Inizio progetto plancia multifunzione per auto

Salve a tutti, sono qui per chiedere un consiglio su come iniziare a muovermi per comprare e progettare una plancia da montare in auto. Vorrei poter leggere e visualizzare alcuni segnali di feedback di vari sensori montati all interno del motore di un auto e di altri che vorrei aggiungere. il tutto andrebbe poi visualizzato su un display tuch che permetta tramite un semplice menu' quali sensori visualizzare. Chiedo a chi e' piu' esperto di me cosa andrebbe acquistato a livello hardware per poter cominciare. Ringrazio in anticipo per l aiuto

Un cellulare o tablet e un modulo Bluetooth OBD fanno già quello che chiedi, se ti metti a comprare display, touch e elettronica varia vai a spendere almeno la stessa cifra (molto probabilmente di più) senza contare il lavoro della parte software dove devi decodificare i valori che ogni casa automobilistica usa per lavorare in OBD. Non è impossibile ma è un lavoraccio oltretutto quando ci sono già i componenti disponibili.

Gemini89 non ha detto di possedre un cellulare interfaccaibile con l'auto, né di volerlo usare, nel caso che lo avesse. Se si tratta solo di visualizzare segnali in uscita dai sensori, uno schermo tattile non ha nessuno scopo se non estetico. A questo punto, credo basti uno schermetto lcd a 2 righe: sicuramente costa meno di un cellulare.

Secondo me, la prima cosa da procurarsi sono le schede tecniche dei sensori (saranno reperibili?), per capire come lavorano e come interpretare i dati: mandano una tensione variabile, un segnale modulato, qualcos'altro? A quel punto, farei un prototipo con i componenti che già ho, e se non ho nulla, comprerei hardware generico ed economico (uno schermo b/n, appunto) da riciclare domani in altri lavori e valuterei la fattibilità del progetto. Solo alla fine penserei agli abbellimenti come lo schermo tattile.

Inoltre, lo schermo tattile necessita la scrittura di un'interfaccia grafica. O la si trova già pronta (ma andrebbe quantomeno adattata), o è una fatica di Ercole per un risultato uguale a due righe di testo che si programmano in mezz'ora. Secondo il mio personale parere, è ovvio.

allora spiego la situazione in modo piu' chiaro. so benissimo che un interfaccia obd e un telefono bastano e avanzano anche se molti sensori non vengono letti dal protocollo standard obd2 inoltre hanno un tempo di refresh veramente penoso e quindi si perde molto. detto questo aggiungo che il sistema che vorrei creare servirebbe a poter implementare sensori aggiuntivi senza dover riempire l auto di manometri o display vari. inoltre il datasheet dei vari sensori e recuperabile e se cosi' non fosse (perche' l auto monta sensori particolari) e' un problema ovviabile in quanto nel file di gestione ecu motore e' possibile "rintracciare" la linearizzazione del sensore voluto, ovvero la conversione del segnale (che sia una resistenza o un voltaggio ) nel valore che si puo' leggere in diagnosi. inoltre ci tengo a sottolineare che il sistema non sarebbe venduto ma sarebbe a scopo personale

Innanzitutto saluto il forum, mi sono appena iscritto anche se da qualche giorno lo seguo e sto leggendo i vari post. Per quanto riguarda la comunicazione in auto, almeno in quelle moderne, viene utilizzato il CAN-BUS, molto simile ad una lan ma progettata per funzionare con 2 fili +GND. In questi giorni mi sto accingendo a fare un progetto molto simile al tuo, prendendo informazioni, ho capito che la prima cosa da fare è loggare i segnali provenienti dai sensori verso la centralina, ad esempio quando apri la portiera, sul CAN-BUS viene inviato una stringa dove è riportato l'id della centralina a cui è destinato e le informazioni riguardo lo stato. Se invii sul CAN-BUS la stessa stringa ti si aprirà la portiera proprio come se avessi premuto il pulsante. Per loggare questi segnali il metodo più comodo è con il raspberry ed un interfaccia fata apposta, puoi farlo anche con arduino ma dovresti loggare su una SD ed in seguito analizzare i dati. Con arduino invece puoi costruire il tuo progetto quando già sai cosa fare. Per avere il segnale del CAN-BUS, oltre ad averlo nella porta ODB, di sicuro è anche dietro l'autoradio.

