Rendere Smart un Citofono

Ciao a tutti...
sono nuovo del forum e sono felice di trovare qui una fonte di informazioni utili per il mio nuovo progetto...
Vorrei rendere smart un citofono, per la precisione un URMET 1750 2Voice...
Per farlo avrei bisogno di un arduino con contatto pulito e modulo wifi in modo tale che da remoto possa aprire comodamente il cancelletto pedonale senza bisogno di chiave...
Lato Videocitofono ho trovato i contatti del pulsante che dovrei mandare al contatto pulito di arduino....
Quale arduino dovrei utilizzare per avere un contatto pulito, il wifi e sopratutto la possibilità che sia alimentato soltanto a batteria?

Buon giorno,
essendo il tuo primo post nella sezione Italiana del forum, nel rispetto del nostro regolamento, ti chiedo cortesemente di presentarti QUI (spiegando bene quali conoscenze hai di elettronica e di programmazione ... possibilmente evitando di scrivere solo una riga di saluto) e di leggere con MOLTA attenzione il su citato REGOLAMENTO ... Grazie. :slight_smile:

P.S.: Ti ricordo che, purtroppo, fino a quando non sarà fatta la presentazione nell’apposito thread, nessuno ti potrà rispondere, quindi ti consiglio di fare il tutto al più presto. :wink:

presentazione fatta :wink: sorry

ayamy:
Quale arduino dovrei utilizzare per avere un contatto pulito, il wifi e sopratutto la possibilità che sia alimentato soltanto a batteria?

Qualunque batteria, comunque, prima o oi si scarica, quindi ? ? ? Come prevedi la ricarica?

Guglielmo

Secondo me Wifi e batteria ci azzeccano poco, uno con l'altro

Io guarderei a un'unita remota, con pila e rele, con un Hc11

E un'unità centrale, con corrente, wifi e trasmettitore hc11

Guarda caso mi interesserà intorno a fine gennaio

Seguo con interesse

Standardoil:
Secondo me Wifi e batteria ci azzeccano poco, uno con l'altro ...

... la SOLA batteria, sicuramente, batteria usata come backup se manca l'alimentazione, ci può stare (MKR1000 WiFi) anche se ... a quel punto è il citofono che non va più :smiley: :smiley: :smiley:

Guglielmo

la batteria del mio progetto era più un battery bank da cellulare (da 20k mAh ad esempio)
Per ricaricarla avrei lasciato un cavo maschio femmina (in ingresso sulla porta IN) della batteria per ricaricarla ogni 3/6 mesi non deve durare per anni interi....
l'idea visto che non posso in alcun modo (o meglio non voglio... ho appena finito di ristrutturare e non mi va di fare una traccia per far passare dei cavi per poi ristuccare e ritinteggiare) ... era di smontare il citofono... ricavarmi uno spazio dietro al citofono dove alloggiare la batteria per poi rimontare il tutto e far arrivare dentro al citofono i fili della batteria per alimentare arduino... o un relay smart....

Scusa eh, ma il citofono sarà pure alimentato no ? ? ? E allora usi quell'alimentazione che già arriva per alimentare anche Arduino ... ::slight_smile:

Guglielmo

il citofono è condominiale.... arrivano 2 fili (da fuori l'abitazione.) che portano segnale audio video ed alimentazione... non posso toccare niente su quei 2 fili per evitare problemi

Sarebbe alterare l'impianto condominiale

... mah, puoi provare con un modulino ESP8266 montato su una schedina relè, minimo ingombo, costo bassissimo, una cosa simile a QUESTA ... ::slight_smile:

Se cerchi su Google "Esp8266 relay" ne trovi un'infinità ...

Guglielmo

Io continuo a consigliare la soluzione con hc11

Uno hc11 arriva a consumare 80 microAmpere

Meno di cosi...

Con quei consumi si può veramente pensare ad una alimentazione parassita sulla linea del citofono

... ma lui lo vuole comandare via WiFi, probabilmente dallo smartphone e ... questo NON è possibile con gli HC11 ... ::slight_smile:

Se gli va bene portarsi dietro un qualche genere di telecomando allora può essere una soluzione.

Guglielmo

Unità base con corrente, wifi, hc11 trasmettitore, webserver, mailserver acqua corrente e idromassaggio
Unità remota con hc11 ricevitore e un minirele

Standardoil:
Unità base con corrente, wifi, hc11 trasmettitore, webserver, mailserver acqua corrente e idromassaggio ...

... ma figurati, gli basta il modulino che ho linkato e la libreria Webbino di Sukkopera (che trova in megatopic). Prende l'esempio per accendere e spegnere un LED e in 5 minuti ha messo in piedi il tutto :smiley: :smiley: :smiley:

Guglielmo

E in 10 ha la batteria scarica

... ah beh, se vuole usare il WiFi, caricare spesso la batteria è lo scotto da pagare ... un aggeggio con WiFi, difficilmente scende sotto i 200mA (se va bene, ma tanto bene :grin:) quindi ... ::slight_smile:

Guglielmo

P.S.: ... ma un volgare telecomando a 433MHz che si trova bello che fatto per quattro soldi no ? ? ? :wink:

In realtà è anche peggio 200mA fanno 4800mAh in un giorno

Ad andare bene come giustamente dici tu

La batteria deve (deve) durare almeno un fine settimana
Altrimenti, se non posso usarlo quando torno a casa dal mare cosa lo metto a fare?

E come vedi coi conti non ci stiamo

Piuttosto hai idea di quanto possano consumare i ricevitori da telecomando?

Credo che si possa modificare solo il "modulo" nell'appartamento, anche se proprio al limite del regolamento del forum. La modifica del citofono "lato strada" assolutamente no, essendo parte condominiale...

Al limite, ma forse sì

Però comunque non ci tiri fuori 200mA continuativi...