Sapreste consigliarmi un integrato che mi converta 7v a 12v?

Salve,la mia richiesta è abbastanza precisa,ho bisogno di un integrato che mi amplifichi 7v (o anche 6) a 12v,mi interessa solo che venga amplificata solo la tensione,nient'altro. Andrebbe bene anche uno schema elettrico non troppo grande,devo occupare poco spazio.

Grazie mille in anticipo,spero possiate aiutarmi.

Ti serve un convertitore buck di tipo step-up (cioè che "sale").

Su Ebay ne trovi UNMILLIONE al costo di 2-3 euro.

In genere si basano sull'integrato LM2577, ma anche altri vanno bene.

Questo è regolabile ed ha anche un voltmetro a display 7 seg. Link:

http://www.ebay.com/itm/LM2577-DC-DC-Adjustable-Step-up-Boost-Power-Supply-Module-w-3-digit-Display-DIY-/331392820114?pt=LH_DefaultDomain_0&hash=item4d288d2392

Se aumenti la tensione diminuisce la corrente lasciando la potenza in ingresso e in uscita inalterata.

PaoloP: Se aumenti la tensione diminuisce la corrente lasciando la potenza in ingresso e in uscita inalterata.

:D :D da li non si scappa!! ;D ;D

PaoloP: Se aumenti la tensione diminuisce la corrente lasciando la potenza in ingresso e in uscita inalterata.

Precisiamo; visto che il convertitore ha anche un rendimento differente a 100% la potenza di entrata é maggiora di quella di uscita.

Ciao Uwe

Ho capito,ma comunque già lo sapevo, a me interessa soltanto alzare la tensione,la potenza non è un problema. Piuttosto,questo circuito che mi avete consigliato una volta installato mantiene sempre le impostazioni che gli do o ogni volta che "lo riavvio" devo configurarlo di nuovo o memorizza in maniera permanente? EDIT:Ho appena notato che ha un piccolo trimmer,suppongo che si regoli con quello no?

Se non ruoti la rotellina del potenziometro mantiene il valore costante.

EDIT: Esatto.

Alla fine ho optato per questo,ho offerto al venditore due euro per due di questi dispositivi (il prezzo da commerciante :grin: :grin: ),questo però non ha il display ma sembra funzionare allo stesso modo. http://www.ebay.it/itm/DC-DC-Adjustable-Step-up-boost-Power-Converter-Module-XL6009-Replace-LM2577-/351195043346?pt=Attrezzature_e_strumentazione&hash=item51c4db1612&autorefresh=true

Per regolare l'uscita usa un buon tester.

Ho un UNI-T UT33D,comunque mi serve solo per alimentare dei motori DC,nulla di troppo delicato :P

Quello che hai indicato nel link, va benissimo. Ammesso che in ingresso il coso abbia una alimentazione adeguata, in uscita puoi ciucciare fino a due ampere, quindi un paio di motorini puoi farli andare. :grinning:

Una batteria da modellismo,fa parte di un progettino basato su android e arduino tramite comunicazione seriale,però più che un paio si tratta di alimentare un minimo di 4 motori ad un massimo di 8 (infatti per dividere il carico ne ho presi due).Consigliate di usare qualche diodo per precauzione?

Piu che diodi, direi antidisturbo sui motori, dato che le spazzole potrebbero generare disturbi e creare problemi alla logica ... usa lo stesso sistema che usano i giocattoli e gli apparecchi commerciali ... direttamente saldate al motore, due induttanzine con nucleo in ferrite (che reggano la corrente richiesta dai motori, ovviamente), e fra loro un condensatore da 100nF ... se poi ci stanno, anche un'altro paio di condensatori da 100nF saldati fra i terminali del motore e la sua carcassa non fanno male ;)

Ed ovviamente alimentare i motori con una connessione indipendente da quella della logica ...

Hai qualche schemino per quanto riguarda l'antidisturbo?

Fatto al volo, che piu al volo non si puo :stuck_out_tongue:

i due condensatori da 100nF fra i terminali del motore e la massa (la carcassa metallica del motore stesso, in questo caso) non sono indispensabili, ma male non fanno … vanno bene dei comunissimi 100n ceramici … le induttanze devono avere il nucleo in ferrite, e reggere la corrente del motore, non sono comunque critiche come valore, da 100uH in su tutto puo andare, vanno bene anche quelle bacchettine da 12 o 13 mm di lunghezza ed uno di diametro con avvolte sopra una ventina di spire di filo smaltato che si usano nei circuiti RF come filtri di alimentazione … persino delle vecchie VK200, se il filo e’ smaltato … tanto devono bloccare solo i picchi RF generati dalle scintille … l’importante e’ che siano montati direttamente sui motori, o comunque il piu vicino possibile ad essi …

antidisturbo.png

Etemenanki: Fatto al volo, che piu al volo non si puo :P

i due condensatori da 100nF fra i terminali del motore e la massa (la carcassa metallica del motore stesso, in questo caso) non sono indispensabili, ma male non fanno ... vanno bene dei comunissimi 100n ceramici ... le induttanze devono avere il nucleo in ferrite, e reggere la corrente del motore, non sono comunque critiche come valore, da 100uH in su tutto puo andare, vanno bene anche quelle bacchettine da 12 o 13 mm di lunghezza ed uno di diametro con avvolte sopra una ventina di spire di filo smaltato che si usano nei circuiti RF come filtri di alimentazione ... persino delle vecchie VK200, se il filo e' smaltato ... tanto devono bloccare solo i picchi RF generati dalle scintille ... l'importante e' che siano montati direttamente sui motori, o comunque il piu vicino possibile ad essi ...

PErfetto grazie mille,in realtà avevo capito ma fino a febbraio che M3D mi manda la stampante 3d per costruire la meccanica lo avrei sicuramente dimenticato. Grazie a tutti ragazzi,come sempre siete preparatissimi e disponibili! Un grazie speciale a Etmenanki che si è preso la briga di disegnarmi il circuito :grin: :grin: