come usare la scheda arduino per ogni progetto

ciao a tutti, sono un principiante e lo capirete dalla domanda..

premetto che ho Arduino UNO starter kit.
Se faccio un progetto semplice con la scheda Arduino (ad esempio: accendi il led se il sensore di movimento rileva qualcosa) poi la scheda ce l'ho bloccata li in quel progetto (e sarebbe sprecata per un progetto così semplice), se volessi fare qualcos'altro dovrei disfarmi del progetto precedente, oppure dovrei comprare un'altra scheda.

Non c'è un modo per creare una scheda programmata (a basso costo) alternativa alla scheda di Arduino per poterla usare definitivamente per quel progetto, in modo da tener libera la scheda Arduino per altre cose?

spero di essermi spiegato..

Assolutamente ! Googla "arduino standalone" e avrai tutte le risposte che cerchi.

ok, non so cosa sia, provo a studiarlo, grazie intanto

Dato il basso costo delle schede Arduino, non vedo perché impelagarsi a prendere i vari componenti per costruire uno standalone quando con pochi Euro ne prendi un altro (diciamo su eBay ce ne sono tanti sui 5-9€ se "cinese" ma comunque da rivenditore italiano -io finora ne ho acquistati una decina circa e mai nessuno mi ha dato problemi- o più se lo prendi da un produttore serio o direttamente l'originale).

Tra l'altro man mano che acquisise esperienza, prendendo vari modelli hai anche la possibilità di sperimentare soluzioni diverse a seconda del tipo di progetto, io attualmente ho 3 Arduino UNO, un Mega, un Nano ed un Mini, più 3 WeMos D1...

>SukkoPera scusa, ma ad uno che è principiante e che ha da poco solamente uno starter kit non ti pare un filino esagerato proporgli uno standalone da costruire da zero e metterci il bootloader? :slight_smile:

… concordo con “docdoc” … piuttosto che cominciare subito con il disegno di uno “standalone”, puoi tranquillamnete usare delle “Arduino Pro Mini” … le trovi per pochi US$, sono piccolissime, ci sono sia a 5V che, se occorre, a 3.3V e montano la stessa MCU di Arduino UNO (ATmega328P) :wink:

Guglielmo

A me sembra un giovane promettente e voglioso di imparare ;).

Giovane insomma (32), promettente e voglioso di imparare si se avessi il tempo..

Ci sono cloni di Arduino che costano di meno. Ci sono anche schedine che costano cosí poco che si fingono copie che si ha paura da dove vengono i pezzi.

È buono usare la UNO per costruire un progetto, dopo quando il progetto diventa una cosa definitiva devi pensare che scheda usare. Un altro modello Arduino originale o un clone.

Non venire con una falsificazione (scheda marcata "Arduino" ma costruita da chisachi).

Ciao Uwe

però mi sento in dovere aggiungere che c'è progetto e progetto :slight_smile:
un conto è realizzare piccoli progetti a scopo di studio, dopo aver imparato il principio e il funzionamento è perfettamente inutile lasciare montati sulla breadboard 2 led 2 resistenze e un sensore a ultrasuoni :slight_smile:
Smonti tutto e ti dedichi ad un nuovo progetto, nel caso ora che l'hai capito fai presto a ripristinare il precedente.
Quando al contrario realizzi qualche cosa che poi viene impiegato "profiquamente" allora ti compri un altro arduino (clone o no) e cominci magari a saldare tutti i componenti su una millefori e così via

intanto grazie delle risposte.
quindi diciamo che per la soluzione di Guglielmo (Arduino Pro Mini) sarebbe intorno alla decina di € per una scheda. Poi vedo che non ha la connessione con pc quindi immagino ci saranno delle guide su come programmarla collegandola alla Arduino UNO, giusto?

gigiG2:
quindi diciamo che per la soluzione di Guglielmo (Arduino Pro Mini) sarebbe intorno alla decina di € per una scheda.

… emmm … per applicazioni NONmission critical” … puoi usare qualche cosa anche di più economico eh … prova a guardare QUI :smiley:

Per programmarlo basta un qualisasi convertitore USB <–> Seriale (lo trovi sullo stesso sito e circa allo stesso costo) :wink:

Guglielmo

ok, ho visto, e anche il convertitore, ho trovato anche dei tutorial su come collegare e programmare.
grazie grazie

Se vuoi andare per questa strada, valuta anche una Nano. Il costo è simile, le dimensioni poco maggiori, ma ha il convertitore USB a bordo.

SukkoPera:
Se vuoi andare per questa strada, valuta anche una Nano. Il costo è simile, le dimensioni poco maggiori, ma ha il convertitore USB a bordo.

Quoto e concordo. Inutile anche qui stare a complicarsi la vita (ed a complicarla a chi ha solo uno starter kit..) con programmer, bootloader e/o interfacce USB-seriale. Ma più che la Nano, bastano anche le UNO cloni, che sono ancora più economiche ma gli si semplifica la vita con i connettori (anche se una Nano non è che vada male, la piazzi su breadboard e giochi con quella).

Inoltre al posto suo eviterei anche Aliexpress ed altri fornitori cinesi, perché se per ogni pezzo deve aspettare un mese e mezzo, ci mette tre anni a fare un minimo di pratica :slight_smile:
Meglio pagare un poco di più ma acquistare su eBay da venditori italiani (o al massimo europei), sennò se ci sono problemi che fai, vai a beccare il tizio a Pechino? :wink: Basta scegliere venditori con feedback almeno di alcune decine di migliaia e al 99-100% positivi e si sta più tranquilli.

PS Il mio "spacciatore" preferito di componentistica, di "Arduini" e shield resta sempre QUESTO, mi ci servo da qualche anno, sempre trovato bene.

grazie del consiglio

scusate altre 2 cose:

  • a volte la scheda arduino UNO la alimento direttamente con una batteria da 9V, posso farlo anche la NANO?

  • a livello di sketch non cambia nulla tra UNO e NANO giusto? basta solo dire al programma che uso NANO e non più UNO?

gigiG2:

  • a volte la scheda arduino UNO la alimento direttamente con una batteria da 9V, posso farlo anche la NANO?

No, la Nano non ha il connettore per l'alimentazione. Lo alimenti o dal pin 30 (Vin, da 7 a 12V) o 5V stabilizzati sul pin 27 (5V). Oppure un power bank o alimentatore da cellulare, tramite la sua porta mini USB.
Trovi tutte le specifiche QUI.

  • a livello di sketch non cambia nulla tra UNO e NANO giusto? basta solo dire al programma che uso NANO e non più UNO?

Si, ma non lo dici al programma, bensì all'IDE.

grazie della risposta.

si si scusa lo dico all'IDE.

per quanto riguarda l'alimentazione, ho tirato in ballo la NANO perche consigliata (da alcuni di voi) per usarla come scheda per un progetto fisso (mentre la UNO che ho dallo starter kit la tengo per imparare).
Ma per un progetto fisso (rilevatore di temperatura e umidità per capirci), in cui uso una NANO, come la tengo alimentata? se non ho capito male posso usare una batteria da 9 V? l'idea del telefono la scarto, i 5V stabili non saprei come crearli, l'unica che mi viene in mente è usare una batteria, o no?
voi come fate?
grazie

gigiG2:
Ma per un progetto fisso (rilevatore di temperatura e umidità per capirci), in cui uso una NANO, come la tengo alimentata? se non ho capito male posso usare una batteria da 9 V? l'idea del telefono la scarto, i 5V stabili non saprei come crearli, l'unica che mi viene in mente è usare una batteria, o no?

Si che puoi, la colleghi ad un pin GND il negativo ed il positivo al pin Vin. Dato che accetta tra 7 e 12V, una batteria da 9V va bene.

Solo una cosa: devi stimare anche quanto tempo ti dura una batteria in base a quanto consuma Arduino e le periferiche alimentate dalla batteria.
Altrimenti o un power bank (ce ne sono ormai anche da 15.000 mAh a una decina di Euro) oppure un alimentatorino qualsiasi, che collegherai alla mini USB del Nano (secondo me la soluzione migliore, se hai la possibilità di collegarlo alla corrente).