Refrigeratore Acquario!

Vorrei realizzare un refrigeratore per il mio acquario(un 100 litri) Non credo di poter utilizzare le peltier purtroppo sono un pò a corto di informazioni sull'argomento, che mi consigliate di utilizzare per rimanere in un budget relativamente basso? Io avevo già pensato ad uno standalone con sensore di temperatura,lcd,qualche pulsante e poi il relativo sistema refrigerante ovviamente. Tutto ovviamente impermeabilizzato! Grazie in anticipo :grin:

Se butti dentro i cubetti di ghiaccio non va bene? :cold_sweat:

Paolo, ma possibile che stai sempre a fare coglionetta? almeno poi dagli una dritta, li deve tenere freschi i pesci non surgelati, sono vivi, è un acquario, ok? :D @ MAD: puoi tranquillamente realizzare un circuito con uno stand-alone, la scheda ti conviene tenerla lonata dall'acqua, un sensore di temperatura isolato lo realizzi facilmente, poi penso che tu debba essere per forza costretto a ricorrere alle celle di peltier, se vuoi refrigerare, non penserai mica di controllare con un servo una vaschetta piena di cubetti di ghiaccio? :astonished: (Paolo, capita la tecnica ;)?)

PaoloP: Se butti dentro i cubetti di ghiaccio non va bene? :cold_sweat:

essendo marino direi proprio di no diminuisce la salinità dell'acqua :grin: andrebbero bene quei contenitori blu da freezer ma non mi sembra molto automatizzata come soluzione! :D

quante ne servirebbero?posso immergerle in acqua?come funzionano precisamente?so che da una parte "fanno freddo" dall'altra dissipano calore e' giusto?

In alternativa ai peltier resta solo un circuito refrigerante con compressore. Sará piú costoso ma anche piú potente. Puoi anche pensare a un circuito con pompa e tubi acqua che fai passare al interno del Tuo frigorifero. È una cosa un po artificale ma se ti serve il rafreddamento non tutto l'anno puó essere acettabile.

Ciao Uwe

Diciamo che sono interessato sia alle peltier che al circuito refrigerante con compressore vorrei solo qualcosa da cui partire,vorreirealizzare qualcosa di semiprofessionale quindi evitiamo di far passare tubi nel freezer potrebbero anche cacciarmi di casa XD

Madwriter:

PaoloP: Se butti dentro i cubetti di ghiaccio non va bene? :cold_sweat:

essendo marino direi proprio di no diminuisce la salinità dell'acqua :grin: andrebbero bene quei contenitori blu da freezer ma non mi sembra molto automatizzata come soluzione! :D

quante ne servirebbero?posso immergerle in acqua?come funzionano precisamente?so che da una parte "fanno freddo" dall'altra dissipano calore e' giusto?

mai usate, ti confermo che hanno un lato bollente ed uno freddo, per cui ovviamente non puoi immergerle nell'acqua; penso che tu debba fissarle all'esterno del cristallo in modo che raffreddi per induzione; quante te ne servono non lo so, i fattori sono molti, a cominciare dal fatto che tali celle esistono in svariate dimensioni; se c'è qualcuno che le usa ti può dire qualcosa di più preciso, altrimenti trovale e leggi il data-sheet, certamente troverai dei valori tipo la cubatura che riescono a raffreddare nell'unità di tempo, poi devi considerare che devi raffreddare acuqa salata e non aria e che hai il vetro di mezzo, quindi dovrai abbondare, senza esagerare ovviamente, ma comunque visto che la controlli con la sonda il problema non dovrebbe porsi.

L'unica cosa che mi preoccupa sarebbero gli sbalzi di temperatura a cui viene sottoposto il vetro dell'acquario,ma aspetto comunque il consgilio di chi ne sa più di me, inoltre so che queste celle consumano parecchio e poi rimane comunque il problema della dissipazione del calore prodotto. vediamo se qualcuno ne sa qualcosa in più sia sul compressore che sulle celle :)

Puoi usare delle TEC (peltier) da 250W te ne servono ad occhio due o tre... oppure un compressore per refrigerare i liquidi tipo quelli che mettono nelle macchine per servire la birra nei piccoli bar, non usano l'azoto per raffreddare ne la CO2 ed hanno un compressore minuscolo è grosso quanto un grosso cedro o come due grosso pompelmi...

ratto93: Puoi usare delle TEC (peltier) da 250W te ne servono ad occhio due o tre... oppure un compressore per refrigerare i liquidi tipo quelli che mettono nelle macchine per servire la birra nei piccoli bar, non usano l'azoto per raffreddare ne la CO2 ed hanno un compressore minuscolo è grosso quanto un grosso cedro o come due grosso pompelmi...

eh sì, i baristi alla sera hanno proprio due grossi pompelmi :sweat_smile:

ratto93:
Puoi usare delle TEC (peltier) da 250W te ne servono ad occhio due o tre… oppure un compressore per refrigerare i liquidi tipo quelli che mettono nelle macchine per servire la birra nei piccoli bar, non usano l’azoto per raffreddare ne la CO2 ed hanno un compressore minuscolo è grosso quanto un grosso cedro o come due grosso pompelmi…

Intendi questo?
http://www.ebay.cem/itm/Thermoelectric-Cooler-Peltier-Tec1-12706-Qcmax-60W-40x40x3-8mm-/221019661458?pt=LH_DefaultDomain_0&hash=item3375cc6492
per i compressori hai qualche link,qualche prezzo?

