Progetto finito ... e poi ?

Non ho ancora ricevuto la Nano e faccio gia’ la prima domanda :grin:
Ho letto con interesse molti topic e progetti meravigliosi basati su Arduino e pian piano cercherò di familiarizzare con questo linguaggio di programmazione e con le librerie , ma una volta finito il progetto che fate?
Ok dalla breadboard si passa al circuito stampato , ma la scheda arduino lascia il posto ad una AtMega con lo stesso sketch caricato e riproducete solo la parte di scheda arduino utilizzata oppure per ogni progetto lasciate una sceda Arduino ?
Il “Getting Starded” arriva fino all’ upload dello sketch e non parla di quella che e’ la fine di un progetto … o sbaglio qualcosa ?

Cancelli tutto e inizi un nuovo progetto. :slight_smile:

Oppure ti compri un Atmel “sfuso” e ci colleghi i componenti minimi necessari per farlo funzionare (un paio di condensatori e un LM7805, mi pare).

Oppure ti compri una micro-arduino già pronta (ce ne sono vari modelli) a 10-15 euro e ci carichi il tuo progetto.

Puoi fare entrambe le cose; Una volta finito i lavori puoi usare un arduino mini o un ATmega col programma sopra sulla scheda da te fatta. Ciao Uwe

Fai come me che , dopo 100000 peripezie, sono riuscito ad usare un atmega328 in stand-alone. In pratica sarebbe il microcontrollore montato gia' sulla arduino2009 (anche sulla UNO se non erro)..

Ne compri qualcuno sfuso e seguendo la guida FAMOSA di menniti (utente del forum) riesci a programmare il tuo microcontrollore con qualche semplice passo... Al posto dell'atmega328 potresti utilizzare l'atmega8, che costa di meno ma ha meno memoria, ed e' a tutti gli effetti equivalente a un atmega328 per il resto.

Ti consiglio di passare dalla breadboard alle millefori e solo quando hai effettuato molti test passare al circuito stampato (che costicchia, se ne devi produrre 1 soltanto)

Ciao,

Fab.