Quarzi o Risonatori Ceramici?

Cosa e' meglio usare? gli oscillatori quarzati con i loro 2 condensatori verso massa oppure i risonatori ceramici con il loro pin centrale a massa?
che differenza c'e' ?
TNX

La precisione.
I quarzi hanno un errore di 50 ppm (parti per milione), mentre i risuonatore ceramici di 200 ppm.
Inoltre i secondi sono più sensibili alle variazioni di temperatura.

perfetto, grazie.
Vada allora sempre per i quarzi :wink:

non sempre Deltoz, considera che Arduino UNO ha un risonatore ceramico al posto del quarzo; quanto dice Cybers è sacrosanto, ma il risuonatore costa molto meno ed ha già i due condensatori integrati, può essere conveniente in applicazioni nelle quali non serve un clock molto preciso.

Si infatti, ti ringrazio per la precisazione, ero giunto alla stessa conclusione. Il risonatore e' piu' economico ed anche piu' pratico per i condensatori integrati. Io ho sempre usato i quarzi, pero' in alcune applicazioni risulta piu' pratico il risonatore.

Questo?

Bellino... ha già i condensatori all'interno..

... difatti ... la precisione della millis() ... è rinomata ... ]:smiley: ]:smiley: ]:smiley:

Guglielmo

Si Paolo, quello. E' comodo proprio perché ha gia' i condensatori all' interno, ed e' anche piu' economico (ma su un progetto completo incide di un' inezia).
Per fortuna la UNO non l' ho mai usata, son partito direttamente con la MEGA2560 e con la DUE, per poi passare a progetti completi con il 1284P che e' fantastico...a parte la limitazione degli I/O ma comunque risolvibile.
Spero presto di riuscire a farmi gli stampati in SMD...allora salgo ancora di gradino... :wink:

gpb01:

[quote author=Michele Menniti link=topic=232590.msg1676038#msg1676038 date=1397237060]
non sempre Deltoz, considera che Arduino UNO ha un risonatore ceramico al posto del quarzo ...

... difatti ... la precisione della millis() ... è rinomata ... ]:smiley: ]:smiley: ]:smiley:

Guglielmo
[/quote]
Assolutamente, ma se esistono le resistenze col 20% di tolleranza e quelle allo 0,1%, i condensatori con tolleranza -20%/+80% e quelli al 5%, significa che ci sono possibili applicazioni nelle quali la precisione non ha importanza, tutto a vantaggio del risparmio economico; io ho voluto sottolineare questo.
Non a caso quando ho progettato il frequenzimetro ho fatto le prime prove con Arduino Duemilanove e non con l'UNO e quando ho fatto lo stand-alone ho fatto ricorso ad un oscillatore quarzato esterno. Ma anche in questo caso avrei potuto ricorrere alla versione termocompensata che costa molto di più, solo che a me non serviva......
quindi niente assolutismi :stuck_out_tongue:

Deltoz:
Spero presto di riuscire a farmi gli stampati in SMD…allora salgo ancora di gradino… :wink:

scusa, ma tu non facevi quelli a doppia faccia per PDIP? e dove sarebbe la difficoltà a realizzare PCB per smd? è come un monofaccia PDIP, con l’ulteriore vantaggio di non dover fare le forature :wink:

Hai perfettamente ragione, devo solo attrezzarmi meglio per i lucidi.
Al momento non riesco (ma non e' che ci abbia provato piu' di tanto) a realizzare stampati con una definizione molto elevata da poter lavorare con integrati smd, soprattutto parlando di MPU con piedini e piste ravvicinatissime.
L' elettronica per me e' un hobby, quello che faccio lo faccio per divertimento e passione, per il momento il PDIP mi sta bene, ma a breve cerchero' di migliorare per poter passare all' SMD.