Il problema delle Peltier è quello che ti hanno detto, ossia lo shock termico sul vetro. Prendi una cella con deltaT di 70°C, diciamo. Ciò significa che il lato freddo è 70° di temperatura sotto a quello caldo. Nel punto di contatto, oltre ad andare abbondantemente sotto zero, crei anche un alone di ghiaccio secondo me perché tutta la condensa dell'aria lì gela senz'altro.

Meglio un sistema di ventilazione superficiale dell'acqua relizzato con ventoline per PC a 12V di grandi dimensioni (tipo 80x80 mm o anche più), ad alberino montato su cuscinetti a sfera (almeno sono anche stabili e silenziose). E' noto che l'evaporazione sottrae calore all'acqua per cui accendendo le ventoline raffreddi non solo la superficie ma anche il liquido sottostante

leo72: Il problema delle Peltier è quello che ti hanno detto, ossia lo shock termico sul vetro. Prendi una cella con deltaT di 70°C, diciamo. Ciò significa che il lato freddo è 70° di temperatura sotto a quello caldo. Nel punto di contatto, oltre ad andare abbondantemente sotto zero, crei anche un alone di ghiaccio secondo me perché tutta la condensa dell'aria lì gela senz'altro.

Meglio un sistema di ventilazione superficiale dell'acqua relizzato con ventoline per PC a 12V di grandi dimensioni (tipo 80x80 mm o anche più), ad alberino montato su cuscinetti a sfera (almeno sono anche stabili e silenziose). E' noto che l'evaporazione sottrae calore all'acqua per cui accendendo le ventoline raffreddi non solo la superficie ma anche il liquido sottostante

esistono ventole con peltier inclusa poco piu di 10 euro il che non sarebbe male,ma ci devo pensare il compressorino mi sembra piu funzionale e semplice.

Ma i tubi che passano nell'acquario poi devi assicurarti che non rilascino nessun tipo di sostanza nell'acqua. Se i tubi sono ad esempio di rame, avveleni l'acqua in poco tempo.

leo72: Ma i tubi che passano nell'acquario poi devi assicurarti che non rilascino nessun tipo di sostanza nell'acqua. Se i tubi sono ad esempio di rame, avveleni l'acqua in poco tempo.

e se mi finsice la ventolina in acqua friggo i pesci ]:D non credo siano in rame ora vedo un pò :grin:

seguirei il sistema del ricircolo dell'acqua, che se fatto bene avviene anche in automatico (ma comunque userei una pompetta), questo permette anche un movimento costante dell'acqua che miscela bene la temperatura (oddio se mi legge qualche fisico)

ora il problema è raffreddare la conduttura. Quì dipende dalla temperatura che vuoi ottenere: se qualche grado in meno dell'ambiente, allora una bella ventolozza da pc magari basta. se vuoi controllo esistono vari sitemi. la cella di poltier è facile e bella, ma è inefficiente. hackerare un minifrogo?

Se ti finisce la ventolina in acqua significa che l'hai fissata con lo sputo :stuck_out_tongue_closed_eyes: :stuck_out_tongue_closed_eyes: E' scontato che si intenda un fissaggio come si deve, non semplicemente con la ventolina appoggiata dove capita! XD E poi un minimo di sensore di temperatura per vedere se devi accendere o meno le ventole ecc..

Io l'ho fatto con un arduino UNO, una ventola e 2 sensori DS18B20, uno dei quali e in vasca, l'altro misura la temperatura esterna per spegnere il termostato. Il raffreddamento lo eseguo con una ventola da computer e la tolleranza di sbalzo di temperatura e di 0.2 C°. Costo di componenti € 15,00 + la scheda Arduino.

lesto: hackerare un minifrigo?

Questo potrebbe essere un buon punto di partenza. -->http://www.ebay.com/itm/Krups-Beertender-HBS003L-Electric-Mini-Beer-Draughtkeg-Cooler-Beer-Dispenser-/170868119928?pt=LH_DefaultDomain_0&hash=item27c8889978#ht_500wt_949

medimax: Io l'ho fatto con un arduino UNO, una ventola e 2 sensori DS18B20, uno dei quali e in vasca, l'altro misura la temperatura esterna per spegnere il termostato. Il raffreddamento lo eseguo con una ventola da computer e la tolleranza di sbalzo di temperatura e di 0.2 C°. Costo di componenti € 15,00 + la scheda Arduino.

uso già una pompa per il ricircolo dell'acqua,mmm i moti convettivi se non erro sono formati da correnti di aria calda che salgono verso l'alto e aria fredda che scende verso il basso in teoria basta quindi raffreddare la superfice,non ho capito usi solo una ventola di pc ed un termostato? ovvero che tipo di termostato?