Il problema r che la linea can in auto di divide in alta e bassa ( can a e can b) e differiscono nella velocità di trasmissione inoltre sono presenti le linee K e Lin (o anche van nelle vecchie auto) il punto e che io voglio bypassare la linea di bordo ... Io non ho problemi a recuperare la linearizzazione dei vari sensori quindi non ho bisogno di decodificare in quanto conosco i fattori di conversone

Non so se puoi bypassare la linea di bordo facendo convivere il sistema vecchio con quello tuo personalizzato, ci sono anche dei bit di priorità del segnale, se non ci vai tramite CAN-BUS mi sa che puoi realizzare il tuo progetto solo nelle vecchie auto, e per vecchie intendo tipo dal 98 in poi. Inoltre se l'auto utilizza il CAN-BUS per la comunicazione fra le centraline, non so quale altra "linearizzazione" potresti utilizzare. Se intervieni direttamente sul sensore, la centralina prenderà il comando e rimetterà tutto come prima, diverso se invece lavori con il suo bus che in pratica vai ad emulare il segnale del sensore. E comunque se il sensore e la sua centralina periferica lavora con il CAN-BUS è sempre un cane che si morde la coda. Come intendi interfacciarti tu con centraline e sensori ? https://www.youtube.com/watch?v=PbA_bOO2mMw

Credo di non riuscire a spiegare il progetto. Partiamo dal presupposto che nessun sensore lavora sulla linea can bus ma c e un collegamento diretto alla centralina motore, molti sensori lavorano con 3 fili, due di alimentazione (+ e gnd) ed un terzo di feedback. Il feedback funziona come un voltaggio variabile in funzione di spostamenti meccanici del sensore (piccolo esempio il sensore di pressione turbo e un quarzo che viene compresso dalla aria spinta dalla turbina. Questo genera un voltaggio continuo e più si comprime più si alza il voltaggio) questo segnale viene inviato direttamente Alla centralina motore con un filo. La centralina motore preleva questo segnale e la traduce in determinato valore (che sia pressione temperatura rotazione o altro). Lo traduce tramite una programmazione specifica ovvero sui sensori secondari (che sono quelli FI rotazione albero motore e albero a camme e temperatura dell acqua motore e altri) vengono codificati con 2 bit dove V0=0 giri motore e V5=6000 giri motore e la centralina interpola (si calcola internamente) i valori nel mezzo tramite una funzione. Detto questo io vorrei prelevare questi segnali di feedback e con Arduino convertire i vari segnali (fare insomma quello che fa la centralina motore) e far visualizzare su un LCD questi valori che prelevo

Se hai lo schema dettagliato dei cablaggi della tua auto allora magari è fattibile solo leggere questi valori, non puoi interagire con l'auto in nessun modo, essendo che molti di questi valori girano sui moderni CAN BUS, dubito che qualcuno abbia già perseguito la strada alternativa che ti proponi quindi mi sa che è un progetto dove devi fare da pioniere e partire da zero e magari sarai tu ad aiutare qualcuno :)

Ritornando in topic, se è tutto così come dici non vedo quale difficoltà hai, collega i fili che ti interessano ad una board e crea il software, quali problematiche hai riscontrato ?

non ho riscontrato problemi per ora, ma vorrei chiedere appunto con che tipo di hardware sarebbe meglio utilizzare per realizzare questo progetto, visto e considerato che come detto nel primo post vorrei visualizzare questi valori in un lcd tuch che mi permetta di variare quali valori visualizzare. aggiungo inoltre che i sensori in questione lavorano tutti a 5v

Dipende da quanti fili/sensori hai da monitorare e quanto pesa il codice che hai scritto, se devi implementare funzioni tipo watchdog, standby etc...

niente di particolare direi, problemi di alimentazione non ne ho (sarei collegato direttamente all impianto elettrico dell auto stabilizzando la corrente a 12v o piu' basso in funzione del pcb). dovrei analizzare in linea di massima non oltre 15 sensori e dovrei aggiungere l' lcd tuch