Batterie ricaricabili

Vorrei alcune spiegazioni sulle batterie ricaricabili.

Siccome avevo una mezza idea da realizzare, volevo capire bene alcuni punti.
Vorrei mettere un piccolo dispositivo autoalimentato con un pannellino solare ed un pacco di batterie ricaricabili AA, tipo queste.
Queste hanno una tensione nominale di 1,2V per cui, per avere 5V che mi servono, volevo metterne in serie 5, così da avere 5*1,2=6V e, con un 7805, ottenere i 5V stabilizzati.

Con il pannellino solare volevo alimentare non solo il mio dispositivo durante il giorno ma anche ricaricare il pacco di batterie così da avere energia per la notte. E qui nasce il problema... per poter caricare il pacco di batterie, devo trovare un pannellino che mi dia una tensione superiore a 6V più la caduta generata dal diodo di protezione. Se uso uno Schottky come questo dovrei avere un minimo calo quindi immagino che mi potrebbe bastare anche una cella da 6,7 come questa. Ho solo il timore che coi 30 mA che fornisce non riuscirei a caricare MAI il pacco di batterie... Forse è meglio una cella come questa, accreditata di 310 mA?

leo72:
Queste hanno una tensione nominale di 1,2V per cui, per avere 5V che mi servono, volevo metterne in serie 5, così da avere 5*1,2=6V e, con un 7805, ottenere i 5V stabilizzati.

Il 7805 non va bene, hai bisogno di un stabilizzatore low dropout. Oppure usi un convertitore DC/Dc come per esempio questo: http://www.robot-italy.com/product_info.php?products_id=532 e cosí ti bastano anche 4 Accumulatori NiMH.

leo72:
Con il pannellino solare volevo alimentare non solo il mio dispositivo durante il giorno ma anche ricaricare il pacco di batterie così da avere energia per la notte. E qui nasce il problema... per poter caricare il pacco di batterie, devo trovare un pannellino che mi dia una tensione superiore a 6V più la caduta generata dal diodo di protezione. Se uso uno Schottky come questo dovrei avere un minimo calo quindi immagino che mi potrebbe bastare anche una cella da 6,7 come questa. Ho solo il timore che coi 30 mA che fornisce non riuscirei a caricare MAI il pacco di batterie... Forse è meglio una cella come questa, accreditata di 310 mA?

Le batterie della grandezza AA hanno una capacitá fino a 2600mAh percui sarebbe sensato cericarli caricarli con 200 fino a 250mA.
I dati sulla pagina riguardante il panello solare grande sono un po scarsi. I panelli solari hanno 2 parametri principali , la tensione a vuoto e la corrente di corto con le quali ne fai poco. In tutti due i casi la potenza e quasi 0. la massima potenza si da da qualche parte in mezzo. Per questo si usano dei caricabatterie che caricano il panello fotovoltaico nel punto di lavoro della massima potenza erogabile. Quanto ne so io questi alimentatori sono per accumulatori al piombo.
Sappi anche che la potenza del panello cambia molto dal angolo di incidenza dellla luce solare. La potenza massima si ha se il sole incide a 90 gradi rispetto la superfice. Se non é cosí la superfice attiva si diminuisce secondo l'angolo perché la superfice vsia diventa piú piccola (come lo noti ad occhio nudo quando guardi qualcosa di lato e non da davant).
Ciao Uwe

Ed usare un LM317?

Perché mi parli di usare batterie da 200/250 mA? Dici che mettere in serie batterie da 2000 mA sia troppo esagerato? Questa dovrebbe essere la capacità, non l'intensità di corrente fornita normalmente.

Tornando al pannello solare, non ho capito questo passaggio:

Per questo si usano dei caricabatterie che caricano il panello fotovoltaico nel punto di lavoro della massima potenza erogabile.

leo72:
Ed usare un LM317?

Perché mi parli di usare batterie da 200/250 mA? Dici che mettere in serie batterie da 2000 mA sia troppo esagerato? Questa dovrebbe essere la capacità, non l'intensità di corrente fornita normalmente.

