'elettricista dove tu ti andrai ad interfacciare con Arduino senza intervenire in alcun modo sulla parte dell'impianto elettrico.
......

Esatto ...

blademckain: ... ti consiglio di rileggere con MOLTA attenzione il punto 15 del regolamento ::slight_smile:

Guglielmo

blademckain:
si sto cercando proprio di pilotare dei rele finder da barra din da 12v.

Ciao blademckain , sempre nel rispetto delle leggi, delle norme di sicurezza e delle regole del forum vorrei porti un un dubbio visto che sei ancora in fase di progettazione dell'impianto. I relè su guida din servono proprio a 12v per un motivo preciso oppure potrebbero essere sostituiti dagli stessi con bobina a 230V? In questo secondo caso un phototriac zero crossing o un piccolo SSR sarebbe più che sufficiente al loro pilotaggio e questi potresti pilotarli, tramite schedine già assemblate, direttamente dall'arduino.

Ciao Diego67 anche a te serve una lettura del regolamento perché sul forum è vietato parlare di modifiche ad apparati con tensione superiore a 50V
rslogix52

Un'interfaccia con gli SSR omologata deve farsela installare da un elettricista abilitato; a quella collegherà Arduino.