Sensore pedale bicicletta elettrica

Ciao a tutti,

devo apportare una modifica ad una bicicletta elettrica, praticamente devo fare in modo che quando non pedalo per 2 o più secondi o >, la centralina disconnette il motore e la bicicletta si ferma.

Ho pensato a questa soluzione avvalendomi dell’interruttore dei freni, infatti basta una impercettibile frenata che, l’impulso che accende la luce dello stop disconnette il motore:
pertanto se il sensore del pedale non rileva la pedalata per un tempo => a 2 secondi, arduino deve chiudere il circuito del freno che a sua volta invia alla centralina il segnale che disconnette il motore.

Sono certo che arduino possa fare ciò e consapevole che per voi è anche un gioco da ragazzi, per me invece è arabo.

Pertanto chiedo il vostro aiuto per la realizzazione di questo dispositivo.

Grazie a chi mi darà suggerimenti e/o informazioni

Sensore Pedale.jpg

Allora ogni volta che il congegno mette in folle il motore allora anche la luce di frenata si accende?

Modificando la bicicletta elettrica perde l' omologazione.

Ciao Uwe

Non ho mai avuto una ebike (ho "solo" un maxiscooter elettrico ed una auto elettrica...;-)), ma oltre al fatto che modificare un veicolo fa perdere l'omologazione come dice uwefed (e quindi è sconsigliabile), non ho ben capito il problema, ossia mi chiedevo questa cosa: una ebike non dovrebbe fare questo già di suo?
Ossia, visto che è "a pedalata assistita", non dovrebbe già disattivare il motore quando rileva l'assenza di pedalata (ed al massimo attiva la rigenerazione quando freni)?

Forse dipende dal modello ... il sensore in figura sembra un semplice encoder, mentre su una ebike a pedalata "assistita" che avevo riparato, il sensore era diverso, c'era una specie di sensore di torsione all'interno dell'albero dei pedali, connesso fra l'albero stesso e l'ingranaggio, non rilevava la rotazione, ma lo sforzo applicato ai pedali ... ed il motore non si attivava se non premevi sui pedali ...

Pero' se quello e' un'encoder, non ti basta rilevare il suo segnale (o aggiungere un'altro sensore, magari hall con dei magnetini, se non e' fattibile), leggerlo con la mcu, e pilotare il segnale di standby della centralina (se c'e', in alcuni modelli non e' accessibile, in altri si) con arduino ?

Si, è esattamente come dite voi, il problema è che noi abbiamo comprato 2 di queste biciclette, la legge dice chiaramente che avviando i pedali il motore si attiva, smettendo di pedalare il motore deve disconnettersi e la bicicletta fermarsi lentamente, come del resto fa una bici tradizionale, quindi il motore dev’essere attivo solo se si pedala.

Il problema è che questo modello non si ferma mai, cioè dopo la prima pedalata che attiva il motore, la bicicletta cammina sempre, per disconnettere il motore devo appunto dare un micro colpetto nel freno, che avendo nelle leve l’interruttore per la luce di stop, basta che si accenda la luce anche per un solo decimo di secondo, questo impulso che arriva alla centralina è sufficiente a disattivare il motore.

Al momento la bici è originale ed è illegale, io voglio fare in modo che funzioni secondo la legge, ecco perché ho la necessita che quando non pedalo il motore si disconnette e la bici rallenta fino a fermarsi.

Le FFOO mi hanno già graziato una volta, non voglio approfittare della fortuna, infatti al momento non utilizzo la bici proprio perché è illegale.

Ecco perché con la mia testolina ho pensato a questa soluzione, che se arduino non sente la pedalata per un tempo => a 2 secondi, attiva un relè per 1/2 secondo, che collegato al filo del freno simula una micro frenata, infatti basta solo che si accenda per una frazione di secondo la lampadina dello stop ed ecco che la bici disconnette il motore, rallenta fino a fermarsi del tutto.

In allegato foto della bicicletta.

Grazie a tutti per la vostra attenzione, spero di poter legalizzare il tutto.

Capisco, soprattutto ora che ho visto le foto capisco tutto. Ztech ZT-09 eh?

Dato che una modifica "casalinga" non può far tornare "a norma" quel trabiccolo (che fai, poi lo porti in Motorizzazione e fai fare l'omologazione -a tue spese-?), scusa la franchezza, ma ti dico solo una parola: VENDILA. Sbarazzatene.

