controllare piastra riscaldante [Urgente]

Salve sono nuovo sul forum, quindi come prima cosa ciao a tutti!
adesso volevo esporvi il mio problema,
praticamente io dovrei controllare una piastra riscaldante per il mio progetto di maturità!
quindi visto che il tempo è sempre meno mi servirebbe una soluzione al più presto!
praticamente ho questa piastra riscaldante, con una pt100 volevo rilevare la temperatura della piastra e regolare la potenza della piastra a seconda della temperatura che desidero raggiungere!
il mio professore mi ha accennato che avrei dovuto usare un triac per poter regolare la potenza ma non ho la minima idea di come fare il circuito e sopratutto come pilotare il triac da arduino.
qualcuno ha una soluzione al mio problema?

magari una foto ed il data-sheet con le caratteristiche della piastra aiuterebbero :sweat_smile:

goldrake93:
qualcuno ha una soluzione al mio problema?

Primo potevi svegliarti prima per la tesina.
Secondo non siamo i tuoi "schiavetti" e non esiste che al primo post, senza nemmeno presentarti, esigi delle soluzioni con urgenza.
Terzo, la tua tesina te la devi fare da solo.
Quarto, se non sai nemmeno come usare un triac è meglio che cambi tesina con qualcosa che sia alla tua portata.

@Astrobeed:
se ci mettevi anche un bestemmione facevi pure la primiera :stuck_out_tongue_closed_eyes:
Occhio che ti viene a trovare con l'alabarda spaziale, poi son dolori

Però non ha tutti i torti Astro, effettivamente arrivare a fine maggio e voler fare un lavoro urgente senza avere alcuna cognizione significa una sola cosa: pappa pronta, ed il brutto è che bisognerà anche imboccargliela, visto che non ha idea nemmeno di cosa siano i componenti. Effettivamente la vedo male, molto male, meglio comprare una piastra per capelli bell'e pronta :stuck_out_tongue_closed_eyes:

La cosa più bella è che se ho ben intuito ha preso la stampante 3D da F.E. e la piastra è alimentata a 12Vdc, quindi pensa che te ne puoi fare del triac... l'accende e poi per spegnerla stacca l'alimentazione, ma daiii xD
comunque Astro ha ragione su tutta la linea !
Caspita non si può arrivare al 17 maggio e voler fare na roba del genere !!!

Ha pienamente ragione altro che torto, c'è poco da fare.
Al di là della questione etica (che concordo) rischiano anche di non fare in tempo.
Se per qualche ragione tocca ordinare dei nuovi componenti o rivedere l'hardware da capo allora si che è un guaio

Allora prima cosa scusate per l'arroganza del primo post!
seconda cosa vorrei specificare che il mio progetto di maturità non consiste solo nel controllare una piastra riscaldante.
il mio progetto consiste nel progettare e automatizzare una colonna di distillazione, quindi fino ad adesso non i sono grattato le p***e. ho gia progettato assemblato e saldato la colonna in inox. ho progettato e fatto le schede per la misurazione della temperatura all'interno della colonna, il controllo delle elettrovalvole e tutti i sensori.
il controllo della piastra sarebbe solo l'ultimo pezzo del progetto. sarebbe la ciliegina sulla torta. volendo per farla funzionare la colonna la piastra non deve essere per forza automatizzata se ci riesco buona altrimenti volendo se proprio non riuscissi a regolare la potenza e quindi controllare esattamente la temperatura della piastra potrei benissimo regolarmi tagliando l'alimentazione con un relè ma mi sa un lavoro fatto alla carlona.
la piastra comunque è questa:

per i componenti non è un problema perchè me li fornisce la scuola e molti li ha nella struttura o male che vada li ordina.
vi sarei moto grato se mi deste una mano. non vi chiedo di darmi il circuito gia fatto e io lo monto perchè questo non avrebbe molto senso. vorrei capire cosa dovrei fare insomma avrei bisogna di un po di dritte. anche perchè all'orale dovrei spiegarlo il circuito e se me lo fate voi non ne sarei in grado.
sempre che volete ancora aiutarmi. vi chiedo ancora scusa per l'arroganza del primo post e spero in una vostra risposta.

Sicuro che il link sia giusto ?
Quella e' ANCHE una piastra scaldante.
Un triac ( e annessi ) puo' anche andare bene , solo che devi intervenire sul circuito interno.

lo so che non è solo una piastra riscaldante. è pure un agitatore magnetico. che mi serve per mantenere la temperatura del liquido da distillare uniforme.
e so pure che devo intervenire sul circuito interno. infatti l'ho gia smontata. all'interno c'era un termostato che faceva da interruttore on/off a seconda della temperatura che scegli girando il termostato lui lascia passare la corrente e quando arriva atta temperatura desiderata stacca.
io volevo sostituire il termostato con un regolatore di potenza. con una pt100 che ho già misurare la temperatura sulla piastra entrare in arduino e poi comandare il regolatore di potenza da arduino.
ma il problema è che non so come fare un regolatore di potenza controllato da arduino. il prof mi ha detto che dovrei usare un triac ma io non so come fare a controllarlo da arduino.

il web e’ pieno di esempi

puoi partire da questo http://forum.arduino.cc/index.php/topic,36127.0.html

ma sapreste spiegarmi cos'è la optocoppia? sarebbe un DIAC assieme a un optoisolatore?

ma sapreste spiegarmi cos'è la optocoppia? sarebbe un DIAC assieme a un optoisolatore?

intendi forse la traduzione di OptoCoupler ?

Opto, dal greco "Optikòs" = ottico

Si tratta di un Fotoaccoppiatore, Optoisolatore, e oltre al diodo che genera la luminosita' puo avere coem ricevitore, un transistor, un SCR, un Triac

Come dissi piú volte in passato, usa un relé a stato solido; ha giá tutto dentro. Basta dargli i 5V.
Ciao Uwe

ma il relè allo stato solido come funziona? allo stesso modo? cioè io con arduino come lo comando? con il triac devo dare degli impulsi a 50hz e per variare la potenza in uscita sfaso l'impulso rispetto alla sinusoide dei 220.
nel relè come vario la potenza in uscita?

Ehm, no ... i rele a stato solido NON sono previsti espressamente per regolare in modo proporzionale, ma solo on-off (tanto e' vero che molti di essi includono nella sezione di pilotaggio uno zero-cross detector, che ti commuta al passaggio della sinusoide per lo zero per generare il minor disturbo possibile).

E poi per usare un'uscita digitale per regolare un triac in analogico dovresti sempre derivare i fronti della 50Hz dalla rete in uso, per sincronizzartici sopra ... quello che puoi fare e' accendere e spegnere l'elemento riscaldante in modo da mantenere la temperatiìura piu stabile possibile, con quel sistema ... ma quello lo faceva gia il termostato preesistente :wink: .

Ma toglimi una curiosita', scusa ... sulla piastra che hai linkato leggo "precisione +/- 3 gradi" ... a quelle temperature non bastava gia quella ? ... anche perche' l'unico modo per avere piu precisione sarebbe di rilevare direttamente la temperatura del liquido in questione, non quella della piastra riscaldante, specie se l'intenzione e' quella di costruire un distillatore a frazionamento ... :roll_eyes:

io volevo sostituire il termostato “originale” perchè voglio regolare la temperatura da pc… è solo quello il motivo! ma allora a sto punto potrei mettere un servo sulla manopola visto che alla fine con quel circuito avrei la stessa precisione!
bah non so neanche io voi che dite? qual’è il vostro consiglio?

Hai lo schema del termostato originale ?

no e su internet non i data sheet :frowning: ho provato a scrivere la sigla ma niente!
il termostato è un TR/711-N prodotto dalla PRODIGY.

Con Google:

http://www.italespo.it/eng/catalogo_azienda.asp?cat=Components%20for%20commercial%20refrigeration&IDgruppo=446&group=Adjustable%20Thermostat%20TR/711N%20series&azienda=ATEA%20S.p.A.&id_padre=106