Sensore FIGARO TS2600

Salve a tutti, ho intenzione di creare un proggetto con l’utilizzo di questo sensore per GPL che appunto abbia il compito di verificare la presenza di GPL. Purtroppo pero no riesco a capire i collegamenti da fare con Arduino. Qualcuno mi potrebbe dare una mano. Allego il datasheet del sensore

grazie

SENSORE GPL FIGARO.pdf (199 KB)

Il sensore in questione ha una discreta sensibilità all'Idrogeno, al Butano ed all'Etanolo, meno, invece al Metano.

Come la maggior parte di questo tipo di sensori, si compone di un elemento riscaldante e di un elemento sensore.

Entrambi possono essere alimentati a 5V e consumano poca corrente. In particolare il riscaldatore (heater) consuma circa 42mA.

Lo schema guida è indicato nel datasheet: suggerirei di collegare i pin 3 e 4 ai +5V di Arduino ed il pin 1 a massa.

Il pin 2, invece, va collegato a massa attraverso il resistore di carico RL del valore di 10k ed all'ingresso analogico di Arduino.

Essendo RL in serie ad RS (resistenza del sensore - valore tra 10k e 90k in aria) possiamo dire che il valore sull'ingresso analogico varierà da un massimo di circa 2.5V a decrescere in presenza dei gas di cui sopra che aumentano la resistenza di RS.

L'umidità relativa RH, però, influenza molto questa misura.

grazie della risposta, ma a questo punto penso che sia il caso di aspettare che mi arrivi il sensore e magari vedere se risco a fare il proggetto poi se nel caso avessi bisogno uso il forum grazie ancore

Il DS non indica il tempo di preriscaldamento ma aspetta una decina di secondi prima di fare una misura, quando non usi il sensore puoi scollegare il riscaldatore mediante un NPN in modo da non consumare energia, ma aspetta sempre 10 secondi prima di effettuare una misura, ou... il tempo preciso di attesa non lo sò , vado a sesto senso XD

Qui c'è una interessante pubblicazione su questo sensore --> http://www.atmos-meas-tech.net/5/1925/2012/amt-5-1925-2012.pdf

Per ottenere dati comparabili col datasheet lo devi tenere acceso 1 settimana. Non è un buon sensore per misurare tracce di GPL. Anzi, secondo me proprio non te le rileva. Non è che hai il TGS2610? --> http://www.figarosensor.com/products/2610pdf.pdf

Qui l'application note del 2610 (http://www.figarosensor.com/products/2610app.pdf)

ullalà, una settimana: è un altoforno!!

Per l'altro sensore, il 2610, consigliano 48 ore. (pag. 6 --> http://www.figarosensor.com/products/2610app.pdf)

PaoloP: Per ottenere dati comparabili col datasheet lo devi tenere acceso 1 settimana.

Sì ma 1 settimana è il tempo intercorso per il test, appunto. Non è il tempo di preriscaldamento minimo, questo non è dichiarato nel datasheet, ho guardato (almeno io non l'ho trovato). Le 48 ore dell'altro datasheet sono un tempo in linea con i sensori della serie MQ.

Sul fatto che non rilevi il GPL non penso. Il GPL è una miscela di butano e propano, e altra roba, e questi gas sono rilevati dal sensore, se non ricordo male.

Tra il 2600 e il 2610 è preferibile quest'ultimo per i Gas PL.