E non comprare più ste cinesate fuori norma e quindi fuorilegge, prendi una "vera" eBike decente da un rivenditore serio, vedrai che anche se non "somiglia" ad uno scooter, non avrai problemi ma molta più soddisfazione. Oppure prendi uno dei tanti "cinquantini" elettrici che ci sono in commercio, che costano di più ma sono un'altra cosa, almeno sono "veri" scooter, non delle (pessime) ebike "travestite".

PS: oltre al sequestro del mezzo rischi pure una multa sia per veicolo non omologato per circolare, ma anche per assenza di assicurazione e casco. Per non parlare se poi ci viaggi in due. E per non parlare che in caso di incidente paghi i danni di tasca tua.

Guarda, mi dispiace moltissimo doverti dire quelle cose, so che l'hai fatto in buona fede, ma da "elettro-scooterista" ormai da 3 anni, ti assicuro che le cose stanno come ti ho scritto, ti assicuro che non conviene prendere quel tipo di falsi scooter, che paghi comunque soldini "buoni" dato che li vedo sui 1000€ l'uno!

Un NIU M ad esempio (oh, chiariamo, non li vendo mica io, prendo questo come esempio..;)) di listino costa il doppio, circa 2.100€ ma se hai un vecchio scooter da rottamare puoi sottrarre gli incentivi (che non hai con i falsi scooter/ebike) che sono pari al 30%, quindi intorno ai 1.400€ prenderesti uno scooter "vero", con batterie estraibili che carichi a casa, motore Bosch da 1200W (mica i 250W di quei "cosi"), velocità 45 kmh, autonomia sui 60-70km per carica, per 5 anni non paghi bollo e l'assicurazione spesso è scontata (fatti fare qualche preventivo, non tutti hanno sconti specifici per veicoli elettrici).

Per queste cose passiamo in MP se vuoi, oppure iscriviti su Facebook al gruppo "Uniamoci per Contare: Gruppo per la mobilità elettrica sostenibile" dove troverai tantissime persone in grado di consigliarti al meglio.

bellingb:
Il problema è che questo modello non si ferma mai, cioè dopo la prima pedalata che attiva il motore, la bicicletta cammina sempre, per disconnettere il motore devo appunto dare un micro colpetto nel freno, che avendo nelle leve l'interruttore per la luce di stop, basta che si accenda la luce anche per un solo decimo di secondo, questo impulso che arriva alla centralina è sufficiente a disattivare il motore.

@docdoc ha esposto al meglio ciò che è quella specie di scooter.
Il "difetto" del modello secondo me è voluto nel tentativo di "aggirare" la normativa, ovvero se provi a partire senza pedalare non va ma non appena sei partito puoi mettere i piedi sulla pedana senza la necessità di pedalare continuando il moto come fosse uno scooter cosa che, come hai detto tu, è illegale. E una modifica con qualcosa che non è neppure certificato per il rigido mondo dell'automotive non ti salva, anzi, forse peggiora la situazione

Grazie

Anche se metti a posto la bicicletta non vuol dire che é omologata. Serve l' omologazione che é costosa e che servono sia la documentazione di costruzione che una serie di misure fatte da enti accreditati per farli.

Hai comprato la bici in italia?

Fatti ridare i soldi dal venditore e minaccialo di denunciarlo per importo e vendita di dispositivi non certificati.
Cioa Uwe

  • uwefed
    Comprate in Spagna

Anche la Spagna é nella comunitá Europea.

bellingb:
Comprate in Spagna

Allora per farle tornare (quasi) legali, dovresti rimuovere il controllo dell'acceleratore (manopola o levetta che sia) e lasciare solo la pedalata assistita. Ma questo significa che dovrai sempre pedalare, e su un "coso" come quello, dall'aspetto di uno scooter e con pedali piccolini e messi probabilmente in posizione scomoda, è abbastanza negativo.

In alternativa rivendilo, specificando che per poter circolare in strada va rimosso il controllo dell'acceleratore, e comprati una e-bike legale o (meglio) uno scooter elettrico, che di realtivamente poco costosi ce ne sono già molti e se ne possono trovare anche usati se vuoi risparmiare.