Tornando al pannello solare, non ho capito questo passaggio:

Per questo si usano dei caricabatterie che caricano il panello fotovoltaico nel punto di lavoro della massima potenza erogabile.

uwefed ti ha consigliato di ricaricarle a 200-250mA non di non utilizzare della batterie da 2000mAh come detto dal manuale di queste:
charge charge current charge time
standard charge: 210mA 16hrs at 20°C
quick charge: 840mA 3hrs
fast charge: 1400mA 1,7hrs

Qui una guida per utilizzare il LM317:

Alcune risposte comunque mi era già state fornite qui:

ypkdani:
uwefed ti ha consigliato di ricaricarle a 200-250mA non di non utilizzare della batterie da 2000mAh

Non avevo capito :smiley:
L'errore di scrittura "cericarle" lo avevo inteso come "cercarle" e non "caricarle" XD XD

Cmq mi resta il dubbio sul pannello solare. Non è adatto per ricaricare delle NiMH?

PS:
quella discussione l'avevo già letta ma non aveva analizzato il problema del pannello solare e di avere quindi una tensione di carica più bassa e più instabile.

leo72:
Ed usare un LM317?

Per cosa? Per portare i 6V a 5V? non va bene perché il LM317 ha bisogno di ca 1,5V tra entrata e usciata per stabilizzare bene. serve un stabilizzatore "low dropout".

leo72:
Perché mi parli di usare batterie da 200/250 mA? Dici che mettere in serie batterie da 2000 mA sia troppo esagerato? Questa dovrebbe essere la capacità, non l'intensità di corrente fornita normalmente.

È la corrente di carica non la capacitá. Il modo piú semplice di caricare dei accumulatori NiMH é caricarli con una corrente che é un decimo della sua capacitá; 2000mAh sono 200mA.

leo72:
Non avevo capito smiley-grin
L'errore di scrittura "cericarle" lo avevo inteso come "cercarle" e non "caricarle" smiley-lol smiley-lol

Scusami del errore di battitura, l' ho coretto; grazie per la segnalazione.

leo72:
Tornando al pannello solare, non ho capito questo passaggio:

Per questo si usano dei caricabatterie che caricano il panello fotovoltaico nel punto di lavoro della massima potenza erogabile.

...
Cmq mi resta il dubbio sul pannello solare. Non è adatto per ricaricare delle NiMH?
[/quote]
Non é che non puoi caricare i NiMH con un panello solare. Le caratteristiche di carica dei accumulatori al piombo sono meglio adatti per imagazinare energia e accumulatori al piombo sono disponibili di grandi capacitá e sono meno costosi di quelli NiMH. In comercio facilmente reperibili ci sono accumulatori NiMH fino a 4000mAh ( 13000mAh) quelli al piombo li trovi oltre 100Ah spesso disponibili nel negozio.
Per la teoria del punto di massimo rendimento delle celle fotovoltaiche: Caratteristiche delle celle solari

Ciao Uwe

Una batteria come questa andrebbe bene?

comunque solitamente per caricare ed utilizzare le batterie insieme ai pannelli solari si usano i regolatori di carica, che provvedono a caricare con la corrente adatta (e ce ne sono per varie correnti) ed alla tensione giusta, nonchè ad evitare sovraccarichi della batteria (dissipando l'energia prodotta in eccesso in altri modi) ed anche a staccarla quando si supera il livello minimo di carica per non rovinarla.
tipo questi:
http://www.siliconsolar.com/6v-charge-controller-p-17850.html

Sì ma non vorrei "comprare" l'occorrente, vorrei "farmelo" XD
Altrimenti non imparo una cippa :wink:

Ecco perché sto cercando in rete progettini e materiale per poter assemblare una cosa tutta mia. Poi magari durerà da Natale a Santo Stefano, ma intanto l'ho fatto io 8)

Anche lo stabilizzatore/regolatore vorrei vedere di farmelo da solo, magari usando un pannello solare che abbia una tensione d'uscita sufficiente a poter usare uno degli integrati precedentemente citati.

leo72:
Sì ma non vorrei "comprare" l'occorrente, vorrei "farmelo" XD
Altrimenti non imparo una cippa :wink:

Ciao Leo72

Se fai una torta per il compleanno della Tua ragazza non incominci a studiare chimica e agricultura e lavori 3 anni nei campi per produrrti la farina, il lievito, lo zuccero, la cioccolata ecc. (dimenticavo la vaniglia).
Accetta che certi prodotti elettronici non sono alla Tua, ma neanche alla mia portata.
Considero un alimantatore / regolatore di corrente solare moooolto fuori dalla mia portata.

In poche parole é giusto essere curioso e voler capire come le cose funzionano, ma non tutto si riesce a costruire da amatore.

Ciao Uwe