Caratteristiche LED

Buongiorno a tutti, cimentandomi con il primo esperimento di Arduino, accensione e spegnimento led rosso collegato su breadboard con apposita resistenza, ho avuto un dubbio teorico.
Ovvero, ho compreso cosa sia la tensione di soglia di un led (ved. Prima foto, led rosso = 2V), però non ho capito cosa dovrebbero indicare il parametro forward voltage e forward current (corrente massima che da anodo può andare a catodo?) presente nel datasheet (secondo file allegato)

LEDR-L-7113ID-12V(Ver1287713938.7).pdf (309 KB)

ma è quello del datasheet il led?

Features
Low power consumption.
Popular T-1 3/4 diameter package.
General purpose leads.
Reliable and rugged.
Long life - solid state reliability.
Available on tape and reel.
12V internal resistor. <-----------
RoHS compliant.

comunque si, forward current è la max corrente transitabile
forward voltage è la max tensione di alimentazione

se noti tutti i valori hanno come condizione di test V=12

Come giá indicato da Patrick_M quel modello di LED (L-7113ID-12V) è munito di resistenza che limita la corrente. La resistenza é fatta perché il LED possa essere alimentato con 12V direttamente.

Per altri LED senza resistenza vale:

forward significa dare il polo positivo al anodo del LED. Il LED conduce e produce luce.
reverse significa collegare l’alimentazione in polaritá inversa. La tensioen massima amessa é Ureverse e superandola il LED conduce e si brucia.

Iforward é la corrrente che si da al LED. C’é un limite che normalmente é 20 o 30mA
Uforward é la tensione sul LED a una data corrente.

Ciao Uwe

Aggiungo solo per precisare, a quanto gia correttamente riportato da uwe ...

Il led e' un dispositivo non-lineare che funziona "in corrente" e non in tensione, come la maggior parte degli altri componenti (traduzione: e' un componene un po "bastardo" :D) ... mi spiego meglio ... il led e' praticamente un diodo, con una tensione di "soglia" come tutti i diodi (che per il rosso e' di circa 1.5V, per il verde ed il giallo circa 2.4V, per il blu ed il bianco circa 3.5V, per gli IR circa 1.1V ... vi sono diverse tabelle ed alcuni modelli cambiano leggermente, ma questi sono i valori che ho misurato piu spesso)... mentre in genere la tensione "inversa" e' sui 3/4V al massimo, se la si supera si brucia ... questa pero' e' la "tensione di soglia" al di sotto della quale non funziona correttamente, NON la tensione che serve per farlo funzionare ... quello che serve per far funzionare correttamente un led, e' un dispositivo (resistenza per quelli piu piccoli, limitatore di corrente o driver a corrente costante per quelli di potenza) che garantisca che alla tensione applicata, nel led stesso NON possa scorrere piu di una certa corrente, diversamente il led si surriscalda e brucia, perche' al di sopra della tensione di soglia si comporta quasi come un corto circuito ...

Questa tensione di soglia va sempre tolta dalla tensione a cui si vuole alimentarli per calcolare correttamente la resistenza da mettere in serie a ciascun led per limitarne la corrente ... puo sembrare ininfluente, a 12 o piu volt, ma se si devono alimentare ad esempio a 5V o meno, fa una grossa differenza, ed ancora di piu per led con potenze superiori ai classici da 3 e 5 mm ...

Ad esempio, mettiamo di avere un led blu da 5mm (corrente massima 20mA, consigliata sui 15mA) ... la caduta e' circa 3.5V, quindi i valori corretti di resistenza, a 5 e 12 V, sarebbero 1.5/0.015=100 ohm (5V) e 8.5/0.015=566 ohm (12V) (EDIT: corretto, grazie Patrick) ... se ci si dimentica di togliere la caduta di tensione, per i 12V e' poco influente, 12/0.015=800, avresti 13mA invece di 15, leggermente meno luminoso ma ancora ben visibile, ma per i 5V diventa 5/0.015=333, il che mi fa dare al led solo 4.5mA invece di 15, meno di un terzo del voluto ...

Inoltre si possono collegare "in serie" piu led, anche di colori diversi, a condizione che siano dello stesso tipo e richiedano la stessa corrente (basta ricordarsi di sommare fra loro tutte le cadute e toglierle dall'alimentazione per calcolare la resistenza in comune), mentre e' sempre meglio, tranne in casi speciali, evitare assolutamente di collegare led "in parallelo" fra loro con una sola resistenza (si possono collegare in parallelo, ma ognuno DEVE avere in serie la propria resistenza di limitazione) ... i casi speciali sono sempre e solamente possibili con led "dello stesso lotto di produzione", e non semplicemente dello stesso tipo ... ed anche in quei casi, se possibile e' sempre meglio evitarlo ...

la caduta e' circa 3.5V, quindi i valori corretti di resistenza, a 5 e 12 V, sarebbero 1.5/0.015=100 ohm (5V) e 10.5/0.015=700 ohm 8,5/0.015= 566 Ohm

scusa Etem

Giusto, chiedo scusa … parlavo di led blu ed ho usato la caduta di uno rosso … correggo … mi sa che il ferragosto mi sta cuocendo i pochi neuroni rimasti attivi … e si che sono pure in ferie (cinque lunghissimi, esagerati giorni di ferie, tutti di seguito … che lusso :stuck_out_tongue: :D)

(cinque lunghissimi, esagerati giorni di ferie, tutti di seguito … che lusso :stuck_out_tongue: :D)

e… non ti vergogni ? ?? :smiley: :smiley:

Patrick_M:
e... non ti vergogni ? ?? :smiley: :smiley:

Tantissimo ... di non averne potuti fare almeno il triplo :stuck_out_tongue: :smiley: :smiley: :smiley: