Piccola delusione da Arduino

Era un po' di tempo che non entravo sul sito di Arduino.... Ho notato solo ora che sta per uscire la ArduinoTre, ma con mio profondo rammarico vedo che sarà prodotta negli US. Ma Arduino non si era sempre vantata di sviluppare e produrre tutto in Italia? Dov'è andato a finire tutto il patriottismo?

Beh, almeno sulla qualità siamo sicuri. Però sí... levare lavoro a tecnici italiani di questi tempi non è che sia qualcosa di particolarmente edificante.

Allora tanto vale comprare in Cina...

Janos: ... Ma Arduino non si era sempre vantata di sviluppare e produrre tutto in Italia? Dov'è andato a finire tutto il patriottismo?

Mah ... ormai mi sembra che sia diventato essenzialmente un "businness" e la Arduino SA intenzionata (... ma mi sembra anche giusto) essenzialmente a fare "profitto".

Guarda solo gli ultimi annunci ... la TRE, la Galileo ... nulla a che vedere con i presupposti con cui era nato Arduino ;)

In quest'ottica ... delocalizzi produzione e sviluppo ...

Guglielmo

Janos: Era un po' di tempo che non entravo sul sito di Arduino.... Ho notato solo ora che sta per uscire la ArduinoTre, ma con mio profondo rammarico vedo che sarà prodotta negli US. Ma Arduino non si era sempre vantata di sviluppare e produrre tutto in Italia? Dov'è andato a finire tutto il patriottismo?

Ti sbagli. Da sempre alcuni modelli di Arduini originali non erano di produzione Italiana: Arduino UNO, Mega, Leonardo ecc vengono prodotti in Italia dalla Smartproject. La Yun in Taiwan. Arduino PRO e PRO mini, Lilipad dalla Sparkfun (USA) Arduino NANO dalla Gravitech in USA. Ciao Uwe

Beh allora non mi devo sentire in colpa per aver preso un clone made in Taiwan, Iduino DUE, invece della Due originale.

Ci si può cominciare a domandare dove sia il valore aggiunto...

Peccato che Arduino sia arrivato dov'è puntando anche sull'idea che l'italia può ancora fare tanto per se stessa... E poi come sempre vince il Dio Quattrino...

EDIT: Quoto Babbuino in toto... Alla fine ha avuto ragione lo sviluppatore di Wiring (ovvero la prima versione di Arduino). Per chi non ne conoscesse la storia di Arduino, lo sviluppatore di Wiring (H. Barragan) era uno studente di Banzi e Wiring era il suo progetto di tesi. Al conseguimento della laurea si tenne tutti i sorgenti e aprì appunto Wiring, lasciando "a bocca asciutta" Banzi e aprendo una propria azienda. Evidentemente Barragan, che inizialmente avevo valutato come un ingrato, è arrivato alla stessa conclusione di Banzi con 10 anni di anticipo, ovvero che Arduino (o wiring che sia) era una gallina dalle uova d'oro e non un modo per "aiutare il prossimo"...

Per chi fosse interessato allego un estratto della mia tesi, ovvero il Cap. 1 (storia di Arduino in generale) e la bibliografia…

Tesi Andreuccetti Marco - Perforatore dinamico longitudinale.pdf (375 KB)

Ho letto con interesse...

Thanks

De nada... ;) Come si può cogliere all'epoca ero molto più "patriottico" di adesso. Oggi vedo Arduino solo come un'azienda che ha intorno un mare di concorrenti dei quali devo valutare le soluzioni proposte, visto che Arduino valuta me solo come un cliente del quale sfruttare il know-how e lo spirito di collaborazione per far crescere la "comunità", la quale a sua volta fa incrementare i loro profitti...

Sono sincero, sono veramente molto deluso che vengano prodotti all'estero... Banzi ha sempre sostenuto che i prezzi un po' più alti sono "motivati" dal fatto che il progetto doveva rimanere completamente italiano. Adesso invece che scuse ci sono?

Il fatto dei prezzi l'ho sollevato in più occasioni, l'ultima in occasione del lancio della YUN, veramente troppo cara in relazione all'hardware.

Tra l'altro avevo posto anche la questione che Arduino è utilizzato principalmente da studenti, e non è simpatico speculare sulle tasche di chi normalmente ha risorse limitate. Anzi, andrebbe proposto a prezzi "da studenti" appunto.

Ci sono schede che per Hardware sono di gran lunga più performanti, eppure riescono ad essere presentate a prezzo sensibilmente inferiori, anche senza essere costruite necessariamente in Cina.

Qualcuno dirà che Arduino ha la comunità dietro... Eh, ma grazie al czz! Siamo noi la comunità, e gratis!!!

Janos:
Per chi fosse interessato allego un estratto della mia tesi, ovvero il Cap. 1 (storia di Arduino in generale) e la bibliografia…

Interessante, però adesso devi dirci cosa è un “Perforatore dinamico longitudinale” :grin:

astrobeed:

Janos:
Per chi fosse interessato allego un estratto della mia tesi, ovvero il Cap. 1 (storia di Arduino in generale) e la bibliografia…

Interessante, però adesso devi dirci cosa è un “Perforatore dinamico longitudinale” :grin:

Via, giusto perché sei te… :wink: Ho aggiunto altri due capitoli della tesi così capisci di cosa stiamo parlando…

Il risultato non è questo sotto, questo è il predecessore, quello che abbiamo realizzato ha maggiori flessibilità software ma la sostanza è quella.

Tesi Andreuccetti Marco - Perforatore dinamico longitudinale.pdf (1.12 MB)

E a cosa serve? A tagliare la pasta? :D

Forse è fatta in USA a causa della collaborazione con national instruments

Macché usa, tutto made in italy... ;) Poi che vendiamo in USA perché in Italia non compra nessuno è un'altra cosa... Comunque a cosa serve è scritto nella tesi, serve per fare le perforazioni sui bollettini per le bollette che arrivao a casa. P.S. Siamo un attimino OT... ;)

Janos: Comunque a cosa serve è scritto nella tesi, serve per fare le perforazioni sui bollettini per le bollette che arrivao a casa.

Non è che si può usare anche per dividere i ravioli ? :grin:

Se vuoi... =)

astrobeed:

Janos: Comunque a cosa serve è scritto nella tesi, serve per fare le perforazioni sui bollettini per le bollette che arrivao a casa.

Non è che si può usare anche per dividere i ravioli ? :grin:

Anche a me ha suggerito subito la rotella per i ravioli! XD

Fantastica!!! 8)

'Nsomma, che facciamo con questi prezzi poco popolari per oggetti spacciati per italiani ma Made in Taiwan? Spacchiamo tutto? XD