Relè e Arduino..

Lo so, se ne è già parlato 2000 volte ma io ho ancora problemi.. Non ho capito perchè se io collego il relè direttamente al +5 e al ground quando lo scollego lampeggia il led 13 come se avessi premuto reset.. Il relè è un NCR NRP07-CO5D, 7A a 220V AC (Il datasheet l'ho trovato cercando solo NRP07) Il negoziante mi ha detto che a 7 volt assorbe 70mah, con l'arduino alimentato dalla rete il regolatore si scalda.. Se con una resistenza abbasso il voltaggio in uscita ad esempio a 4volt e ci collego il relè dovrebbe anche consumare meno ma sarò un po' più 'indeciso' a scattare.. Altrimenti devo usare un optoisolatore giusto?

ogni pin di arduino può fornire fino a 40 mA di corrente...così dice il datasheet.

Se questa corrente è sufficiente per il Relè allora basta il pin di arduino.

Se il Relè per eccitarsi vuole più corrente allora devi usare un transistor, con uno degli schemi che trovi facilmente in rete.

Il datasheet dice anche che la somma di tutte le correnti delle uscite puó essere al massimo 200mA. Percui anche se ogni uscita potrebbe sopportare il carico deve essere in somma limitato.

Ciao Uwe

Esatto, è comunque limitato, se devo accendere 3 luci in casa sono 210mah…
Già che essendo il relè di una luce che magari rimane accesa anche 2 ore, già si scalderà il relè (spero poco, voi che ne dite?), se poi mi si scalda il transistor interno all’ arduino perchè lo mando a 70mah :o :o
Una soluzione semplice e veloce che mi è venuta in mente è di farmi un optoisolatore in casa con pezzi di recupero: un led ad alta luminosità (3volt, 30mah), collegato ad una porta analogica che ha come uscita 153 (255:5volt=x:3volt, x=153), incollato sopra al led un elemento fotosensibile, soluzione molto “alla MacGyver” ma dovrebbe funzionare no?
Così non uso ne resistenze ne transistors…

Per il fatto del ‘reset’ dell’ arduino a cosa posso dare la colpa? Avevo sentito di un possibile ritorno di corrente da parte del relè, devo provare a metterci un piccolo diodo?

Grazie e scusate le domande stupide…

Una soluzione semplice e veloce che mi è venuta in mente è di farmi un optoisolatore in casa con pezzi di recupero: un led ad alta luminosità (3volt, 30mah), collegato ad una porta analogica che ha come uscita 153 (255:5volt=x:3volt, x=153),

Non funziona proprio così la storia, perchè le uscite analogiche, in realtà non sono analogiche! Esce un segnale PWM che è un'onda quadra a 0-5V! Impostando il duty-cycle al 60% (x=153) avresti come valor medio 3V, però in realtà stai dando al led per il 60% del tempo 5V e per il 40% 0V. Se metti un condensatore tra l'uscita e gnd misureresti si 3V ma non so se poi il tutto funziona...è meno complicato mettere una resistenza!

incollato sopra al led un elemento fotosensibile, soluzione molto "alla MacGyver" ma dovrebbe funzionare no? Così non uso ne resistenze ne transistors..

Avventuroso! 8-) che elemento fotosensibile hai?

Per il fatto del 'reset' dell' arduino a cosa posso dare la colpa? Avevo sentito di un possibile ritorno di corrente da parte del relè, devo provare a metterci un piccolo diodo?

Può essere :D

ciao Guglio

Non mi piace questa elettronica a spanne alla MacGyver. Ti consiglio di studiare l'elettronica.

"Se con una resistenza abbasso il voltaggio in uscita ad esempio a 4volt e ci collego il relè dovrebbe anche consumare meno ma sarò un po' più 'indeciso' a scattare.." e la resistenza cosa fa? trasforma la corrente elettrica in calore, abbassando la tensione in modo che il relé non comuta piú.

"Una soluzione semplice e veloce che mi è venuta in mente è di farmi un optoisolatore in casa con pezzi di recupero: un led ad alta luminosità (3volt, 30mah), collegato ad una porta analogica che ha come uscita 153 (255:5volt=x:3volt, x=153), incollato sopra al led un elemento fotosensibile, soluzione molto "alla MacGyver" ma dovrebbe funzionare no? Così non uso ne resistenze ne transistors.." Non puoi pilotare un led a 3V alimentandolo in PWM a 60%; cosí lo alimenti il 60% del tempo a 5V e consumi troppa corrente e il resto del tempo con 0V. I'elemento fotosensibile cos'é? una fotoresistenza? fotodiodo o fototransistore. Tutti elementi che non reggono grandi correnti.

"Per il fatto del 'reset' dell' arduino a cosa posso dare la colpa?" Ad un consumo troppo elevato di corrente.

Ciao Uwe

Scusate, ma non ci andrebbe un diodo per proteggere le porte di arduino collegate al relè? Non è che per caso sia questo il problema del reset?

Io ho appena realizzato una scheda relè 220V (grazie all'aiuto degli utenti del forum... siete grandi!!) e ho utilizzato un circuito integrato ULN2003A, davvero comodo in quando nella sua miniaturizzazione gestisce fino a 7 relè collegandoci direttamente ai pin di arduino, al suo interno contiene già tutto quello che serve per salvaguardare le porte da ritorni di tensione...

Se non metti il diodo in antiparalello al relé si rompe normalmete il tramsistore con cui piloti il relé. Ciao Uwe